A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Francais_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkurkish_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #290 - Movimento popolare, Libertarian Communists and Yellow Mests (2) (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sat, 12 Jan 2019 10:10:14 +0200


Come il mese scorso, un campione dell'attività dei gruppi di AL coinvolti in questa rivolta della " Francia periferica ". Certamente, lontano da noi l'ingenuità di credere che " tutto ciò che si muove è rosso ": questo movimento contro la vita cara è portatore di molte contraddizioni. AL porta un messaggio anti-capitalista, o condivide il suo know-how in termini di auto-organizzazione. Con esperienze contrastanti: a volte deludenti, a volte incoraggianti. ---- ANGERS: DOMANDE SOCIALI ---- Venerdì 7 dicembre, AG in una stanza prestata dal municipio, con un centinaio di persone. Atmosfera un po 'disordinata. Il forum era composto da amministratori di gruppi di Facebook, che si considerano eletti dal " popolo " degli utenti di Internet ... Loro e loro hanno quindi presentato ciò che era stato deciso su Facebook. Nei dibattiti, un sacco di interventi confusi o conspis limite, osservazioni sotto la discriminazione sessuale regolare, ma qualsiasi dichiarazione razzista - una breve allusione al Patto di Marrakech in materia di migrazione è stata fatta arrotondando tribuno, che chiaramente teme " Infiltrazione " dall'estrema destra e dall'estrema sinistra. In effetti, se non ci fosse nessun faf conosciuto nella stanza, ma un bel po 'di attivisti, LO, AL, LFI, ATTAC, SUD, CGT ...

Il claim " referendum dell'iniziativa per i cittadini " è stato sospeso per un momento, ma rapidamente smantellato dagli attivisti OL che hanno insistito sul fatto che il potere era economico e che lo sciopero doveva essere lanciato. Alla fine, tutte le richieste adottate dalla GA erano sociali. La convergenza dell'8 dicembre con la dimostrazione sul clima, d'altra parte, ha diviso i partecipanti, alcuni dei quali non volevano " fare politica ".

La dimostrazione del giorno seguente ha riunito quasi 1.000 persone sotto la pioggia ... Un grande giro attraverso la tangenziale, la stazione ferroviaria e le asce principali, fino a un incrocio con il clima manifesto - finalmente ! Bel pasticcio nel bel mezzo del mercatino di Natale, con il flirt ben turbato e un po 'sorpassato, correndo in tutte le direzioni con elmi e scudi. Gli attivisti apprenderanno più tardi che durante questo periodo, le persone sono state arrestate mentre cercavano di salire sul treno senza un biglietto per partecipare alle manifestazioni a Parigi.

TOLOSA: UNA STRUTTURA DA SOTTO
AG giacche gialle di Tolosa, 9 dicembre: circa 400 persone (40 % delle donne) di tutte le generazioni. Alcuni studenti, persone precarie di tutte le età, alcuni piccoli capi e artigiani, impiegati salariati (privati e pubblici), pensionati. Presenza di NPA, CGA, AL, Classe collettiva, CGT.

Questo è stato un esempio di democrazia diretta raramente visto. I tre organizzatori - tra cui un ex DJ - lo hanno tenuto magistralmente. Le regole erano chiare: non più di tre minuti di intervento a persona, esclusivamente sulla domanda: " A favore o contro la strutturazione del movimento ". Tutti hanno giocato, con alcune divagazioni, ma rapidamente riformulati, e verso la fine è stato introdotto un sistema di parità di genere.

Il dibattito si è incentrato sull'opportunità o meno di avere rappresentanti da negoziare con il governo, una maggioranza di interventi che rigettano i politici. Risultato del voto, ultramajoritaire: no representative.es, ma strutturazione dal basso con incontri regolari. Molti interventi di un tono molto libertario sull'organizzazione democratica e la sfiducia nei confronti delle istituzioni.

Il giorno prima, alla manifestazione, erano in strada da 8.000 a 10.000 persone, i giubbotti gialli e il manifest Clima avevano marciato insieme. È quindi una massificazione dopo i 2.000 della settimana precedente.

Fin dall'inizio, i poliziotti, senza una ragione apparente, hanno provato a dividere la processione con lacrimogeni. Ci sono voluti tre quarti d'ora per riformare la processione e si sono verificati diversi scontri. Le rivolte riunirono chiaramente diverse migliaia di persone con un grande " signore / signora tutti " dominante e, come la sera, un " insurrezionalista " dominante più tradizionale. C'è una rabbia popolare che aumenta in modo impressionante.

TOURS: DIFFUSORI NELLA PARTE DONNA-UOMO
Il successo del 17 novembre è stato una grande sorpresa: diversi punti morti con probabilmente 2.000 persone e un incontro confusionario nel centro della città: tentativi di occupare il municipio per tenere un GA (fallito), sfilate , blocchi del tram, che lasciano il blocco altrove ... Nel mezzo di questo bazar, alcuni attivisti di LO e libertari - l'adesivo " sciopero generale " "AL ha avuto successo - ma nessun compagno NPA, né CGT né Solidaires ... L'estrema destra, tuttavia, era saltata all'occasione - due teppisti sono venuti anche a minacciare fisicamente un compagno AL - Ma il loro rozzo tentativo di accadere, con un furgone coperto di poster e adesivi di identità, piuttosto incasinato. Nelle discussioni, divenne subito evidente che il prezzo della benzina era solo un aspetto del movimento, con un discorso molto di classe (regali ai ricchi, tasse che pesano più pesantemente sui poveri).

Sabato 24 novembre: un livello di violenza della polizia e resistenza mai vista a Tours. I poliziotti hanno attaccato blocchi di gas e cariche dalle 4 del pomeriggio al tramonto. Molti giovani, non giubbotti gialli, si unirono ai ribelli sulle barricate. Questa volta, dopo la manifestazione contro la violenza contro le donne, gli attivisti rivoluzionari, i sindacalisti, le femministe, ecc. si sono uniti ai giubbotti gialli in numeri. Riguardava il problema degli scioperi, che doveva essere lanciato perché era il momento o non lo è mai stato.

3 dicembre, alla rotatoria che funge da quartier generale, visita gli operai della CGT di Sanofi, molto riassemblati. Uno dei loro compagni, padre di tre figli, fu mutilato da una granata che si stava spegnendo: gamba bruciata, mano strappata. Decisi di unirsi al movimento, sono stati invitati a sfidare l'UD CGT a chiamarlo anche. Incontrandosi lo stesso giorno, l'ufficio dipartimentale di Solidaires, molto riluttante all'inizio, ha accelerato il ritmo chiamando la protesta contro la repressione poliziesca e più in generale per unirsi al movimento.

I giorni seguenti, all'AG che ha causato la strutturazione, i compagni AL hanno proposto la parità del parato: un uomo, una donna, altrimenti ci sarebbe troppo " couillus " nella rappresentazione nazionale. È andato senza difficoltà e ovviamente con una buona accoglienza da parte delle donne. La GA allora voleva ingiungere agli altri dipartimenti di fare lo stesso, ma come ? A chi aderire, ad eccezione delle pagine di Facebook ?

L'8 dicembre il numero dei manifestanti è quadruplicato, prima di un brusco declino il 15. Lunedì 17, in una grande sala, un vero GA ha finalmente deciso un funzionamento collettivo e democratico, con almeno un assemblaggio a settimana. Ha anche fatto un ritorno alle richieste iniziali, oscurato dal " referendum popolare d'iniziativa " (RIC): tasse più basse e IVA sui prodotti essenziali, rendimento dell'ISF, aumento delle entrate ( salari, pensioni e minimi sociali) ...

ISSOIRE: INCONTRO CON I SINDACATI SULLA ZONA INDUSTRIALE
Giubbotti gialli di convergenza non sempre facili: giubbotti rossi, ma il modo migliore per alleviare la sfiducia è incontrarsi. Il 7 dicembre, un compagno G offerte e giubbotti gialli per bloccare la zona industriale di Issoire (Puy-de-Dôme) insieme alla CGT e salarié.es Constellium, un grande impianto metallurgico dall'angolo dove stava lavorando fino a poco tempo fa. Approvazione generale, anche se un po 'incredula. Poco dopo, il compagno presenta la proposta a una riunione sindacale della fabbrica. Moderato entusiasmo: deve vedere ... Deve discutere con altri sindacati presso l'unione locale ...

Passa una settimana e la CGT inizia effettivamente a preparare un'azione sulla zona industriale per il 14 dicembre, in connessione con i negoziati annuali obbligatori (NAO) ... ma senza prendere contatto con i giubbotti gialli. Da parte loro, parlano di montare un blocco con 200 persone attorno alle rotatorie in giro, ma interrogato con forza: cos'è la CGT ? Cosa vuole la CGT ?

Il compagno di AL è quindi un po 'forzante per una delegazione che la CGT incontra i giubbotti gialli, altrimenti andiamo a un grosso fallimento. Funziona, ma un po 'tardi. Il 13 dicembre, alla vigilia dell'azione, tre CGT, un funzionario federale Metallurgia andare sulla rotatoria molto trafficata, si trasformò in un piccolo villaggio - tettoie, divani, la cucina - e sono accolti calorosamente lì ", come il casa ".

Gli scambi sono cortesi e diplomatici, ma senza compiacimento. I portavoce locali dei giubbotti gialli spiegano il loro ruolo, come sono stati eletti, non nascondono la sfiducia che esiste nei confronti dei sindacati, ma assicurano che c'è un desiderio di discutere e perché non costruire azioni comuni. La CGT, a sua volta fornire loro gentilezza a molte delle affermazioni, ma ha sottolineato che si rifiuteranno qualsiasi interrogatorio dei contributi previdenziali, e che il loro ruolo è principalmente difendendo salarié.es in scatole.

Dura più di un'ora ed è davvero molto interessante, specialmente quando si parla di azione. La CGT, cauta, pensa che solo 150 dipendenti su diverse migliaia nella zona industriale colpiranno il 14 dicembre. In queste condizioni, non prevede di bloccare, ma semplicemente diverso dagli opuscoli ai portali. Delusi, i giubbotti gialli assicurano che possano portare il mondo, ma solo se vogliono bloccare. Momento di Flutter ... Quindi, stiamo bloccando o no ? E i cementisti ammettono: OK, ma sono i giubbotti gialli che porteranno la danza ; la CGT, aiuterà la logistica (volantini, barnum ...). È molto apprezzato e rassicura i giubbotti gialli che, dietro, hanno iniziato a infastidire. Il mercato ha concluso, ci separiamo con buone strette di mano.

Sulla via del ritorno, i cementisti ammettono di essere stati impressionati dall'auto-organizzazione dei giubbotti gialli, quasi senza mezzi.

Il giorno dopo, tuttavia, l'azione congiunta è zoppa. Come previsto, la chiamata della CGT allo sciopero è stata ascoltata solo modestamente, da un centinaio di dipendenti nei portali e distribuito volantini all'incrocio delle fabbriche. Ma la traversata, non è bloccata dai giubbotti gialli, che mettono le loro forze su un altro blocco. Solo quindici furgoni filtranti su tre binari ... con un supporto sconcertante degli automobilisti !

Questa prima azione congiunta, un po 'disordinata, avrà però conseguenze bellissime: i giubbotti rossi sono andati a dare una mano ai giubbotti gialli contro le spine di un boss locale che Carrefour è venuto a minacciare la rotonda. In cambio, l'assemblea dei giubbotti gialli ha votato per sostenere lo sciopero del 18 dicembre e il blocco della zona industriale se la CGT avesse provato il colpo.

LORIENT: CONTRASTI E CONTRADDIZIONI DELL'APOLITISMO
In questa sotto-prefettura del Morbihan, l' ufficiale " apolitismo " e il vero interclassismo confondono le affermazioni. Il 6 dicembre un'assemblea generale ha riunito un centinaio di persone, tra cui alcuni compagni di AL, in un garage privato. Dispositivo rudimentale ma efficace: micro e pneumatici come piedistallo. Fin dall'inizio, un gilet giallo ricordava che il movimento non aveva un leader, ma " docenti " per distribuire la parola. Questi hanno incluso il voto di una lista di richieste. Qualsiasi proposta che riceve meno del 25 % di " contro È stato considerato adottato Così sono stati adottati dalla politica (licenziamento di Macron, abolizione dei privilegi dei funzionari eletti, iniziativa dei cittadini referendum), sociale (diminuzione dell'IVA sui prodotti essenziali, recupero dell'ISF, aumento di Smic, imposta sulle prodotti di lusso e / o inquinanti ...) e antisociali (minori contributi del datore di lavoro per microimprese e indicizzazione di contributi sugli utili). Il reddito universale è stato massicciamente respinto. Infine, alcune proposte, che hanno sollevato l'equivoco, sono state riportate alla prossima GA, sotto la voce " riformulare ": tasse sul cherosene e sul gasolio dell'aria e del mare ; aumento delle pensioni e dei salari ; interrogatorio del CICE e della flat tax; uguale condivisione della ricchezza ; sviluppo delle energie rinnovabili ; nazionalizzazione di banche, assicurazioni ed energia ; il rispetto dei diritti delle persone disabili, dei bambini e dei senzatetto ... Non c'era alcun diritto né nei confronti dei migranti.

Dopo questo primo giro piuttosto misto, la prossima riunione del 13 dicembre ha riunito circa 80 persone, senza essere in grado di chiarire le cose, tranne l'improvviso entusiasmo per il nuovo Graal, che è il " referendum per l'iniziativa dei cittadini ". L'animazione della AG è stata più autoritaria, con molti indizi anti-sindacali, abbiamo sentito il peso dei piccoli commercianti e artigiani.

Il paradosso è che l'8 dicembre, su 700 persone che camminavano per il clima, c'erano un centinaio di giubbotti gialli, riprendendo con gioia gli slogan lanciati da AL e collegando la giustizia sociale e l'ecologia. E questo il 14 dicembre, giubbotti gialli, giubbotti rossi e studenti delle scuole superiori in difficoltà hanno dimostrato insieme, prima di bloccare una rotonda insieme. La verità è che i giubbotti gialli che vediamo in azione e dimostrazione non sono proprio gli stessi di quelli che vanno in AG ! In breve, una situazione mutevole, che richiede un intervento differenziato.

http://www.alternativelibertaire.org/?Communistes-libertaires-et-gilets-jaunes-2
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center