(it) Francia / Allargamento della lotta

Hobo (hobo@iol.it)
Sat, 5 Oct 1996 15:24:52 +0200


ALLARGAMENTO DELLA LOTTA

Collettivo 'Des papiers pour tous' (Documenti per tutti)
Abbiamo dovuto aspettare 5 mesi perche' il Collettivo di S.Ambroise rompesse
il muro dell=92indifferenza e aprisse la via allo sviluppo di un movimento
autonomo dei Sans-papiers, provando quindi a strutturarsi in Coordinamento
nazionale dei collettivi regionali. Siamo ancora all=92inizio di questa lott=
a,
nata affinche' i 'cattivi immigrati' non siano piu' preda dei funzionari
collaborazionisti e dei loro padroni. La funzione produttiva assegnata a
questi lavoratori invisibili che sono i clandestini, figura emblematica di
un precariato del lavoro che si generalizza, e' quella di lavorare per delle
prestigiose imprese al consolidamento del commercio estero o alla
soddisfazione dei bisogni locali della vita colonizzata dal lavoro.
Per ottenere queste rivendicazioni immediate - regolarizzazione globale dei
Sans-papiers, moratoria delle espulsioni, liberazione dei prigionieri,
ritorno degli espulsi - il coordinamento nazionale e i coordinamenti
regionali lavorano alla costruzione e all=92allargamento del movimento. Crea=
re
dappertutto in Francia nuovi collettivi di Sans-papiers, raccogliere nuovi
casi, rendersi visibili pubblicamente da parte di nuovi soggetti immigrati
'clandestini' sono le condizioni richieste per la costruzione di nuove
comunita' di lotta. Solo tali aggregazioni collettive saranno capaci di
opporre un rapporto di forza reale allo Stato. Ora il paese conta una
quarantina di collettivi di Sans-papiers e 3 coordinamenti regionali
(Regione Parigina, Bretagna, Languedoc-Roussillon -regione del sud-ovest del
Mediterraneo che va da Nimes fino a Perpignan). Durante la giornata del
Giovedi' 12 settembre si sono svolte manifestazioni in tutta la Francia,
occupazioni di amministrazioni che si occupano dei Sans-papiers; e anche
occupazioni di locali precedentemente vuoti. Questa giornata segna un passo
avanti nel processo di contestazione della politica di 'immigrazione'
portata avanti da piu' di 20 anni. L=92azione del 'Terzo collettivo di Parig=
i'
e' inserita in questa logica. Questo collettivo e' nato all=92inizio di
settembre all=92interno del coordinamento regionale. Raggruppa attualmente 3=
50
Sans-papiers di 22 nazionalita', militanti della LDH (Lega Diritti
Umanitari) e della ATMF (Associazione dei Lavoratori Marocchini in Francia),
e dell=92ATT (Associazione dei Lavoratori Turchi) e del 'Collettivo Document=
i
per Tutti'. Come sua prima azione pubblica, il 'Terzo collettivo' ha
occupato il 'Centro di Accoglienza per stranieri in attesa di asilo
politico' che dipende della Questura di Parigi. Verso le 11:00, 200 persone
di cui 120 Sans-papiers hanno occupato gli uffici e hanno imposto di
incontrare un responsabile di questa amministrazione. Arrivati
numerosissimi, i poliziotti hanno dovuto contentarsi del ruolo di
spettatori, i loro furgoni sono rimasti vuoti. il vicedirettore dell'Ufficio
Stranieri e' arrivato ed ha aperto le negoziazioni. Dopo avere ascoltato
l=92esposizione della situazione e le rivendicazioni da parte dei delegati d=
ei
Sans-papiers, questo funzionario ad alta responsabilita' sulla questione dei
'dossier' degli stranieri, ha chiesto che il collettivo formuli per iscritto
i criteri sui quali effettuare il riesame dei 'dossier' dei Sans-papiers in
attesa di regolarizzazione.
Questa azione segna l=92atto di nascita del collettivo. La presenza massicci=
a
e notevole di cittadini della Cina Popolare, per la prima volta apparsi
durante le manifestazioni per la regolarizzazione, apre un nuovo periodo di
lotte degli immigrati. Lo Stato francese ha cosi' ben capito il pericolo di
questa emergenza (basta immaginare l=92effetto 'Tienanmen' di un semplice
progetto di charter verso Pechino) che ha gia' mandato i suoi cani a
'militarizzare' Belleville e l'11=B0 Distretto (i due ultimi quartieri dove =
si
sono impiantate le diverse comunita' asiatiche). I traduttori, i giuristi, i
militanti che hanno voglia di sostenere la lotta dei Sans-papiers sono
invitati a raggiungerci per contribuire alla strutturazione e al
rafforzamento di questo 'Terzo collettivo'. Altre realta' dell=92immigrazion=
e
stanno per entrare nella lotta. Il movimento raggruppa oggi parecchie
migliaia di Sans-papiers, ma il numero di quelle e di quelli che rimangano
nascosti e' notevole.
Ora piu' che mai, l=92autorganizzazione del movimento dei Sans-papiers e' un=
a
necessita'. Due scadenze devono dare il ritmo a questa costruzione: il 18
settembre, l=92incontro dei Sans-papiers con i parlamentari europei a
Strasburgo puo' permettere lo svolgimento di diverse manifestazioni locali;
il 28 settembre, la manifestazione nazionale a Parigi organizzata dal
coordinamento nazionale deve esprimere la generalizzazione del movimento.

-----------------------------------------------------------------------

European Counter Network European Counter Network
Italian section - Padova French section - Paris
e-mail: ecnpd@freenet.hut.fi e-mail: counter@francenet.fr
http://www.ecn.org/pad/ http://www.anet.fr/~aris/ecn.html