(It) IN DIFESA DELLA CAUSA INDIGENA (2/2)

neil birrell (neil@lds.co.uk)
Thu, 4 Jan 1996 07:49:01 +0100


scanned article

A - 223
GENNAIO 1996

EDITRICE A
CAS. POST. 17120
20170 MILANO
telefono e fax (02) 28 96 627

IN DIFESA DELLA CAUSA INDIGENA

. esperienza millenaria=20

In Amazzonia, i popoli indigeni da molti anni denunciano la
distruzione della foresta, l'inquina-@ mento dei fiumi provocato dal
mercurio, la costruzione di grandi centrali idroelettriche nelle loro
terre e la pirateria genetica. In varie regioni gli indios stanno
implementando esperienze alternative nell'ambito di una agricoltura
auto-sostenibile e di uno sviluppo che non produce inquinamento e
che rispetta la natura. Sono stati necessari 500 anni, affinche'
scienziati e ricercatori si rendessero conto delle importanti
conoscenze accumulate dai popoli nativi rispetto agli ecosistemi
presenti nell'immenso continente americano. Sono conoscenze
accumulate e trasmesse da padre in figlio, su una grande quantita di
piante coltivabili e sulle migliori forme di sfruttament=F2 dei differenti
suoli, senza causare il loro esaurimento, come e invece accaduto con
le tecniche moderne. Lo sviluppo agricolo amazzonico importato
dai paesi ricchi causa l'eliminazione della diversi@a delle specie
vegetali, mediante l'imposizione di un numero limitato e controllato
di monocolture specifiche, altamente remunerative. La conseguenza e
la distruzione dell'ambiente. I popoli indigeni, al contrario, mostrando
profonda con=F3scenza dell'ecosistema in cui vivono, combinano nel
corso del tempo una varieta specifica di piante, coltivate durante
molti anni, cercando in questo modo di conservare la diversita della
vita vegetale. Esempio di ci=F2 sono gli indios dell'alto Ri o Negro,
nell'Amazzonia, vicino alla frontiera tra Brasile e Colombia.
Un'indagine realizzata tra sette popoli della regione, ha mostrato che
ciascuno di loro coltiva in media 22 varieta di mandioca.Nel Per=F9, gli
Aguaruna e gli Uambisa conoscono pi=F9 di 100 varieta di mandio@a
non tossica. Altri numerosi esempi potrebbero essere citati e,
nonostante le poche ricerche realizzate sul campo, e sorprendente il
numero di specie vegetali e erbe medicinali (e le relative qualita
alimentari e terapeutiche) conosciute dagli indios. Oltre alle
conoscenze accumulate nella loro esperienza millenaria, alcune delle
quali sono ormai patrimonio di tutta l'umanita e altre sono totalmente
ignorate, i popoli indigeni hanno sviluppato numerose forme di
organizzazione sociale politica ed economica. Sono per lo pi=F9
modelli di organizzazione che permettono una relazione armonica
con l'ambiente e nei quali l'accumulazione di beni e ricchezze non e
importante. Le esperienze e i modelli di organizzazione tradizionale
indigena furono totalmente disprezzati dalla civilta insediata in
America, a partire dalla conquista europea. Ancora oggi non viene
riconosciuta alla cultura indigena pari dignita. La ragione e molto
semplice: quello che hanno da offrire come popolo non ha valore di
mercato. Questo spiega in parte le ragioni per le quali non si vogliono
garantire agli indios le loro terre. La terra e le risorse minerarie hanno
pi=F9 valore di mercato della vita e della cultura di questi popoli. =20
Purtroppo e questa la logica dominante, presente nella maggior parte
dei paesi americani, che si e accentuata con l'onda liberista. Una
logica perversa, veicolata quotidianamente dai media, che non solo
discrimina i popoli indigeni, ma r@duce alla miseria assoluta milioni
di persone nel continente @a loro volta spinti, molto spesso, ad
invadere le terre degli indios, come nel caso dei garimpeiros in
Brasile, alla ricerca di oro e di diamanti 3. Ciascun popolo che
scompare rappresenta una perdita irrecuperabile di conoscenze
accumulate durante millenni, frutto di esperienze storiche uniche.
Sono saperi non solo limitati all'agricoltura ma relativi anche alla
fauna e alla flora, al clima alla medicina, all'astronomia, ecc..=20
che fare=20
Bisogna riscattare la storia, la conoscenza, le differenti forme di
organizzazione e valorizzare l'esperienza millenaria dell'America
indigena, ancora viva e presente nel continente. L'America di radici
indigene deve recuperare la sua identita e riscoprire i valori di base
della propria esistenza: l'ecologia spontanea, la vita comu-. nltaria,
l'equilibrio tra il religioso e il culturale l'antilucro e
l'anticonsumismo. Claude Le'vi-@trauss con la sua antropologia
strutturale ha dimostrato che non esiste una civilta =ABprimitiva=BB ed una
civilta =ABevoluta=BB, ma vi sono soltanto risposte diverse a problemi
fondamentali e identici. =ABIl pensiero occidentale e dominato
dall'intellegibile: abbandoniamo le sensazioni per manipolare i
concetti. -Il pensiero =ABselvaggio=BB invece valuta non basandosi su dati
astratti, bens=EC sugli @nsegnamenti della esperienza sensibile: odori,
for@ne, colori=BB. Riconoscere la non superiorita della cultura
oc@identale sulle altre sara un passo fondamentale @ffinche la
Iogica di dominio e di potenza ceda po,to alla vita.=20
L'indio, i popoli indigeni, devono essere ascoltati. Assumere la
causa indigena significa difendere nella teoria e nella pratica
l'autodeterminazione dei diversi popoli indigeni, il rispetto
dell'individuo e l'organizzazione in federazioni e confederazioni. =20
Significa appoggiare le rivendicazioni di questi popoli, sia per la
difesa delle loro terre (sostenendo il diritto alla demarcazione), sia
per il riconoscimento delle loro lingue (sostenendo le scuole
pubbliche nelle comunita indigene gestite da professori indigeni).
L'obiettivo e quello di salvaguardare il patrimonio conoscitivo degli
indios, di fornire una alfabetizzazione nella lingua nativa altre che
nelle' lingue dei rispettivi paesi di appartenenza; di riscattare e
valorizzare la loro cultura, la loro musica, Te loro danze, le loro
credenze, i loro racconti, le loro leggende, la loro medicina naturale;
di garantire iniziative di sviluppo autosostenibile. =20

Giovanni Alioti

FREEDOM PRESS
http://www.lglobal.com/TAO/Freedom

--------------------------------------------------
--/\-- A-Infos A-Infos
/ / \ \ A-Infos A-Infos
---|--/----\--|--- A-Infos A-Infos
\/ \/
/\______/\ http://www.lglobal.com/TAO/ainfos.html

To Subscribe to a-infos
Send a message to majordomo@lglobal.com
With the message in the body:
subscribe a-infos
To Unsubscribe send:
unsubscribe a-infos
--------------------------------------------------