A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #280 - Università di Mirail: mobilitazione contro la fusione (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Mon, 12 Mar 2018 11:18:34 +0200


Prima delle vacanze di Natale, l'Università di Mirail aveva una forte mobilitazione contro il progetto di fusione universitaria, amplificato dal tradimento del presidente che andava contro i risultati del referendum che si era organizzato. ---- A Tolosa, il progetto di fusione universitaria si stava preparando da alcuni anni. Già efficaci in altre città, si tratta di importanti tagli di bilancio e condizioni di lavoro e studi degradati per tutti i settori e laboratori ritenuti non redditizi, non competitivi, non compatibili con il mercato. La fusione è anche un numero inferiore di consigli di amministrazione democratici, con una maggiore presenza di interessi economici privati che decidono dove vanno i finanziamenti, mentre la presenza degli studenti e il personale in questi stessi consigli sarà minimo e senza influenza possibile.

Maggiore presenza di interessi economici

Queste grandi istituzioni hanno un carattere dispregiativo del Codice Istruzione e quindi di diplomi, tasse di registrazione e programmi. In un contesto di ufficializzazione della selezione in licenza e master, è la porta aperta a tutte le ingiustizie per gli studenti (o piuttosto i candidati) delle classi lavoratrici. Ci stiamo spostando verso un'università a due livelli con strutture private a costi esorbitanti e facoltà pubbliche con condizioni degradate e impotenti. L'etichetta Idex abbaglia 25 milioni di euro di finanziamenti per i facs che accettano la fusione, ma sappiamo che potranno beneficiare in particolare i laboratori che soddisfano i " criteri di eccellenza" "(Farmaceutico, aeronautico ...) a discapito di laboratori e settori che non sono in una logica di adattamento alle esigenze del mercato.

Lo staff del college sa anche quanto verrà mangiato con tagli di lavoro programmati e un aumento dell'orario di lavoro senza compensi per chi è " fortunato " a rimanere. Lacroix, presidente delle fazioni Mirail, ha dichiarato di essere contrario alla fusione quando è stato eletto. All'inizio di dicembre è stata organizzata una consultazione degli studenti e dello staff, dove il no alla fusione ha vinto la maggioranza. Il consiglio, ancora diviso, ha tradito il risultato votando per ... con la voce predominante di Lacroix!

Il tradimento del presidente
Basta provocare una seria mobilitazione, nonostante innegabili difficoltà. Al giorno d'oggi è difficile riuscire in uno sciopero di massa nei facs. I precari inquilini osano colpire. Alcuni insegnanti e ricercatori sono favorevoli alla fusione perché credono nelle sovvenzioni Idex. L'unionismo studentesco non ha più il peso del passato e gli studenti si mobilitano meno facilmente.

Detto questo, il Mirail, oltre ad un'unità sindacale dei lavoratori (CGT, SUD-Educ, FO, FSU, UNSA) e studenti (UET solidali, UNEF), diversi AG parlare contro la fusione e le dimissioni Lacroix ha superato le 300 persone. La scorsa settimana prima della festa, si è tenuto uno sciopero personale per sfidare il grind accademico con la chiusura di quasi tutte le librerie di Mirail e le conseguenze visibili in facs amministrative. Ma è difficile mobilitare molti studenti quando la mancanza di corsi obbligatori e parziali può mettere in discussione le nostre borse di studio, spesso vitali.

Tuttavia, tractages AG e ha contribuito per avvisare si sono tenute molte, molte invasioni consigli (imponendo il rinvio di alcuni), non lasciando i élu.es pro-fusione e rappresentanti di interessi privati dormire sonni tranquilli . Il movimento è chiaramente visibile e molti studenti e non scioperanti parlano di questo, e per molti lo capiscono e addirittura lo sostengono. Resta da vedere come entrare in azione molte persone informate ma passiva, come iniziare un movimento nelle università di Tolosa Mirail fuori questa lotta e convergono con quelli equivalenti in altre città.

Marius (AL Toulouse)

http://www.alternativelibertaire.org/?Universite-du-Mirail-Mobilisation-contre-la-fusion
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center