arresto a trieste

European Counter Network (Pierangelo.Rosati@padova.ccr.it)
Wed, 3 Apr 1996 02:22:08 +0200


also at http://www.geocities.com/Hollywood/2638/last.html

LA MISURA E' COLMA!!!
Questa mattina alle ore 9 una squadra composta da otto militari dell'Arma
dei Carabinieri si e' presentata presso la libreria INDERTAT per prelevare
Andrea, compagno tra i piu' noti in citta' per il suo impegno nelle lotte
sociali. Gli e' stata notificata una "ORDINANZA DI APPLICAZIONE DELLA MISURA
CAUTELARE DEGLI ARRESTI DOMICILIARI" emessa dal Giudice per le Indagini
Preliminari dott. Raffaele Morway. La misura e' stata presa in relazione
agli scontri con le cosiddette forze dell'ordine avvenuti sabato 16 marzo
nel corso della manifestazione indetta dal Collettivo Spazi Sociali per la
conquista di un Centro Sociale Autogestito a Trieste.
L'iniziativa, partita dall'Arma dei Carabinieri e subito accolta dal P.M.
Federico Frezza addirittura con la richiesta di arresto in carcere poi
mediata dal G.I.P., si basa sulla "PERICOLOSITA' SOCIALE" di Andrea e sul
pericolo che gli episodi in questione si ripetano a causa del suo
"ASCENDENTE" nei confronti di chi manifestava. Ora Andrea si trova
forzatamente sequestrato tra le quattro mura domestiche dopo aver subito le
perquisizioni della sua abitazione e del posto dove lavora (la libreria):
l'esito delle perquisizioni alla ricerca di schiaccianti prove a suo carico
e' stato naturalmente negativo. Si contestano ancora solo e soltanto a lui
quattro capi d'imputazione: aggressione, oltraggio, lesione e istigazione.
Non possiamo non ritenere il provvedimento come un vero e proprio SEQUESTRO
DI PERSONA che fin troppo ricorda il CONFINO usato nel ventennio fascista
nei confronti degli oppositori. In tutti questi giorni l'attivita' di Andrea
come delle centinaia di giovani impegnati nelle lotte sociali e nello
specifico per aprire un Centro Sociale in citta' e' stata pubblica ed agita
alla luce del giorno, come dimostrano tutte le nostre ultime iniziative.
Adesso LA MISURA E' COLMA: l'esperienza decennale dei centri sociali in
Italia e' ormai una presenza data, se ne contano piu' di 150 su tutto il
territorio nazionale inseriti in quelli che sono i meccanismi di regolazione
del controllo dei territori. Ma a Trieste si continua a delegare alla
magistratura e a corpi dell'esercito la questione. Lo diciamo a chiare
lettere: NOI NON CI STIAMO! ANDREA DEVE TORNARE LIBERO, IL CENTRO SOCIALE
DEVE DIVENTARE UNA REALTA'!

CONVOCHIAMO PER IL 29 MARZO ALLE ORE 13 PRESSO LA LIBRERIA INDERTAT IN VIA
FELICE VENEZIAN 7, UNA CONFERENZA STAMPA E PER SABATO 30 DALLE ORE 16 UN
PRESIDIO IN PIAZZA DELLA BORSA A CUI SONO INVITATI I COMPAGNI DELLE REALTA'
ANTAGONISTE DEL RESTO DEL PAESE E TUTTE LE ASSOCIAZIONI CITTADINE CHE CI
SONO STATE VICINO IN QUESTI GIORNI.

HASTA SIEMPRE!

COLLETTIVO SPAZI SOCIALI e RADIO ONDA LIBERA 89MhZ TRIESTE
MELTING DEI CENTRI SOCIALI DEL NORD-EST

European Counter Network
Italian section - Padova
BBS +39 49 8647461
e-mail: calusca@iperv.it
http://www.geocities.com/Hollywood/2638/ecnpd.html