A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #287 - Claudine Legardinier (Nest Movement): " La prostituzione è un arcaismo indegno" (en, fr, pt (ca)[traduzione automatica]

Date Sat, 3 Nov 2018 09:20:52 +0200


Una giornalista, Claudine Legardinier ha collezionato le testimonianze di prostitute per trent'anni per il Mouvement du Nid. Ha scritto diversi libri, l'ultimo è Prostituzione, una guerra contro le donne (Syllepse, 2015). L'abbiamo contattata per far luce sulla legge del 13 aprile 2016, " mirata a rafforzare la lotta contro il sistema prostituzionale e le prostitute che accompagnano " , e in particolare il suo impatto a oltre due anni dalla sua adozione. ---- Alternativa libertaria: quali sono gli elementi principali della legge del 13 aprile 2016 sulla prostituzione ? ---- Claudine Legardinier: Questa legge mette fine alla repressione delle persone prostituite, considerate per secoli come colpevoli e penalizzate per sollecitazione. Li rende soggetti reali di diritti e coinvolge l'azienda con loro sviluppando percorsi di uscita della prostituzione per coloro che lo desiderano. Fornisce protezione e sostegno alle vittime, incluse le vittime straniere, fornendo loro un permesso di soggiorno se intraprendono una via di uscita. Per la prima volta, risponde alla domanda dei " clienti ", quelli che chiamiamo prostitute, dando loro una sanzione penale.

Dal momento che non imponiamo un atto sessuale con la violenza, non lo imponiamo sul denaro, una forma di violenza economica e sociale. Infine, la legge prevede una politica nazionale di prevenzione, formazione e educazione sessuale con l'obiettivo di ridurre il nuovo ingresso nella prostituzione. La prostituzione su Internet viene ulteriormente soppressa, con l'impiego della prostituzione nel complesso più severamente punito che nel resto d'Europa.

Questa legge ha un significato rivoluzionario nel rovesciare il punto di vista eterno patriarcale: colpevole prostituta, cliente invisibile e innocente. Segna un passo importante nella lotta contro tutte le forme del diritto di cuissage e contro la violenza sessuale. Fa parte dei grandi progressi per i diritti delle donne che hanno segnato la storia. Questo movimento abolizionista attraversa l'Europa. Svezia, Norvegia e Islanda, i paesi più avanzati in termini di parità tra donne e uomini, hanno optato per la stessa politica.

L'obiettivo di questa ambiziosa legge è di ripristinare questo conservatorio di sessismo, razzismo e violenza che è la sessione segreta della prostituzione. Al momento del movimento Metoo, penalizzare le prostitute è un requisito di coerenza. Le donne e le ragazze, che sono la maggioranza delle vittime del sistema, non sono oggetto di rilascio. Le molestie a cui sono sottoposte non devono essere giustificate in base al fatto che sono state pagate. Ma l'attaccamento rimane forte per un ordine sociale che lascia agli uomini il " diritto di infastidire " e sfrutta sessualmente gli altri contro un biglietto. Da qui l'incredibile resistenza che la legge solleva. Ma era la stessa cosa al momento della criminalizzazione dello stupro.

Quale valutazione, due anni dopo la sua istituzione ?

Claudine Legardinier: L'applicazione rimane insufficiente e casuale, dipende troppo dalle personalità dei pubblici ministeri e dei prefetti. Tuttavia, sono impegnati circa un centinaio di vie di uscita. È piccolo, ma è un inizio. Una giovane congolese mi ha detto recentemente che potrebbe finalmente dormire, per la prima volta da anni. Nella prostituzione, ha vissuto un incubo. Questo viaggio, senza miracoli, lo rende il suo posto nella società. È orgogliosa, riacquista speranza. Chi oserà dire che è irrisorio ?

Per quanto riguarda le prostitute, la maggior parte dei dipartimenti non applica la legge. In tutta la Francia, stiamo parlando di 2.800 uomini arrestati. Le multe sono basse. Ma i corsi di sensibilizzazione sono promettenti: i " sopravvissuti " della prostituzione dialogano con loro e questa è un'opportunità di consapevolezza. Sfortunatamente, questi corsi continuano a contare sulle dita della mano.

Nel complesso, la mancanza di volontà politica è ovvia: le associazioni strangolate finanziariamente, la mancanza di campagne informative, la prevenzione quasi inesistente. La strada è lunga Questa legge è a medio e lungo termine, un vero cambiamento di civiltà. Come raggiungerlo in due anni ?

La legge non ha rafforzato la messa in pericolo delle persone che si prostituiscono ? Associazioni come Medici del Mondo gli hanno ricordato l'omicidio di Vanesa Campos nel Bois de Boulogne ...

Claudine Legardinier: nei paesi che hanno legalizzato la prostituzione e la prostituzione, la violenza è in aumento a causa dell'aumentata concorrenza. È una strada da percorrere ? La legge francese fa la scommessa opposta. Con le difficoltà di qualsiasi legge, almeno a breve termine. La fine della schiavitù può aver indebolito gli ex schiavi. Dovrebbe smettere di abolire la schiavitù ?

La cosa importante è che depenalizzando le persone prostituite, la legge aumenta la loro capacità di sporgere denuncia perché non vengono più perseguiti. È un enorme passo avanti. Ma è bene per gli avversari avere la pelle di una legge che osa per la prima volta interrogare i " clienti ". Dove erano quelli che oggi urlano così forte negli omicidi degli ultimi decenni quando avevano tutti i diritti ? L'ambiente della prostituzione è di violenza senza nome. Da sempre, non da due anni ! È sempre stato il luogo dell'insicurezza, degli insulti, dell'aggressione, dell'umiliazione e persino dell'omicidio. Teniamo il terribile catalogo nella nostra sezione Témoignanes sur Prostitutionetsociete.fr .

Come può un'associazione umanitaria come Medici del Mondo manipolare l'omicidio di questa donna transessuale e affidarsi a uno pseudo " studio " condotto solo con associazioni ostili alla legge ? Sì, le prostitute sono in pericolo, sì sono aggredite, violentate, uccise ; più spesso da " clienti " e ovunque operino.

Perché fingono di non vedere che è lo status di prostituta, l'indulgenza di pagamento che " autorizza " alcuni uomini a praticare violenza ? È la riduzione di una persona allo stato di oggetto sessuale acquistato su Internet o per strada, affittato, scambiato, commentato, disprezzato, che consente ad alcuni di sentire i diritti del proprietario e quindi di varcare i limiti . No, non è la legge che uccide queste donne. È l'assicurazione dell'impunità, è il machismo, è l'odio.

Cosa pensi potrebbe migliorare la situazione delle prostitute ?

Claudine Legardinier:L'attuazione di disposizioni protettive della legge per ridurre la loro vulnerabilità, migliorare il loro accesso ai diritti e se desiderano uscire dalla prostituzione. Noi che li incontriamo ogni giorno sappiamo in quale confino lottano. Francamente, al di là dei discorsi di facciata, si attengono legittimamente alla dignità, non so chi voglia restare. Hanno abilità, meritano qualcos'altro. Per coloro che non desiderano intraprendere percorsi di uscita o che vengono rifiutati, richiede una vera formazione di attori sociali per essere accolti e rispettati (c'è ancora un modo per andare). E per coloro che vogliono cambiare la propria vita, mezzi reali, comprese soluzioni di alloggio che sono gravemente carenti.

Ma dobbiamo anche pensare alle future vittime. C'è urgenza ; il ringiovanimento è sfacciato, le prostitute che vogliono " carne fresca ". In un momento in cui i piccoli mac, e grandi, abbondano dove le ragazze di 14-15 anni pensano che la prostituzione sia divertente perché l'industria del sesso ha fatto pressioni propagandando il " lavoro sessuale " e che i media hanno promosso la versione di Zahia o Pretty Woman, richiede la piena applicazione. La prostituzione è un arcaismo indegno delle nostre società. Il capitalismo liberale è il miglior alleato del patriarcato. In questa lotta, combattere contro uno è combattere contro l'altro. Non dobbiamo lasciar andare.

Intervistato da Flo (Lorient)

http://www.alternativelibertaire.org/?Claudine-Legardinier-Mouvement-du-Nid-La-prostitution-est-un-archaisme-indigne
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center