Com. Leoncavallo su perquisizione c.s. Pergola (ita)

snd (snd@iol.it)
Thu, 27 Jun 1996 19:50:57 +0200


Milano, 27.06.1996

Comunicato Stampa
From: C.S Leoncavallo
Re: Perquisizione C.S Pergola - Solidarieta' nostra alla L.I.L.A.

A meno di una settimana dall'inizio del "Legalize It! Festival", che si
terra' al Centro Sociale Leoncavallo dal 3 al 20 luglio, Governo e Forze
dell'Ordine decidono di dare chiari segnali in materia di droghe. E' di
questa mattina l'irruzione della Narcotici e della Digos fatta ai danni
dello spazio sociale "Pergola Tribe"; con un mandato di perquisizione mirato
alla ricerca di sostanze stupefacenti: la Polizia sequestra qualche piantina
di marijuana, e fino a questo momento non sappiamo i risvolti che avra' la
faccenda, ma alcune cose sono chiare visto anche gli ultimi avvenimenti di
questi giorni. Apprendiamo dai giornali che il Governo Prodi in materia di
sostanze stupefacenti non si discosta per nulla dalle linee dei governi che
l'hanno preceduto: il decreto convertito in legge toglie la possibilita'
alle comunita' di usare il metadone dandone l'esclusiva alle sole Usl, e ben
sappiamo che la maggiore assistenza alla tossicodipendenza in questo paese
e' garantita appunto dalle comunita'. Insomma la nuova maggioranza anziche'
dare un serio e preciso segnale di appoggio alle cosidette politiche di
riduzione del danno a peggiorato il testo del decreto originale. Ed e' anche
per questo che esprimiamo tutta la nostra solidarieta' alla L.I.L.A., con
cui abbiamo svolto svariate iniziative e tante altre ne svolgeremo, e a
Vittorio Agnoletto, che con una giusta azione di protesta ha reso ancor piu'
visibile l'ipocrisia e le finalita' di lucro della medicina ufficiale e dei
suoi professori.
Non stiamo a ricordare gli avvenimenti che sono accaduti nell'ultimo anno a
Milano e in particolare al C.S Leoncavallo riguardo alla lotta
antiproibizionista, ancora una volta diciamo che paradossalmente chi piu'
grida e emana leggi in favore della proibizione piu' e' complice del mercato
degli stupefacenti e delle sue articolazioni, legali o meno che siano.
Che qualche magistrato cavalcasse la legalita' violata non e' cosa nuova, ma
gli avvenimenti di questa mattina come quelli del 19 dicembre al Leoncavallo
sono gia' la velata ammissione di una statuale sconfitta.
Per questo all'interno del "Legalize It!" abbiamo programmato alcuni
incontri a cui abbiamo invitato rappresentanti della cultura, della politica
e della medicina tra cui Don Luigi Ciotti, l'On. Corleone, l'Avv. Pisapia,
il Dott. Arnao etc.

CENTRO SOCIALE LEONCAVALLO
--------------------------------------------------------
European Counter Network - Milano
--------------------------------------------------------