(it) Arresto e fermi dopo la manifestazione dei metalmeccanici

Associazione Culturale Chaos (chaos@arpnet.it)
Sat, 28 Sep 1996 16:36:13 +0200


Ieri, venerdi 27, durante la manifastazione di Torino dei metalmeccanici,
cui hanno partecipato anche i compagni dei CS, sono scoppiati tafferugli
provocati da esponenti dell'UDS (Unione degli Studenti) e Sinistra
Giovanile che accusavano alcuni ragazzi dei centri di avere fatto delle
scritte offensive verso il PDS. In seguito a tali tafferugli sono
intervenuti i vigili urbani che hanno caricato lo spezzone del corteo degli
studenti in cui c'erano i centri sociali. Gli scontri sono stati abbastanza
violenti e ci sono stati sei feriti fra i vigili e alcuni contusi fra i
compagni. Alla fine della manifestazione, quando i compagni del Gabrio
facevano ritorno verso il Centro Sociale, sette di essi sono stati
inseguiti con moto ed auto dai vigili, nuovamente malmenati e portati nella
caserma dei vigili stessi in Corso XI Febbraio. Qui sono stati ammanettati
ad una panca e pestati a sangue, oltre che minacciati personalmente. Uno di
essi e' stato arrestato e portato direttamente al carcere delle Vallette,
dove si trova tuttora in condizioni fisiche probabilmente piuttosto gravi.
Lunedi 30 settembre alle ore 15 e' stata indetta dal Gabrio una conferenza
stampa per chiarire l'episodio dal punto di vista di chi ha subito la
violenza dei vigili, che a quanto pare, a giudicare dal comunicato del PDS,
stanno diventando la polizia politica metropolitana delle giunte di
centro-sinistra.
Sabato prossimo 5 ottobre e' stata invece indetta una manifestazione le cui
modalita' saranno al piu' presto comunicate.
Invitiamo sin da ora tutti i Centri Sociali e i compagni a prendere
contatto con il CSA Gabrio per manifestare con qualsiasi tipo di iniziativa
la propria solidarieta'.

Quello che segue e' il comunicato ufficiale del CSA Gabrio diramato ieri,
subito dopo i fatti.

Torino, 27/09/1996

I compagni del C.S. Gabrio hanno manifestato a fianco dei
metalmeccanici nonostante ritenessero responsabili del mancato
accordo, oltre al padronato, i sindacati confederali. Verso la
fine del corteo alcuni screzi con esponenti della "sinistra
giovanile" hanno provocato una reazione ingiustificata da parte
dei vigili urbani, veri responsabili della degenerazione della
manifestazione.
=BB seguita una carica della celere che picchiava operai, famiglie
e studenti accorsi al corteo. Successivamente il corteo si =CB
ricomposto ed =CB finito tranquillamente in Piazza S.Carlo.
Mentre ormai i compagni stavano facendo ritorno individualmente
o in gruppi verso il C.S. Gabrio, un gruppo veniva nuovamente
aggredito dai vigili urbani che si scatenavano in una
rocambolesca caccia all'uomo, fermando 7 persone, malmenandole
in strada e nelle pi=98 "discrete" stanze della sede dei vigili di
Corso XI Febbraio. Dei 7 fermati uno veniva poi arrestato.
La responsabilit=FD dell'accaduto durante e dopo la manifestazione
=CB unicamente imputabile ai vigili urbani del reparto
motorizzato, che sempre pi=98 spesso si distinguono per le
provocazioni ed i violenti pestaggi, col plauso del Comune di
Torino che ha inventato per loro questo nuovo ruolo da
giustizieri.
C.S. Gabrio