(it) Torino: contro l'Europa di Maastricht

Alessandro Lomazzi (dad0872@comune.bologna.it)
Thu, 14 Mar 1996 10:35:01 +0100


Arsenico e nuovi belletti: Torino si rifa' il trucco per il vertice
dell'Unione Europea

Torino si e' trasformata in un gigantesco cantiere per ospitare il 29 marzo
il vertice dell'Unione Europea: la vecchia capitale sabauda, la capitale
dell'auto, rifa' la facciata alle strade e agli edifici del centro,
sovvenziona i commercianti perche' costruiscano nuovi dehor per meglio
accogliere gli "ospiti" stranieri.
La giunta Castellani fa le cose per bene: le grandi pulizie non si limitano
ad una mano di bianco ma vanno piu' a fondo con la ripulitura dell'ultimo
angolo di centro dalla sgradita presenza di immigrati e ambulanti.
E' un'operazione da 35 miliardi, che saranno pagati dai lavoratori con i
previsti aumenti delle tasse sulla casa, l'acqua, le mense scolastiche. 35
miliardi per rifare il lifting al centro storico di una citta' in cui
sempre piu' evidente e' il degrado delle periferie, una citta' che anche
visivamente diviene sempre piu' lo specchio di un'Europa che sara' sempre
piu' divisa in centri e periferie, in aree pregiate e zone in cui
regneranno disoccupazione, sottoccupazione e precariato.
Torino, citta' europea, sospende il pagamento dell'anticipo sull'indennita'
d'accompagnamento agli invalidi, citta' europea dove le case popolari
cadono a pezzi, citta' europea nelle cui mense scolastiche non sono rari i
casi di avvelenamento. Torino, citta' europea, si da' il belletto.
La giunta Castellani si mostra a volto scoperto: a braccetto con i poteri
forti, inamovibili della citta' (la Fiat) e nessuna considerazione per chi
deve campare con un milione e quattro al mese, per i precari a vita, per i
disoccupati. Di questi ultimi si occupano solo poliziotti e magistrati:
sono 400 le denuncie a disoccupati e operai per le manifestazioni degli
ultimi due anni.
Castellani e la sua giunta sono in perfetto sintonia con l'Europa disegnata
dal trattato di Maastricht, un trattato che impone vincoli che sono
all'origine delle politiche dei governi che hanno tartassato il paese negli
ultimi anni.
Amato, Ciampi, Berlusconi e Dini con la complicita' dei sindacati di stato
(Cgil, Cisl e Uil) hanno eliminato la scala mobile, legalizzato il lavoro
precario, tagliato sanita' e pensioni.
In cambio i lavoratori hanno visto diminuire i loro salari reali, aumentare
l'orario di lavoro, la disoccupazione dei propri figli, il costo della
vita.
Queste scelte politiche non sono tanto differenti da quelle adottate in
Inghilterra o in Francia.
Ben lo sanno i lavoratori francesi che ai tagli dettati dalla scelta di
Maastricht si sono ribellati con scioperi, manifestazioni, barricate.
La febbre della repubblica presidenziale, la tentazione plebiscitaria, la
voglia di democrazie blindate e' il chiaro indice della propensione a
trattare i problemi sociali come questioni d'ordine pubblico.
Liberismo e manganello e' una ricetta che trova concordi le sinistre non
meno delle destre, D'Alema non meno di Berlusconi.
E' una ricetta indigesta per chi, estraneo alle seduzioni del potere ed ai
trasformismi della politica, ha visto ogni giorno peggiorare le proprie
condizioni di vita, e' una ricetta contro la quale occorre costruire
un'opposizione vera.
Non rassegnamoci ad un'Europa di centri e periferie, un'Europa aperta alla
circolazione delle merci e chiusa agli immigrati.
Non rassegnamoci alla Torino citta' vetrina, alla Torino di Castellani e
Agnelli.
Non facciamo la fine del popolo bue che plaude ad ogni matrimonio del nuovo
re-tiranno!
Boicottiamo la loro festa!

* Venerdi' 22/3: assemblea su "Torino e le macroregioni. Dalla miseria
della Fabbrica alla fabbrica della miseria". CSOA Gabrio ore 21.00 (via
Revello 3 - Torino).
* Venerdi' 29/3: assemblea sulle "Strategie economiche dei padroni
dell'Europa". CSOA Gabrio ore 21.00.
* Sabato 30/3: corteo contro l'Europa liberista. Concentramento ore 14,30
in P.za Arbarello.
* Domenica 31/3: convegno internazionale delle esperienza di lotta
nell'Europa di Maastricht. Interverranno lavoratori di varie realta'
europee. CSOA Gabrio, ore 9,30.

Comitato cittadino contro l'Europa di Maastricht "Faranno a meno di noi".

Torino, 11/3/96

*******************

Sono richiesti contributi e adesioni: tutti i materiali devono essere
inviati al CSOA Gabrio, via Revello 3 - Torino.
(via Internet, come C. di Doc. Krupskaja di Bologna diamo la disponibilit=E0
della nostra E-mail - dad0872@iperbole.bologna.it - per la raccolta dei
contributi che gireremo poi direttamente ai compagni di Torino).

- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -

C E N T R O D I D O C U M E N T A Z I O N E

* * **** * * **** **** * * *** * ***
* * * * * * * * * * * * * * * *
** **** * * **** *** ** ***** * *****
* * * * * * * * * * * * * * * *
* * * * *** * **** * * * * *** * *

Centro di Documentazione Antimperialista "Krupskaja"
VIA LEVANTI 26/B * 40138 BOLOGNA
TEL + FAX 0039 51 6013010 * E-MAIL dad0872@iperbole.bologna.it
http://www.geocities.com/Hollywood/2607

++++ stop the execution of Mumia Abu-Jamal ++++
++++ if you agree copy these lines to your sig ++++
++++ see http://www.xs4all.nl/~tank/spg-l/sigaction.htm ++++
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -