A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #286 - Leggi: Birh, "La prima età del capitalismo (1415-1763)" (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 10 Oct 2018 09:37:24 +0300


Dopo dodici anni di ricerche, Alain Bihr pubblica L'Expansion européenne , il primo volume di una trilogia sullo sviluppo del capitalismo. ---- Come è possibile il capitalismo ? Questa domanda non è retorica. Il capitalismo è definito da un processo di accumulazione del capitale che richiede due condizioni: da un lato, ci deve essere una massa di proletari poveri - anche poveri, a seconda dei casi - che non hanno altra scelta che vendere la loro forza lavoro . D'altra parte, deve esserci una minoranza con il capitale economico garantito da un potere coercitivo (uno stato) che consente a questi proletari di lavorare. Il problema posto da Marx è che costituisce un circolo logico: per accumulare capitale, bisogna averne già un po '... Come si è verificata questa " accumulazione primitiva di capitale" ancor prima del capitalismo?

La grande innovazione di Marx fu di dimostrare che si trattava di una violenta estorsione e non di un pacifico accumulo da semplici accaparratori. Prima era necessario impoverire le masse per arricchire i capitalisti. Le diverse fasi di questo processo sono note: i recinti (l'espropriazione dei contadini dalle loro terre, poi l'esodo rurale che trasforma gli ex contadini dalle campagne in proletari delle città) ; le varie leggi che confermano la scomparsa dei " beni comuni " (il giovane Marx, allora giornalista, aveva studiato una legge che vieta la raccolta del legno) ; l'aspetto dei manufatti (e la loro rottura con le vecchie collaborazioni nel lavoro) ; il dominio del modo di produzione capitalistico industriale a livello europeo e poi mondiale.

Conquista ed espropriazione
Il libro di Alain Bihr, che risale alla storia di questa " accumulazione primitiva ", mostra come lo sviluppo dell'industria abbia richiesto, in anticipo, la sottomissione di parte del mondo ai grandi stati europei. L'economia capitalista e lo sviluppo dello stato nazionale andarono di pari passo e furono imposti al mondo.

Come ? Questa è la domanda a cui il libro cerca di rispondere, analizzando tutte le forme che questa espansione ha preso, dal meno brutale (commercio) a quello più violento (colonizzazione). Che resistenza hanno avuto le altre compagnie ? Per capire questo, si deve considerare come " l'attacco è avvenuto" (sviluppo di porti e commercio marittimo, gli eserciti nazionali, ecc), ma anche le condizioni sociali della " difesa " delle imprese. Lavoro di grandezza abissale.

Nella capitale Preistoria (2006), Alain Bihr esaminare le condizioni della formazione dello scoppio dei rapporti capitalistici di produzione all'interno di feudalesimo. Ha concluso che " il feudalesimo come è stato formato in Europa alla fine del primo millennio e nell'arcipelago giapponese nella prima metà del secondo millennio, è più favorevole al limite solo favorevole, alla formazione di questo rapporto di produzione " . Ma il solo feudalesimo non era una condizione sufficiente. Ha anche preso " globalizzazione ". Non era quella che immaginava un'estensione naturale degli scambi tra gli esseri umani sulla Terra e la condizione di una pace perpetua tra gli Stati, ma la globalizzazione violenta della conquista e dell'esproprio, quella che era nutrita dal sangue e le lacrime, nel fango delle battaglie.

Bernard Gougeon (South-Educ 81)

Alain Bihr, La prima età del capitalismo (1415-1763). Volume 1: The European Expansion , Syllepse / Pagina 2, 2018, 700 pagine, 30 euro.

http://www.alternativelibertaire.org/?Le-Premier-Age-du-capitalisme-1415-1763
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center