ECN E-zine n.20 - gennaio '96

Cyber Joker (fam0393@comune.bologna.it)
Fri, 26 Jan 1996 01:36:02 +0100


ECN E-zine n.20 - gennaio '96
----------------------------------------------------------------------------
E-zine ECN - notizie e documenti dal movimento antagonista italiano=20
e' possibile ricevere l'E-zine direttamente al proprio indirizzo di E-mail
facendone richiesta a Cyber Joker <fam0393@iperbole.bologna.it >
i numeri arretrati sono inoltre disponibili presso=20
http://www.geopages.com/Hollywood/1984/cs.html
----------------------------------------------------------------------------

FIRENZE - 6 anni di autogestione nelle lotte quotidiane 40 denunce per la
difesa del centro sociale
FIRENZE - 24\01\1996 Comunicato stampa: Craxi ed i tangentisti sono
innocenti: siamo noin i veri delinquenti
MILANO - 24.01.96 Storie di ordinaria repressione
ROMA - MILANO - La repressione non ferma le lotte sociali
NAPOLI - Un CD per sostenere la lotta zapatista

----------------------------------------------------------------------------

FIRENZE
6 ANNI DI AUTOGESTIONE NELLE LOTTE QUOTIDIANE
40 DENUNCE PER LA DIFESA DEL CENTRO SOCIALE
Il 29 settembre 1989, dopo 9 anni di abbandono, un gruppo di giovani - nel
corso della rivolta popolare contro la localizzazione di un inceneritore nel
quartiere - occupa l'area della ex fabbrica EMERSON a Novoli: nasce cos=EC=
il
Centro sociale autogestito EX-EMERSON. Un posto strappato alla speculazione
e al degrado, diventato luogo di espressione antagonista fuori da ogni
logica di mercificazione; un posto dove =E8 stato possibile organizzare il
tempo libero attraverso la riconquista di spazi sociali per affermare una
qualit=E0 della vita messa sempre pi=F9 in pericolo da eroina,=
disoccupazione,
sfratti, inquinamento, speculazione edilizia - tutti problemi che nessuna
amministrazione negli anni ha dimostrato la volont=E0 di voler risolvere,=
anzi
ha contribuito ad aggravare. Un posto occupato per lottare contro
l'emarginazione giovanile,=20
economica e razziale; per sviluppare iniziative di solidariet=E0 ed=
affermare
bisogni e diritti che non trovano soddisfazione in una societ=E0 dove conta
solo il denaro; per combattere lo spaccio e il consumo di eroina che brucia
la vita di migliaia di giovani e permette affari miliardari ai
narcotrafficanti ed ai loro complici di stato; per dare libera espressione a
manifestazioni culturali ed artistiche (teatro, musica, pittura, fotografia)
senza trasformarle in merci da pagare=20
profumatamente. Un posto al di fuori e contro i partiti, nato da una precisa
esigenza sociale che si =E8 organizzata autonomamente e che lotta tutti i
giorni contro sfruttamento ed emarginazione. Il 20 luglio 1993 il Csa
Ex-emerson viene sgombrato all'alba da violente cariche di polizia e
carabinieri, ma l'esperienza e la pratica di 4 anni di occupazione e
autogestione non sono state fermate dalle cariche poliziesche, commissionate
dagli speculatori, dalla cecit=E0 e complicit=E0=20
della giunta comunale perch=E9 DOPO APPENA 4 ORE abbiamo occupato un'altra
area industriale dismessa: l'ex calzaturificio in Via N. da Tolentino nel
quartiere di Rifredi/Careggi.
Aver continuato a dar vita al Centro sociale da un'altra parte della citt=E0
ha significato per noi non solo continuare la battaglia per riaprire gli
spazi vuoti, ma lottare concretamente contro i padroni della citt=E0, per
contrapporsi alla logica che vede in nome del profitto tutto permesso,
tutto legittimo; ha significato continuare un percorso che porta il Csa a
diventare un punto di ricomposizione delle lotte sociali ed anche a
promuoverle in prima persona.La risposta a chi rivendicava questa
esperienza =E8 stata, a distanza di due anni, quaranta denunce.
L=92 udienza preliminare del 24 gennaio 1996 alle ore 9:00 rappresenta
l=92ennesimo tentativo di criminalizzare l=92esperienza dei centri
sociali.Quando lo stato si assolve dai "suoi" quaranta anni di stragi,
difendere uno spazio sottratto alla speculazione ed al degrado, difendere la
scelta di autodeterminazione della propria vita al di fuori delle logiche
dello sfruttamento =E8 reato;=20
assistiamo ad un nuovo capitolo dell=92illegalit=E0 di stato che si esplica=
in
operazione di vero e proprio squadrismo interpretabile nelle recenti regie
che hanno devastato il C.S.A. Leoncavallo e negli assalti polizieschi
davanti al parlamento contro qualsiasi cittadino si presenti a chiedere
dignit=E0 e lavoro.Difendere il C.S.A., solidarizzare con chi =E8 processato=
=E8 oggi=20
difendere noi stessi, la nostra capacit=E0 di reazione all=92ingiustizia e=
al
sopruso: chi sta a guardare diviene vittima di una repressione pi=F9 sottile=
e
pi=F9 violenta di quella dei manganelli che conduce alla fine di qualsiasi
forma di giustizia sociale.=20
PER QUESTO INVITIAMO TUTTI A PARTECIPARE AL PRESIDIO DAVANTI AL TRIBUNALE=20
FIRENZE IL 24 GENNAIO 1996 ALLE ORE 9:00.

Il Centro sociale autogestito Ex-emerson
ALTRE INIZIATIVE DEL CENTRO SOCIALE:
SABATO 20 GENNAIO 1996
ORE 20:30 CENA SOCIALE
ORE 22:00 CONCERTO NON STOP CON:
EMME, MAIS, MOTHER GOODS, VINSANTO, MONOXID
DOMENICA 21 GENNAIO 1996:
ORE 20:30 CENA SOCIALE
ORE 22:00 SPETTACOLO TEATRALE CON LA COMPAGNIA:
AKKARAB AKKAT
A SEGUIRE CONCERTO
LUNED=CC 22 GENNAIO 1996:PER IL CICLO I CLASSICI DELLA FANTASCIENZA:
ORE 22:00 FILM:VIAGGIO ALLUCINANTE

----------------------------------------------------------------------------

Firenze 24\01\1996

Comunicato stampa:

CRAXI ED I TANGENTISTI SONO INNOCENTI: SIAMO NOI I VERI DELINQUENTI

All'alba del 20 luglio 1993 la polizia ed i carabinieri sgomberano con una
serie di ripetute cariche il CSA Ex-Emerson dalla sede di via Bardazzi: 6
feriti e distruzione dei locali per far posto alla speculazione di SABATINI
che costruisce l'ennesimo centro commerciale, in un quartiere, Novoli, ultra
cementificato.
L'autogstione non venne cancellata da polizia e speculazione: lo stesso 20
luglio viene occupato un ex calzaturificio in via N. da Tolentino.
L'Ex-Emerson VIVE.
Oggi 24.01.96 40 compagne/i al G.I.P. per l'udienza preliminare accusati di
blocco stradale, incendio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale: la
loro violenza diventa giustizia, i feriti, isoggetti noti ai questurini sono
imputati.
In 2 anni e 6 mesi nessun "avviso di garanzia" per loro, nessuna possibilit=
=E0
di ricostruire i movimenti di ognuno in quella giornata:
bell'applicazione delle garanzie previste dal nuovo codice di procedura=
penale!
All'ingresso in aula, i poliziotti si sono sostituiti al personale del
tribunale pretendendo di perquisire le imputate e gli imputati.
La ferma opposizione degli imputati/e, la presenza attiva e solidale di
200/300 manifestanti ha bloccato questo tentativo di militarizzazione, la
sostituzione del potere esecutivo (polizia) a quello giudiziario.
L'udienza, caratterizzata dalla mobilitazione che =E8 terminata con un=
corteo
dal tribunale al centro cittadino, =E8 rinviata al 7 marzo.
Un grazie a tutti i centri autogestiti, al movimento di lotta per la casa a
tutti gli organismi ed i soggetti (consiglieri regionali, comunali e
circoscrizionali) che hanno sostenuto la difesa delle esperienze autogestite

----------------------------------------------------------------------------

Milano, 24.01.96

STORIE DI ORDINARIA REPRESSIONE

Continua l'azione repressiva di Magistratura e forze dell'ordine contro il
Centro Sociale Leoncavallo, i suoi frequentatori, i suoi militanti, i
gruppi musicali e teatrali che dimostrano la loro solidarieta' dopo la
devastazione del 19 dicembre.
Per quanto riguarda i compagni, segnaliamo come la Magistratura abbia
ripreso ad applicare il famigerato articolo 1, quello, per intenderci,
che, del tutto arbitrariamente, "invita a cambiare condotta", con la
minaccia di provvedimenti restrittivi della liberta' personale, il
tutto, ovviamente, seguendo la prassi delle misure cautelari, quelle cioe' a
cui si arriva=20
senza alcun tipo di processo o di indagine.
Per quanto riguarda invece gli artisti, segnaliamo come, dopo il concerto
di musica lirica effettuato nella serata di sabato, domenica mattina
uno degli artisti del gruppo, che aveva prestato il suo impiano al centro
sociale, sia stato prelevato da agenti della Digos e condotto in
questura, dove gli e' stata consegnata una denuncia per concorso
nell'organizzazione di spettacoli senza licenza, affitto di impianto senza
la necessaria autorizzazione, e disturbo della quiete pubblica (per un
concerto d'arpa!).=20
Tutto cio' sarebbe forse comico se non evidenziasse una recrudescenza
assai preoccupante dei meccanismi repressivi a Milano, la stessa che ci
vedra' venerdi' 2 febbraio a manifestare a Roma sotto la Corte di
Cassazione, che appunto quel giorno si riunira' per decidere sugli
arresti preventivi (anche qui in assenza di processo) per 9 compagni =
del=20
Leoncavallo, e che vedra'. nel caso tali arresti venissero effettuati, una
manifestazione nazionale dell'opposizione sociale a Milano in data ancora
da decidere.

Centro Sociale Leoncavallo

----------------------------------------------------------------------------
ROMA - MILANO

Venerdi' 2 febbraio la Corte di Cassazione decidera' sull'arresto
preventivo di 9 militanti del Centro Sociale Leoncavallo. =20
Arresti preventivi, quindi senza processo, contro quei soggetti e quelle
realta' che da sempre lottano per diritti sempre piu' negati da questo=
Stato.
Arresti preventivi che, nelle intenzioni di chi li ha richiesti, dovrebbero
coronare piu' di due anni di repressione a Milano, costituita dalle
migliaia di denunce, dalle decine di processi, dalle infamanti accuse di
spaccio di sostanze stupefacenti all'interno del Leoncavallo, dai blitz dei
reparti speciali di carabinieri e polizia, dalla devastazione totale del
centro dello scorso 19 dicembre.

LA REPRESSIONE NON FERMA LE LOTTE SOCIALI
Indiciamo una conferenza stampa in ponte radiofonico, con la possibilita'
per i giornalisti di essere presenti negli studi delle redazioni di Radio
Onda Rossa, Radio Citta' Futura e Radio Citta' Aperta, a Roma, il giorno
Giovedi' 1 Febbraio dalle ore 14.00, in preparazione della MANIFESTAZIONE
di Venerdi' 2 sotto la Corte di Cassazione.

RADIO ONDA ROSSA
Via dei Volsci 56
Tel 06-491750
Fm 93.400, 87.900

RADIO CITTA' APERTA
Via Casal Bruciato
Tel 06-4393512
Fm 88.900

RADIO CITTA' FUTURA
Tel 06-491437
Fm 97.700

----------------------------------------------------------------------------
NAPOLI

UN CD PER SOSTENERE LA LOTTA ZAPATISTA.

Dal 1 Gennaio 1994 la dignit=E0 dei popoli del Chiapas, stato del Messico
sud-orientale, si =E8 ribellata all' oppressione e alla miseria che il=
dominio
coloniale e lo sfruttamento capitalista gli hanno imposto per 500 anni.
Nasce cos=EC l' EZLN (Esercito Zapatista di Liberazione Nazionale) che si
distingue dalle altre esperienze di insurrezione armata dell' America
Latina, per=20
la modernit=E0 del discorso, della pratica e della prospettiva politica. L'
EZLN non lotta per la conquista del potere, ma per l'apertura di spazi di
libert=E0 nei quali sia la societ=E0 stessa a decidere il proprio destino,
contro le scelte di politica economica imposte dalla finanza internazionale
(Banca Mondiale, Fondo Monetario Internazionale). L'EZLN non si pone come=20
avanguardia o direzione, ma solo come una forza tra le altre che lottano per
migliori condizioni di vita, reale democrazia, libert=E0 e giustizia. Per
questo le sue speranze sono riposte pi=F9 nella comunicazione con le altre
forze di opposizione che non sull'uso diretto delle armi. Per questo molto
del lavoro e dell'intelligenza dell'EZLN sono dedicati all'innovazione dei
linguaggi e all'uso delle pi=F9 avanzate tecnologie di comunicazione, come=
le
reti telematiche, internet, le radio, il video. Nel corso di questi due
anni nascono in Italia vari comitati di appoggio alla lotta zapatista, che
si coordinano a livello nazionale per veicolare in Italia le informazioni
provenienti dal Messico e per portare avanti progetti di cooperazione e di
lotta contro un nemico che riteniamo essere comune.
Uno di questi progetti, promosso dal Leoncavallo di Milano e dal Laboratorio
Occupato SKA di Napoli, prevede la costruzione di uno spazio autogestito del
popolo chiapaneco nel villaggio di Oventic, Municipio Las Margaritas, nella
zona di Los Altos de Chiapas. In questo modo l'EZLN descrive la natura del
progetto:--Vi invitiamo a costruire molte Aguascalientes in risposta alla
distruzione di Aguascalientes di Guadalupe Tepeyac, e che queste
Aguascalientes siano nei centri di resistenza. Vogliamo dire alla societ=E0
civile: " costruiremo molte Aguascalientes e=20
abbiamo bisogno che tu ci aiuti. Avremo dei centri di resistenza e l=EC
vogliamo che tu (societ=E0 civile) ed io (EZLN) facciamo qualcosa insieme=
per
il benessere degli indigeni: costruiamo un buon ospedale che non sia del
governo, con medicine, dottori, attrezzature, ecc., con scuole e laboratori
di formazione, con giochi infantili e laboratori e scuole per donne, con un=
=20
suo cinema ed un suo teatro, i giochi sportivi e tutto. Per=F2 senza nulla=
del
governo. Cos=EC insieme costruiremo un posto dove il popolo comandi, dove si
veda che non abbiamo bisogno del governo, dove si veda che il popolo
messicano pu=F2 dialogare e fare accordi. Dove possiamo costruire la pace=
con
giustizia e dignit=E0 fra noi, senza il governo e senza eserciti e polizie.=
=20
Vogliamo dimostrare che il popolo pu=F2 tutelarsi da solo senza l' aiuto del
governo e vogliamo che ci aiutate a tenere alta la bandiera dello zapatismo,
la bandiera della dignit=E0 zapatista da molte parti. Se il governo vuole
attaccarci, dovranno distruggere non una sola Aguascalientes, ma molte,
dovranno distruggere scuole, biblioteche, ospedali, giochi infantili,
teatri, cinema, saloni da ballo, e dovranno mostrare al mondo il loro reale
volto: quello di assassini di tutto ci=F2 che significa umanit=E0".----
Aguascalientes =E9 il nome simbolo della prima costruzione realizzata
interamente dagli indigeni Chiapanechi nella selva Lacandona, che
comprendeva molti servizi ed una biblioteca, dove nell'Agosto del 1994 si
tenne la prima riunione della CND (Convenzione Nazionale Democratica), forza
civile di opposizione alla quale parteciparono pi=F9 di 5000 invitati di=
tutti=20
i movimenti sociali Messicani, convocati dall'EZLN.

Per finanziare la costruzione di queste nuove Aguascalientes lo SKA di
Napoli ed il Leoncavallo di Milano hanno pubblicato un libro (Edizioni
Spray, distribuzione Diest) dal titolo "El Sup, racconti per una notte di
asfissia" con le traduzioni dei racconti del Subcomandante Marcos pervenuti
in Italia tramite Internet. La prima edizione del libro (2000 copie) =E9=
stata=20
interamente venduta. La seconda edizione comprende una prefazione dello
stesso Marcos, una lettera dei comandanti dell'EZLN che spiega il progetto
dal loro punto di vista, ed un ipertesto per PC sulla lotta zapatista.
Inoltre =E9 stata realizzata una tourn=E9e del gruppo 9 Rain (ex Tuxedomoon)=
con
6 date in altrettanti centri sociali italiani; ed un calendario fotografico=
=20
realizzato dal Red 66 di Bari.
Insieme ai Bisca99Posse nasce l'idea di realizzare una Compilation musicale.
Chiediamo a tutti i gruppi sensibili alla lotta del popolo Chiapaneco,
Messicano e di tutti i popoli oppressi, di aderire all'iniziativa rendendosi
disponibili ad inserire un proprio brano (preferibilmente inedito) nel CD.
Per la distribuzione abbiamo pensato di contattare il Manifesto o
un'etichetta che ci assicuri il prezzo imposto, una distribuzione ampia e
capillare ed una adeguata promozione. Hanno fino ad ora aderito:
Bisca 99 Posse, Alma Megretta, Daniele Sepe, Speaker Zu.

Per contatti e adesioni:
Bisca99Posse email mmessina@synapsis.it tel 081/404280
Aula autogestita di Lettere e Filosofia email=
fsalvatore@vesuvio.synapsis.it
Per info sulla lotta del popolo chiapaneco:
email ezlnbsit@mbox.vol.it
Consolato Ribelle del Messico in Brescia tel 030/46596 =20

-------------------------------------------------------------------------
ECN Bologna (European Counter Network)=20
modem 051-520986 Controinformazione Antagonista
++++ stop the execution of Mumia Abu-Jamal ++++
e-mail fam0393@iperbole.bologna.it
http://www.geopages.com/Hollywood/1984/cs.html
http://www.geocities.com/Hollywood/2656
### B O Y C O T T S H E L L ### - remember Ken Saro Wiwa
-------------------------------------------------------------------------