A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #285 - Tour AL-Kurdistan: tre rivoluzionari, 25 date, un grande successo (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 11 Jul 2018 07:56:52 +0300


Dal 27 maggio al 30 giugno Alternative Libertaire ha organizzato una serie di dibattiti con i francesi Arthur e Siya e l'americano Arges, ex combattenti nel YPG in Siria. Una valutazione molto positiva. ---- Grande successo e grande soddisfazione per l'incontro dei raduni organizzato da Alternative libertaire quest'anno, in solidarietà con la sinistra kurda. Dal 27 maggio al 30 giugno, tre ex volontari internazionali dell'YPG, accompagnati da un autista, hanno viaggiato per le strade della Francia per tenere 25 riunioni in tutte le regioni del paese. Il nostro compagno Arthur Aberlin, che ha tenuto nel 2017 il blog Kurdistan-autogestion-revolution.org, era lì con altre due rivoluzionari impegnati in YPG tra il 2016 e il 2018: il francese e americana Siyah Arges. ---- Quasi ovunque, le camere sono ben pieni , con punte di oltre 200 persone a Tolosa, Nantes e Montpellier: libertari, anti-coloniale, rivoluzionario, sindacalisti, curioso ... La diaspora curda è stato anche molto presente, accogliendo diverse date del tour nei suoi locali. È stata spesso l'occasione di un caldo riavvicinamento con gli attivisti locali dell'AL.

A causa di alcuni precedenti, c'era la paura, qua e là, di un pugno di nazionalisti filo-Erdogan. Non è stato niente. Un cospiratore qui, un Soralian lì: niente di serio. A Orleans, un tentativo di incursione da parte dell'Azione Francaise si fermò (o meglio Azincourt) per la spazzatura reale, che prontamente disimpegnò.

Per quanto riguarda i contenuti, la serata è stata generalmente introdotta dal film di Mireille Court e Chris den Hond, Rojava, un'utopia nel cuore del caos siriano . Questo documentario di 45 minuti, prodotto in modo semi-professionale, ha il grande vantaggio, rispetto a molte altre produzioni, di non concentrarsi sugli aspetti militari ed evitare i cliché sui " valorosi combattenti curdi ": dipinge un Una panoramica veloce ma ben documentata dei diversi aspetti del processo rivoluzionario nel nord della Siria, ideale per le persone con poca conoscenza del problema.

Poi, le parti interessate hanno risposto direttamente alle domande e le obiezioni della stanza, o ha dato una conferenza in sei punti : la questione della emancipazione delle donne ; l'architettura della democrazia pluricomunitaria ; la questione dell'anticapitalismo nel processo rivoluzionario ; l'alternativa al modello statale ; la vita di ogni giorno nella rivoluzione ; le strutture rivoluzionarie che hanno permesso a questa rivoluzione di nascere.

Segnala France 3 Kurdistan, 29 maggio 2018 da Alternative libertarian on Vimeo .

Un piccolo reportage di France 3 in occasione del passaggio di autogestione della Kurdistan Revolution a Orleans. Politicamente, il discorso del giornalista è di diverse tacche rispetto a quello che viene solitamente fatto in TV sui combattenti volontari dell'YPG. Non parla di romanticismo guerriero, ma di rivoluzione, progetto politico ed emancipazione.

Sul fondo, era ricco e denso, con analisi politiche intrecciate a cose viste e vissute a volte inaspettate.

In ogni fase, i gruppi G che hanno ospitato l'evento ha ricordato che i comunisti libertari fornire supporto critico a sinistra curdo: una deriva autoritaria è infatti sempre possibile (il sistema democratico coesiste con un partito di governo comune, il PYD, chi ha il sopravvento sul comando militare), così come strumentalizzazione da parte di potenze straniere (Stati Uniti, Russia, Francia ...).

Un argomento è stato solo toccato: Afrîn . Questa crudele sconfitta non è stata digerita. Il cantone curdo più avanzato e prospero è ora occupato dall'esercito turco e dalle milizie islamiste dell'ASL. Oltre alle migliaia di morti civili e militari negli attentati turchi, circa 200.000 persone sono state cacciate dalle loro case, ora occupate da arabi o turkmeni sfollati da Ankara, come nei bei tempi antichi dell'Impero Ottomano. L'impresa di pulizia etnica è quindi confermata e, come in Palestina, sorgerà la questione del diritto al ritorno dei rifugiati. Avremo l'opportunità di parlarne di nuovo.

Giornale della Commissione

http://www.alternativelibertaire.org/?Tournee-AL-Kurdistan-Trois-revolutionnaires-25-dates-un-gros-succes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center