A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #282 - Documentario: «317» (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 9 May 2018 23:04:38 +0300


317 è il numero di persone detenute il 29 novembre 2015, a seguito di una dimostrazione sul clima a Parigi, in piena COP 21. Sarà anche il nome di un collettivo, e il documentario autoprodotto per testimoniare quello che è successo quel giorno, attraverso un mosaico di storie in prima persona, leggere testi o scene ripetute. ---- Il film dà ampio spazio all'esperienza della polizia, alle conseguenze, anche molto tempo dopo gli eventi, della brutale repressione della processione ma soprattutto delle violenze subite lontano dalle telecamere. Se la nuvola di lacrime che soffocava la processione all'arrivo, Piazza della Repubblica, è evocata, è il faccia a faccia con la polizia che ha lasciato più tracce: insulti, minacce di morte , insinuazioni grottesche al discorso delle donne interrogate, e persino la canna di questa mitragliatrice puntata sul volto di uno dei manifestanti, nascosto alla vista, nella privacy di un furgone.

Lo shock prima, poi la paura che rimane, la consapevolezza della vulnerabilità a un notevole potere di repressione, vengono analizzati anche nel quadro di una riflessione sulle strategie di " mantenimento dell'ordine " dello Stato . Il contesto era quello della frenesia anti-terrorismo, due settimane dopo gli attacchi mortali, le cui morti furono rapidamente strumentalizzate per colpire avversari e oppositori politici. Un sociologo, uno scienziato politico, un avvocato, uno storico e attivisti si alternano nell'analisi dell'evoluzione delle politiche penali e della violenza di stato. Quindi, l'uso nella legge della categoria di " terrorismo "Dagli anni '80, ampliato per includere qualsiasi interrogatorio sulle strutture sociali, è stato messo in parallelo con la gestione dei vertici internazionali da parte dello stato, tra la necessità di visibilità dei media e la necessità di mettere a tacere la sfida. Eric Fassin offre anche spunti interessanti sul gioco della polizia e dello stato, quest'ultimo che garantisce maggiore autonomia a quello di cui ha bisogno. Il documentario riesce perfettamente a fare il collegamento tra questo particolare evento che è stato la repressione della marcia per il clima e la scivolata in uno stato di eccezione permanente.

Da notare l'apertura politica di Samir Baaloudj, ex attivista del Movimento per l'Immigrazione e la periferia, che ricorda che questa scandalosa violenza nel cuore di Parigi è stata quotidianamente subita per decenni dagli abitanti e dagli abitanti delle periferie.

Marco (92)

Collettivo 317, 317, 60 min, accesso aperto su https://les317.wordpress.com/

http://www.alternativelibertaire.org/?Documentaire-317
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center