(it) aggiornamento sugli anarchici italiani arrestati

luc pac (lucpac@freenet.hut.fi)
Sun, 24 Sep 1995 20:12:53 +0200


Le novita' riguardo alla operazione di repressione poliziesca a danno
degli anarchici culminata martedi 17 con l'arresto di numerose persone
(operazione 'Pontelungo'), pervenute al Comitato Difesa Anarchici lunedi
23 settembre sono queste: intanto ora sappiamo che per protestare contro
questa montatura sbirresca uno degli arrestati di martedi, Salvatore
Gugliara - preso a Torino - DAL GIORNO DEL SUO ARRESTO E' IN SCIOPERO
DELLA FAME. Per adesso e' ancora abbastanza in forze, ma comincia a stare
male, anche perche' rifiuta l'assistenza medica dato che la direzione
del carcere si e' rifiutata di fornirgli i propri dati clinici
dell'entrata in carcere.

Entro martedi 24 settembre tutti i catturati saranno interrogati, per
procedura speciale, non dal g.i.p. ma dal p.m. stesso, Antonio Marini;
da cio' che sappiamo sin'ora tramite gli avvocati, nessuno di loro
ha voluto rispondere alle domande e tutti si sono avvalsi della facolta'
di non rispondere.

L'indagine e' gia' chiusa, siamo in possesso della lista di tutti e 68
gli indagati che sono accusati, come reato collettivo, tutti almeno di
banda armata, associazione sovversiva, detenzione di armi e di
esplosivi, attentati a strutture di pubblica utilita'. Tra essi sono
compresi sia i carcerati, sia quelli nei cui confronti e' scattato il
mandato di cattura, sia i perquisiti di martedi 17 (e del 16 Novembre
'95).

Il 16 ottobre a Roma sara' discussa la richiesta di Marini sul rinvio a
giudizio, si decidera' cioe' CHI processare e per quali reati.
Quasi tutti gli arrestati sono gia' a Rebibbia da giorni, con qualche
eccezione: Giuseppina Riccobono (Pina) arrestata a Milano, e' stata
trasferita solo oggi a Rebibbia, e nella sezione vecchia. Gli arrestati
possono ricevere posta, l'indirizzo del carcere di Rebibbia e' Via R.
Majetti 165, 00156, Roma.

Domenica 23 settembre si e' tenuta nella sede anarchica del Cassero di
Bologna una riunione durante la quale si e' discussa la questione ed e'
stato presentato un manifesto da adottare a livello nazionale
affiancandolo alle varie iniziative locali. Il numero delle copie
richieste e' gia' molto alto e quindi si provvedera' subito alla stampa,
per cui chi ne volesse delle copie le richieda immediatamente a El Paso
Occupato.

Ecco il testo:

INCONTROLLABILI

"Avanti tutti! E con le braccia e con il cuore, la parola e la
penna, il pugnale e il fucile, l'ironia e la bestemmia, il
furto, l'avvelenamento e l'incendio, facciamo... la guerra alla
societa'!"
Joseph Dejacque

I magistrati danno sfoggio di se'. Impartiscono un ordine e le truppe in
divisa e ferraglia invadono le nostre case alla ricerca di prove e di
espedienti per incarcerarci. Poi si mettono in posa davanti ai
riflettori per spiegare il loro operato, per strappare consensi, per
chiudere "in bellezza", come nel caso del sostituto procuratore di Roma
Antonio Marini.

Ma cosa cercano?

Ci hanno detto che cercano elementi atti a dimostrare l'esistenza di una
banda armata.

Per questo hanno arrestato decine di anarchici in tutta Italia.
Una banda armata?

Troppo povera cosa: non potrebbe contenere le nostre smisurate
intenzioni. Troppo angusta cosa: potrebbe solo comprimere le nostre
incontenibili esplosioni. Chi insorge apertamente contro l'oppressione
propria ed altrui non cerca capi, altri organigrammi, altre gabbie da
sostituire a quelle di questa societa', ne' cerca affiliati.

L'insofferente che si rivolta quotidianamente non e' persona
ragionevole, ne' piena di buonsenso: suscita sempre un senso di
inquietudine. Chi invece si guarda bene dal farlo vive tranquillo: se un
istinto lo spingesse ad un eccesso di passione, la sua ragione lo
persuaderebbe presto che e' nel suo interesse accantonare quelle
velleita'.

Chi vuole intensamente godere della liberta', riuscire ad assaporarla,
si trovera' sempre di fronte un'uniforme pronta ad impedirglielo, ma
incontrera' anche tanti appassionanti rapporti di complice affinita'.
Antonio Marini da sfoggio di se'.

Non immagina cosa la sua azione provochera': lui, che ha a che fare solo
con persone irregimentate che gli assomigliano, non sa che chiunque non
teme l'ignoto e' libero di scegliere gli strumenti che preferisce, a
seconda delle circostanze e delle attitudini individuali. Senza limiti.

firmato: ANARCHICI

Oltre a cio' si e' discusso della possibilita' di organizzare una
manifestazione nazionale a Roma sulla base di una proposta specifica che
sara' successivamente presentata in un documento, sulla repressione,
proposta quindi allargata anche ad altre situazione esterne al movimento
anarchico.

Infine, l'annuncio che il settimanale anarchico 'CANENERO' riprendera'
le sue pubblicazioni a partire dalla settimana prossima. Chi voglia
distribuirlo tenga conto che la quantita' minima e' 15 copie.

Vecchi e nuovi distributori prendano contatto con la redazione scrivendo
a: Canenero, CP 4120, 50135, Firenze o telefonando direttamente al
055-63.14.13 prenotando le copie, soprattutto per questo primo numero.
Ricordiamo che il settimanale e' gratuito ma che gli oneri economici -
soprattutto in questo frangente - sono pesanti.

Gli aggiornamenti sulla vicenda possono essere richiesti per fax a El
Paso Occupato allo 011-317.41.07 (tel e fax), per le emittenti di
movimento si possono richiedere servizi radiofonici a Radio Black Out di
Torino 011-650.34.22, tutta la documentazione, compresi molti comunicati
e volantini, si possono trovare per via telematica (mailing lists
a-infos@lglobal.com e cslist@ecn.org e pagine web
http://www.geocities.com/Hollywood/3879/anarchy).

Per contatti della massima urgenza telefonare allo 0360-554.094 (Mario
Spesso).

Invitiamo tutti coloro che abbiano prodotto comunicati, volantini, etc.
a farceli avere.

---
Key fngrprnt (since 1993) =  52 DB 96 92 FA 1D CE 71  0D 63 96 E5 9A 9B 07 0A
http://www.geocities.com/Hollywood/3879