(it) update on italian anarchists 30/10/96

luc pac (lucpac@freenet.hut.fi)
Wed, 30 Oct 1996 14:51:58 +0100


Comitato di difesa anarchici
Aggiornamenti sull'inchiesta Marini
Mercoledi' 30 ottobre 1996

Dalla fine della settimana scorsa un altro dei 18 anarchici rinchiusi a
Rebibbia con l'accusa di banda armata, attentati, etc e' entrato in sciopero
della fame:

Giuseppina Riccobono (compagna di Antonio Budini, anch'esso detenuto)
rifiuta il cibo in segno di protesta contro la montatura. Entro pochi giorni
dovremmo ricevre un suo comunicato in merito.

Intanto Salvatore Gugliara sta continuando lo sciopero della fame e della
sete iniziato lunedi' 14 settembre. Le sue condizioni psicofisiche sono pessime.

Altri 9 dei detenuti anarchici ci hanno fatto pervenire un loro comunicato
che proponiamo integralmente:

Alla manovra repressiva messa in atto con gli arresti del 17/09/96 contro il
movimento anarchico noi sottoscritti detenuti anarchici colpiti da questa
montatura poliziesca, ribadiamo il nostro punto di vista. Gli inquisitori
Marini e Jonta intendono chiudere la bocca a quei soggetti antagonisti che
sulla lotta contro lo stato e il capitale hanno basato la propria esistenza,
ognuno con la propria individualita' e indissolubile unicita', ognuno con i
mezzi che ritiene piu' appropriati al proprio essere. Nell'epoca della
pacificazione e del susseguirsi di dibattiti sulla fine dell'emergenza
"terroristica" la presenza di persone refrattarie all'addomesticamento turba
la quiete.

Fermare chi rivendica la praticabilita' di una vita libera dallo
sfruttamento, basata su forme di autogestione e solidarieta' reale e sulla
liberta' dei singoli, diventa indispensabile per uno stato che assiste
impotente a fenomeni di rivolta individuale e collettiva piu' o meno cosciente.

La ragion di stato si erge come unico mezzo per garantire i privilegi e
l'ordine, e la macchina giudiziaria si mette in moto contro coloro che
storicamente si oppongono a qualsiasi dominio ne tenta di svalorizzare gli
intenti sociali come nel caso del movimento anarchico, associandone una
organicita' organizzativa nel campo criminale e "terroristico". Percio'
episodi di rivolta spontanea verificatesi negli ultimi 10 anni, come gli
attacchi alla proprieta' privata e alle istituzioni dello stato, nei quali
in alcuni di essi sono stati coinvolti dei compagni anarchici ma che per la
maggior parte sono rimasti irrisolti, vengono apoditticamente e
unidirezionalmente considerati il frutto di un disegno unico attribuito alle
pubblicazioni anarchiche piu' refrattarie, confezionando una "banda armata"
con militari e redattori. Lo si evince chiaramente dalla ricostruzione
apologetica fatta nell'ordine di custodia cautelare, dove tutto si basa
sulle conoscenze, vere o presunte, tra i vari coimputati, sulle diverse
forme di solidarieta' espresse nei confronti di anarchici imprigionati, dai
volantinaggi ai manifesti sui muri, dagli opuscoli informativi alle
iniziative pubbliche, fino al sostegno economico ed epistolare verso i detenuti.

In quanto soggetti libertari e anarchici non possiamo che ribadire il nostro
totale rifiuto ad ingabbiarci in organizzazioni e bande varie che
limiterebbero l'individualita' del singolo. Il cammino rivoluzionario e' la
sommatoria dei diversi percorsi individuali per raggiungere la costruzione
di una diversa societa' e ognuno di noi rivendica il proprio e solo proprio
percorso di ribelle.

Noi, estensori di questo scritto, rivendichiamo il nostro essere refrattari
a qualsiasi forma di dominio, e la nostra determinazione a costruire un
mondo senza stato, ne' eserciti, carceri e tribunali, senza sfruttamento
dove il lavoro e l'educazione sono liberi, come rivendichiamo altresi' la
totale estraneita' a strutture compartimentali che riproducono esprienze che
non ci appartengono in quanto limitanti l'individualita' e la potenzialita'
del singolo. Ognuno con la propria specificita', con il proprio percorso,
con le proprie esperienze affermiamo la nostra unicita' che si esprime con
la pratica della liberta' e della solidarieta' rivoluzionaria verso tutti
coloro che ogni giorno, in ogni dove, sono colpiti dalla repressione.

Roma, 21/10/96

Budini Antonio
Camenish Marco
Campo Orlando
Gregorian Garagin
Gugliara Salvatore
Porcu Francesco
Ruberto Paolo
Stasi Giuseppe
Tesseri Carlo

Molte iniziative si vanno diffondendo per tutto il territorio: il fastidio
che polizia e magistratura provano nel vedere rotta la coltre di silenzio
che hanno provato a stendere sulla vicenda e' testimoniato dall'"attenzione"
riservata ai solidali dalle forze di polizia: iniziative e repressione a
Torino, Teramo, Bologna, Verona e Foggia (per i resoconti esatti degli
avvenimenti vedere Canenero num. 37 in uscita questa settimana).

Ricordiamo inoltre che il 7 novembre a Trento si terra' il processo di
appello a Jean Weir, Carlo Tesseri, Christos Stratigopulos, Antonio Budini
(tutti in carcere a Rebibbia ora perche' coinvolti nell'inchiesta Marini) e
Evangelia Tzioutzia (latitante). I 5 sono gia' stati condannati in primo
grado a 5 anni per una rapina avvenuta a Serravalle (TN); questo processo
riguarda altre due rapine avvenute a Ravina di Trento per le quali hanno
avuto in primo grado 6 anni. Queste ultime accuse sono dovute alle
dichiarazioni della "pentita" che accusa 68 anarchici di banda armata e la
cui delirante testimonianza in proposito e' stata proposta nell'opuscolo
"Con ogni mezzo necessario". Invitiamo quindi tutti a presenziare all'udienza.

Per ulteriori contatti: Comitato Difesa Anarchici c/o El Paso Occupato,
Via Passo Buole 47, 10127, Torino, tel. 011-317.41.07.
Solo per contatti urgenti: Mario 0360-554.094
Altre notizie e aggiornamenti si possono trovare per via telematica:
(mailing list A-INFOS@LGLOBAL.COM e CSLIST@ECN.ORG e pagine web
http://www.geocities.com/Hollywood/3879/anarchy.htm
oppure
http://www.ecn.org/zero/anarchy.htm)
Ricordiamo inoltre alle radio di movimento che sono disponibili dei servizi
radiofonici a Radio Black Out (105.250), TEL. 011-650.34.22
Invitiamo tutte le realta', le situazioni, collettivi, band, centri sociali,
case occupate, radio e pubblicazioni di movimento a diffondere il comunicato.

---
Key fngrprnt (since 1993) =  52 DB 96 92 FA 1D CE 71  0D 63 96 E5 9A 9B 07 0A
http://www.geocities.com/Hollywood/3879