(it) bollettino comitato difesa anarchici giugno 1996

luc pac (lucpac@freenet.hut.fi)
Sun, 23 Jun 1996 23:22:24 +0200


bollettino del COMITATO DIFESA ANARCHICI

Il bollettino illustra la situazione dei detenuti anarchici, i=20
processi e le situazioni repressive; esce irregolarmente,=20
circa ogni 2 mesi o quando si verificano gravi episodi=20
repressivi; il bollettino e' gratuito, per averlo=20
regolarmente basta richiederlo.

Questa edizione e' del MAGGIO- GIUGNO 1996

IL COMITATO DI DIFESA DEGLI ANARCHICI
si e' formato nel febbraio 1992 e si pone l'obiettivo di sostenere=20
sia dal punto di vista giuridico che da quello finanziario gli=20
anarchici detenuti. Per quanto concerne l'assistenza legale=20
abbiamo cercato la collaborazione di diversi avvocati in tutta=20
Italia che potessero aiutarci, anche solo in senso logistico, per=20
una prima assistenza e appoggio locale, i quali potrebbero=20
essere eventualmente coadiuvati da due altri avvocati del=20
Comitato che si sono resi disponibili a seguire in modo completo=20
e costante ogni vicenda, qualora non ci sia altro appoggio o=20
qualora i singoli avvocati ne abbiano necessita'.

Ovviamente, pur disponendo di diverse adesioni, non siamo=20
ancora in grado di coprire l'intero territorio nazionale. Chiediamo=20
quindi a coloro che ne conoscano, di indicarci i nominativi di=20
avvocati che eventualmente vogliano e possano essere=20
disponibili nel modo e nella forma da loro decisa.

Chiediamo, inoltre, dato che il Comitato e' autofinanziato, un=20
sostegno economico di qualsiasi entita' a chiunque sia=20
interessato: i finanaziamenti fino ad ora giunti provengono da=20
concerti svoltisi in posti occupatii, da autoproduzioni-benefit, da=20
redazioni di giornali/fanzines e da contributi volontari. Abbiamo=20
aperto un conto corrente postale e sono disponibili, su richiesta,=20
dei bollettini postali prestampati: farli circolare con la copia di=20
questo comunicato e' auspicabile.

Ultimo e importante, le informazioni: queste, per la dinamica=20
propria del Comitato, provengono soprattutto dai singoli che=20
siano a conoscenza di tutto cio' che ci puo' riguardare, quindi=20
dagli arresti veri e propri alle date dei procedimenti penali, dalle=20
condizioni dei prigionieri ai contatti specifici con chi ne sostiene=20
la difesa in loco, ecc. Allora fatevi sentire per dare e ricevere=20
informazioni.

Per i versamenti:
CONTO CORRENTE POSTALE n. 14385108
intestato a: MARIO ANZOINO, Via Nizza 27, 10125 TORINO
(Importante: scrivere "pro Comitato" solo sul retro del=20
bollettino!)

Per informazioni, per ricevere altre copie e
aggiornamenti di questo pieghevole scrivere a:

COMITATO DIFESA ANARCHICI
c/o EL PASO OCCUPATO, VIA PASSO BUOLE 47,=20
10127 TORINO. TEL. 011-317.41.07

La BIBLIOTECA ANARCHICA DI SOLIDARIETA'

nasce nel 1993 per iniziativa di alcuni anarchici e si propone di=20
solidarizzare concretamente con i detenuti mettendo loro a=20
disposizione gratuitamente testi, libri, giornali di carattere=20
anarchico e libertario. A tutti i carcerati che lo richiedono, viene=20
inviato il catalogo (che contiene, al momento, circa 150 testi ed=20
un indirizzario dei giornali e delle riviste anarchiche che=20
sottoscrivono abbonamenti gratuiti per i carcerati) da cui=20
scegliere i volumi che interessano, che vengono spediti=20
gratuitamente. Ai detenuti non si chiede la restituzione dei libri,=20
che tra l'altro comporterebbe una spesa spesso insostenibile,=20
ma li si invita, nel limite del possibile, a farli circolare a loro volta.

Fino ad oggi, un buon numero di case editrici di
movimento, di individualita' e gruppi ha mostrato interesse attivo=20
nei confronti di questo progetto, interamente sostenuto da=20
donazioni o iniziative benefit. E' altresi' importante sottolineare il=20
fatto che la "gestione" ed il sostentamento della Biblioteca=20
avvengono in maniera antiautoritaria essi stessi, ovvero con=20
spontanea rotazione di tutti coloro interessati a collaborare,=20
senza capi ne' ruoli prestabiliti.

Dall'interno delle prigioni, un numero sempre
crescente di persone scrive alla Biblioteca per richiedere libri,=20
segnalare altri indirizzi di persone interessate, consigliare=20
ulteriori testi, ecc., e vengono fatti girare, nelle carceri, sempre=20
piu' cataloghi, libri e stampati. L'interesse riscosso da questo=20
progetto e' notevole, non solo tra i detenuti di idee anarchiche=20
ma anche tra molti cosiddetti "comuni".

Se vuoi sostenere anche tu questo progetto puoi farlo inviando=20
dei contributi in denaro (soprattutto in considerazione della=20
crescita ormai quasi esponenziale della quantita' di testi che=20
vengono inviati), organizzando iniziative di informazione e=20
benefit, segnalando il recapito di detenuti che possono essere=20
interessati e/o facendoci avere libri (in linea di massima=20
preferibilmente di carattere libertario) da inserire nel catalogo.

L'indirizzo cui fare riferimento e' il seguente:
STEFANO FRONGIA, CAS. POST. 145, 12100=20
CUNEO.

----------------AGGIORNAMENTI DA E ATTORNO AL CARCERE--------

Daniele Marra, obiettore totale latitante da un anno=20
(condannato per rifiuto dell'obbligo di leva), e' stato=20
arrestato all'inizio di aprile; dopo aver passato 2 mesi nel=20
carcere di Sulmona dovra' scontarne altri 4 in "affidamento=20
in prova" ai servizi sociali nella propria citta'.

Dopo la seconda condanna a Trento Jean, Christos, Carlo e=20
Antonio sono stati trasferiti, Jean e' tornata a Opera,=20
Christos si trova a Novara assieme a Marco Camenisch=20
(Martino): Antonio e' stato immediatamente trasferito nella=20
sezione speciale e sottoposto a censura per la=20
corrispondenza; lo stesso provvedimento e' stato applicato=20
dal 18 marzo contro Christos e Martino: per un minimo di 6=20
mesi a tutti e tre verra' censurata la posta in uscita e in=20
arrivo. Tutti e tre inoltre sono stati minacciati di essere=20
sottoposti all'articolo 41 bis che prevede l'isolamento, il=20
divieto di partecipare ad attivita' collettive, l'ora d'aria in=20
solitudine e la limitazione dei colloqui ai soli genitori, il=20
tutto motivato con indefinite "ragioni di sicurezza"=20
"...potendo essere contenuti nella corrispondenza elementi tali=20
da determinare pericolo per l'ordine e la sicurezza dell'istituto...".=20
Inutile dire che tutto cio' non puo' non essere collegato=20
alla montatura in corso e ai rapporti di solidarieta' con gli=20
anarchici detenuti. I 5 di Rovereto saranno inoltre=20
processati il 16 Gennaio '97 sempre a Rovereto per=20
ricettazione riguardo alle armi usate durante la rapina di=20
Serravalle.

Massimiliano Terzi e' stato condannato a 5 mesi per non
essersi presentato presso l'ente dove doveva svolgere=20
servizio civile; quindi non essendo piu' obiettore di=20
coscienza ricevera' un'altra cartolina militare.
=20
Edoardo Massari (Baleno) ha ottenuto la semiliberta',=20
mentre ricordiamo che il 20 maggio a Ivrea si e' aperto (ed=20
e' subito stato rinviato al Febbraio '97) il processo a 16=20
persone imputate di lesioni etc. per il corteo in suo=20
sostegno avvenuto nel dic. '93 e conclusosi con 9 sbirri=20
all'ospedale. Michele Pontolillo e' tornato libero il 13=20
maggio.

Irruzione dei CC il 29 Aprile al Laboratorio Anarchico di=20
Cuneo: per il reato di stampa clandestina (su un volantino=20
c'era 'solo' data e luogo di stampa...) hanno inquisito 5=20
persone e, dopo aver divelto le porte, hanno sequestrato=20
140 oggetti -tra i quali addirittura penne e matite- e=20
devastato tutto il rimanente. Durante il corteo organizzato=20
per l'occasione a Cuneo il 11 maggio ci sono stati scontri=20
con la polizia schierata in forze.

In Abruzzo dall'inizio di aprile e' attivo il Comitato=20
Antimilitarista Anarchico Abruzzese, che ha costituito un=20
gruppo di appoggio agli obbiettori detenuti a Sulmona=20
(luogo deputato ad ospitare tutti gli obiettori totali): questo=20
comitato manterra' i contatti con i detenuti e inoltre puo'=20
offrire a chi lo richieda un sostegno legale; ottima anche=20
l'iniziativa di mettere a disposizione dei familiari dei=20
detenuti un alloggio per le visite. Contatti: Stefano Fosco,=20
Via S. Maria 6, 66010, ARI (CH) oppure Massimo=20
085/837.995.

In Sardegna il 4 giugno sono state effettuate 5 perquisizioni =20
(2 anarchici, un indipendentista ed altre due persone) il=20
tutto relativo all'attentato avvenuto sotto le elezioni contro=20
il municipio di Cagliari che fungeva da centro di raccolta=20
dati.

Michele Pircher =82 stato condannato a Torino dal Tribunale=20
Militare l'8 maggio a 4 mesi per rifiuto dell'obbligo di leva=20
; precedentemente era gia' stato condannato dal tribunale=20
civile di Verona a 1 anno e 4 mesi per essersi rifiutato di=20
prestare servizio civile.=20

Piero Tognoli verra' processato a Massa il 2 Luglio con=20
l'accusa di favoreggiamento -in riferimento alla latitanza di=20
Marco Camenisch-.=20

Dopo l'uscita dell'opuscolo "Con ogni=20
mezzo necessario", in attesa che a=20
Settembre riparta il settimanale anarchico=20
Canenero (ci sara' una riunione a fine=20
estate nei locali della futura redazione a=20
Firenze: interessati e distributori si tengano=20
informati), e' uscito IL PUGNALE ("Dieci=20
pugnalate alla politica"), numero unico di=20
12 pagine dedicato alla politica con=20
riflessioni e spunti (elezioni, vertice=20
europeo, giustizia, nucleare, Unabomber,=20
repressione...). Senza prezzo - offerta=20
libera, per averlo contattare El Paso.

Viste le numerose richieste di informazioni=20
che giungono dall'estero, c'=82 urgente=20
bisogno di persone che possano tradurre in=20
inglese, francese, spagnolo e tedesco=20
materiale del CDA e dell'opuscolo "Con=20
ogni mezzo necessario". Fatevi sentire

------LO SCHEDARIO------------------

Il 19 settembre 1994, gli anarchici Antonio Budini, Jean Weir,=20
Christos Stratigopulos e Carlo Tesseri vengono arrestati dopo=20
una rapina alla Cassa Rurale nei pressi di Rovereto. Per=20
Antonio, Jean e Christos tre anni e quattro mesi di prigione. Per=20
Carlo, gia' condannato per rapina, quattro anni.

"E' facilmente intuibile che si sta preparando una montatura
nei nostri confronti: cercano di accollarci i loro casi irrisolti che=20
hanno nel cassetto e, indagando nella sfera delle nostre=20
amicizie, cercheranno di coinvolgere altri compagni a=20
sostegno della loro tesi accusatoria e delle loro illazioni. Siamo=20
convinti della necessita' di una mobilitazione per spezzare=20
questa criminalizzazione, mobilitazione che non deve=20
interessare prettamente questo caso, ma indirizzarsi anche=20
verso altri campi. Buon lavoro, compagni." (dalla dichiarazione=20
comune degli arrestati, ottobre '94).

Parole purtroppo profetiche: grazie alla "pentita" che,
istruita a dovere dalla polizia si e' autoaccusata, sono stati=20
condannati il 31Gennaio 96 per altre due rapine: 6 anni e mezzo=20
a Jean, Christos e Antonio, 7 a Carlo, recidivo.

Incriminati dalla "pentita" anche Guido Mantelli e Roberta Nano=20
di Cuneo ed Emma Sassosi di Roma. La collaboratrice di=20
giustizia -che, anche se colpevole non subira' pene e sta gia'=20
percependo uno stipendio dallo Stato vivendo protetta sotto=20
falso nome- e' stata controinterrogata dai difensori dei 4 per=20
teleconferenza, come nei grandi processi per mafia, ed ha=20
offerto una testimonianza di una falsita' vergognosa. Non ha=20
praticamente ricordato nessun particolare oltre ai nomi dei=20
presunti responsabili. Non si ricorda neanche se ha sparato;=20
per avere il testo della sua testimonianza-che per carenza di=20
spazio non inseriamo qui- procuratevi l'opuscolo sul caso (vedi=20
sotto).

Avendo ormai deciso che costei e' credibile, il resto=20
dell'indagine sulla banda armata anarchica puo' andare avanti: il=20
magistrato Marini, che fece partire una quarantina di=20
perquisizioni ad anarchici nel Novembre '95, potra' provare le=20
sue accuse, che vanno dalla "banda" all'associazione=20
sovversiva, alle rapine, tentati omicidi, attentati, oltre alla=20
detenzione di armi ed esplosivi. Pur non avendo mai specificato=20
queste accuse notificate nel Nov. scorso -non c'e' il nome della=20
"banda", n=82 accenni agli attentati e alle rapine che gli inquisiti=20
avrebbero compiuto-, ha fatto sapere tramite i giornali (3=20
Gennaio '96) che su suggerimento del Procuratore fiorentino=20
Pierluigi Vigna, il"cacciatore di anarchici", sta indagando anche,=20
su alcuni sequestri di persona (Silocchi, Belardinelli, Perrini e=20
Ricca) e su due autobombe (Milano '88 e Roma '89). I giornali si=20
sono buttati a pesce su questa abbondanza di intrighi morbosi=20
politico-criminali, sprecandosi in falsita', servilismo ed idiozie.=20

Anche per protestare contro l'atteggiamento dei media giovedi'=20
25 Gen. '96 una cinquantina di anarchici hanno occupato per=20
una decina di ore la redazione romana del Manifesto,=20
pretendendo e ottenendo la pubblicazione integrale (sino ad=20
allora negata e censurata dai "compagni") di un volantino sulla=20
faccenda.

Il 31 Gennaio a Trento all'ultima udienza erano presenti decine=20
di anarchici che hanno atteso il verdetto fin quasi alla=20
mezzanotte -la polizia ha dovuto caricare all'interno del tribunale:=20
due feriti. Su tutta questa montatura e' stato stampato in 25.000=20
copie un opuscolo dal titolo "Con ogni mezzo necessario" che=20
raccoglie cronologia, articoli, comunicati e volantini dei processi,=20
delle azioni di solidarieta', delle dichiarazioni degli imputati.

Christos, assieme a Martino, ha effettuato nel carcere di=20
Novara uno sciopero della fame dal 3 sino a fine Gennaio per=20
protestare contro le condizioni in cui sono costretti a vivere=20
(vedi nota su Martino).
=20
ANTONIO BUDINI, CASA CIRCOND. VIA PRATI NUOVI, 27058=20
VOGHERA
CHRISTOS STRATIGOPULOS, VIA SFORZESCA 49, 28100 NOVARA=20
JEAN WEIR, VIA CAMPORGNAGO 40, 20090 OPERA (MI)
CARLO TESSERI, VIA G. LEOPARDI 2, 61034, FOSSOMBRONE (PS)

'Martino' Marco Camenish, ribelle allo stato ed alle multinazionali=20
responsabili dell'asservimento e della distruzione del pianeta,=20
viene arrestato in Svizzera l'8 gennaio 1980 con l'accusa di=20
aver compiuto un attentato dinamitardo ai danni della centrale=20
idroelettrica Sarelli, in prossimita' del confine tra il Canton San=20
Gallo e quello dei Grigioni. Martino viene processato e=20
condannato a dieci anni di carcere da scontare nella prigione di=20
Regensdorf. Ma e' da questo lager di stato che egli evade due=20
anni dopo, insieme ad altri cinque detenuti. Nel corso=20
dell'evasione una guardia carceraria viene ferita a morte. Dopo=20
l'evasione, Martino rimane latitante per circa dieci anni.

Il 5 novembre 1991, dopo un violento conflitto a fuoco
con i carabinieri, viene arrestato in localita' Cinquale di=20
Montignoso (Massa Carrara), insieme ad un altro compagno:=20
Giancarlo Sergiampietri. Dopo l'arresto e l'identificazione=20
Martino viene accusato, oltre che di tentato omicidio, detenzione=20
d'armi e di materiali esplodenti, anche di essere l'autore di una=20
serie di attentati a tralicci dell'alta tensione e ripetitori della Rai,=20
che negli ultimi anni si erano verificati in varie zone d'Italia ed in=20
particolar modo in Toscana. Per questi reati, Martino e' stato=20
condannato nella primavera del 1993 a 12 anni di carcere e al=20
risarcimento di 400 milioni di lire nei confronti dell'Enel.

Nel frattempo le autorita' elvetiche hanno chiesto ed
ottenuto al governo italiano la sua estradizione accusandolo,=20
senza prove, dell'uccisione di un doganiere svizzero.

Sempre nel corso del 1993 Martino ha portato avanti
due scioperi della fame complessivamente durati ben 50 giorni,=20
per protestare contro le condizioni disumane di San Vittore,=20
chiedendo il trasferimento in un altro carcere con piu' socialita' e=20
detenuti a lui affini. Grazie alla mobilitazione solidale all'esterno=20
ma in particolar modo alla sua determinazione Martino ha infine=20
ottenuto il trasferimento al carcere di Novara. Cosi' come altri=20
ribelli sociali non compromessi, anarchici, sepolti nelle galere,=20
Martino paga la sua volonta' di opposizione radicale allo Stato.
Anche Martino e' stato perquisito in cella e indagato il 16=20
Novembre nel corso della montatura Marini.

Dal 3 sino alla fine di Gennaio ha effettuato con Christos un=20
altro sciopero della fame contro le condizioni dl carcere lager di=20
Novara: nessuna attivita' sociale, divieto di avere attrezzi per=20
attivite' ludiche, artistiche, manuali o di lavoro, deprivazione del=20
sonno tra urla e prove d'allarme, controlli corporali e col metal=20
detector, isolamento totale dall'esterno anche grazie all'assenza=20
e all'asservimento del servizio sociale, attese di mesi per visite=20
interne e esterne con personale e strutture interne insufficiente=20
e irresponsabili; (pur essendo in precarie condizioni di salute a=20
Martino non vengono fatti passare medicinali omeopatici=20
perche' "non controllabili", ma a tutti vengono somministrati=20
psicofarmaci). Nella sala colloqui del carcere di Novara -uno dei=20
"carceri d'oro"- non c'e' posto per sedersi, e dopo la legge=20
Martelli-Scotti del '92 ogni prospettiva di reinserimento dei=20
detenuti e' scomparsa: Novara e' solo un punto di passaggio=20
per L'Asinara.

Vista l'opera di diffamazione svolta anche nei suoi
confronti chiede che gli si invii ogni articolo di giornale in cui si=20
parla di lui come di pregiudicato per omicidio o sequestro di=20
persona o altro. Assieme a Christos ha denunciato la censura=20
postale alla quale e' sottoposto dal 18/3 e che potrebbe=20
estendersi (art. 41 bis) all'isolamento, ora d'aria in solitudine e=20
restrizione delle visite ai soli genitori: tutto per la 'sicurezza' del=20
carcere.

E' importante solidarizzare con lui, anche perche' lettere e=20
telegrammi sono un buon strumento di pressione per far capire=20
a guardie e direzione carceraria che Martino non e' solo. =20
MARCO CAMENISCH, VIA SFORZESCA 49, 28100,
NOVARA.

Accusato di una serie interminabile di rapine, Horst Fantazzini e'=20
in galera dal 1967. Quasi trent'anni in cui le condanne sono=20
andate accumulandosi in seguito a numerosi, piu' o meno=20
riusciti, tentativi d'evasione ed altre tenaci lotte e rivolte nelle=20
carceri-lager speciali. Verra' processato il 28 settembre=20
prossimo a Latina insieme a Tesseri e Campo con l'accusa di=20
aver rapinato una banca nel periodo di liberta' (un anno esatto)=20
che si e' guadagnato nel '90 non tornando in carcere da un=20
permesso.=20

Nello stesso carcere San Michele e' rinchiuso FRANCO=20
FIORINA, un comunista libertario arrestato nel 1983, dopo tre=20
anni di clandestinita', nel corso di un conflitto a fuoco con i=20
carabinieri. E' accusato di essere stato a capo dei Colp=20
(Comunisti Organizzati per la Liberazione del Proletariato).=20
HORST FANTAZZINI e FRANCO FIORINA:
C/O CARCERE SAN MICHELE, 15040 ALESSANDRIA.

Nel luglio 1990 viene rapita, a Parma, Mirella Silocchi, moglie di=20
un facoltoso industriale. Nel corso dei primi venti mesi le indagini=20
non arrivano a niente. Poi, il questore Improta delinea una sua=20
tesi, in base alla quale i responsabili si devono cercare=20
all'interno delle comunita' sarde, con l'implicazione -in questi=20
casi e' sempre meglio abbondare- di anarchici e armeni. Si=20
scatena una montatura allucinante, grazie anche al contributo di=20
personaggi soggiogati e ricattati dai Servizi segreti e dalle forze=20
dell'ordine, che vedrebbe coinvolti l'Anonima Sequestri Sarda ed=20
un fantomatico "Gruppo Anarchico Romano". Il processo di=20
primo grado, tenutosi a Parma in un clima di terrore, e' poco piu'=20
di una farsa con testimoni non presentati o lasciati=20
nell'anonimato piu' assoluto, con la difesa impossibilitata a=20
provare l'estraneita' degli imputati al processo dato che l'accusa=20
non fornisce prova alcuna della loro implicazione. Le condanne=20
sono pesantissime: 6 ergastoli (Garagin, Staffa, Sanna, Porcu,=20
Goddi, Scrocco) e 22 anni a Orlando Campo; diversi sono alla=20
latitanza. Nel febbraio '95, a Bologna, la giuria d'appello=20
conferma le condanne di Parma con due "varianti": Staffa si e'=20
visto ridurre la pena dall'ergastolo a 30 anni e Giovanni Barcia,=20
che era stato assolto, e' stato condannato all'ergastolo.

La conclusione del processo di Bologna dimostra
l'importanza marginale che gli aspetti tecnici hanno in un=20
processo di questo genere, gia' deciso in partenza sulla base di=20
una tesi repressiva del tutto priva di riscontri concreti.

Per una piu' dettagliata conoscenza dell'intera vicenda ed una=20
sua analisi e' disponibile il bell'opuscolo "Nuova inquisizione e=20
ribellione sociale. Il processo per il sequestro Silocchi" a cura=20
del Comitato di Solidarieta' con il Proletariato Prigioniero Sardo=20
Deportato e dell'Unione degli Anarchici Sardi, da richiedersi,=20
con un contributo per le spese postali a: Costantino Cavalleri,=20
via M. Melas 24, 09040 Guasila (CA) o all'indirizzo della=20
Biblioteca di Solidarieta'. La montatura Marini ha colpito=20
ovviamente anche Campo (nonche' suo fratello, tutto fa brodo=20
per gli inquisitori) che e' stato perquisito in cella .

Per contattare Campo e Garagin (il cui vero nome, non storpiato=20
dall'anagrafe italiana, e' Cricorian Karechin):
ORLANDO CAMPO, VIA DELLE MACCHIE 9, 57100 LIVORNO
GREGORIAN GARAGIN, VIA G. LEOPARDI 2, 61034 FOSSOMBRONE=20
(PS).

Marco Spazzini, del Collettivo Valdostano "Piloto Io" e' stato=20
arrestato mercoledi' 28 Febbraio dalla polizia nella propria=20
casa: la Corte di Cassazione gli ha infatti negato la liberta'=20
condizionale riguardo alla condanna di 4 mesi per l'occupazione=20
-avvenuta nel 1993- della Torre dei Balivi, occupazione per la=20
quale ben 13 membri del Piloto Io furono arrestati dopo uno=20
sgombero cui avevano resistito attivamente dai tetti: rimasero in=20
carcere a Brissogne per quasi un mese (fatto unico in Italia) cui=20
seguirono svariate settimane di arresti domiciliari. Furono quindi=20
condannati per occupazione e resistenza. Ora, dopo anni, il=20
carcere per Marco, che comunque non sembra essere l'unico=20
che corre questo rischio, dato che quasi tutti gli altri componenti=20
del Piloto Io sono pregiudicati. Nel Capodanno '93- '94 si svolse=20
davanti al carcere di Brissogne una manifestazione cui=20
parteciparono piu' di un centinaio di anarchici di tutta Italia:=20
anche stavolta, a maggior ragione dato il tempo trascorso da=20
questi episodi, e' necessario manifestare solidarieta' a Marco. Il=20
suo indirizzo:
MARCO SPAZZINI, CASA CIRCONDARIALE DI BRISSOGNE (AOSTA)

Attenzione: si sta progettando per=20
Settembre un incontro-festa di due-tre=20
giorni dei sostenitori del CDA, tenetevi=20
informati se volete partecipare.