A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL - Siria-Kurdistan, n comunista libertario nell'IFB # 07: " La convivenza tra YPG e miliziani pro-Assad è abbastanza tesa " (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Fri, 9 Mar 2018 08:41:55 +0200


" L'alleanza mostrata oggi ad Afrin contro l'invasione turca non cambia questa rivalità ; deriva da un compromesso che può essere solo temporaneo. " ---- Alternative Libertaire riprodotto inserzioni blog Kurdistan-l'autogestione Rivoluzione dove, dopo Arthur Aberlin, impegnata nella YPG si esprime ora Damien Keller, lo assunse nel Liberazione Battaglione Internazionale (IFB). ---- Nel corso delle settimane, testimonierà la vita nell'IFB, i dibattiti in corso e l'evoluzione del processo rivoluzionario nella Federazione democratica della Siria settentrionale. ---- Internazionale rilascio Battaglione, ---- Canton Cizîrê, 1 ° marzo 2018 ---- L'ingresso delle truppe di Bashar al-Assad in Afrin, per rafforzare la difesa curda contro l'invasione turca, solleva molte domande. Questo finirà l'offensiva ? I russi faranno pressione su Erdogan ? La SDS si è gettata tra le braccia del dittatore ? Erano messi al muro al punto di non avere scelta ? eccetera

Sopra, i funzionari eletti dall'amministrazione autonoma di Afrin Township il 23 gennaio hanno letto una dichiarazione di resistenza all'invasione turca. In armi.
Per iniziare, dobbiamo misurare la debolezza di questo rinforzo, più simbolico di ogni altra cosa. Non erano le truppe regolari dell'esercito siriano ad entrare ad Afrin, ma solo un convoglio di 300-400 miliziani sciiti (probabilmente ultranazionalisti, così anti-curdi), con la bandiera rosso-bianco-nero del partito Baath. A 2 e convoglio bombardato dall'artiglieria turca, fuggì a Aleppo e Afrin non ha raggiunto. Per ora, questo è tutto. Questo non è molto paragonato alle circa 30 migliaia di combattenti e combattenti di MSF che difendono a piedi la township.

Per quanto riguarda la convivenza con questi miliziani pro-Assad, è ovviamente abbastanza teso. Come ogni volta che dobbiamo al vicino, sia in Hassakê, Qamislo o Deir ez-Zor.

Scontri sanguinosi
Dal 2011, la " pace armata " tra YPG-YPJ e il regime è stata spezzata più volte da scontri sanguinosi. Quello di aprile 2016 a Qamislo ha ucciso dozzine di persone. Idem Hassakê, quattro mesi dopo, durante gli scontri che hanno visto i soldati di Damasco quasi cacciati dalla città. Per quanto riguarda Deir ez-Zor, le truppe del regime hanno approfittato dell'attacco turco ad Afrin per lanciare un assalto alla SDF l'8 febbraio - un assalto che si è concluso in una sanguinosa disfatta per loro.

L'alleanza mostrata oggi ad Afrin di fronte all'invasione turca non cambia questa rivalità ; deriva da un compromesso che può essere solo temporaneo.

Qualche parola su Qamislo, capitale della Federazione Democratica del nord della Siria, dove è sempre un clima di guerra, con le bandiere appese alle rotatorie, sbiaditi ritratti di Abdullah Ocalan e martiri (sêhid) di rivoluzione mostrata nelle strade.

Il ricordo dei martiri è molto presente: battezziamo con il loro nome scuole, ospedali, locali di auto-amministrazione ; alcune aziende mostrano le loro foto, così come le bandiere delle organizzazioni rivoluzionarie turche e / o curde che supportano.

Gli operatori si rifiutano di pagare per i nostri acquisti
Alcuni edifici distrutti non sono stati ancora ripuliti, alcuni sono inabitabili e i cantieri interrotti non sono mai ripartiti. Di fronte al centro di collocamento locale, decine di persone cercano lavoro, mentre la ricostruzione del paese è ostacolata dal blocco organizzato dalla Turchia e dal suo alleato in Iraq, il governo regionale del Kurdistan.

In mezzo a queste rovine, le scuole funzionano. I bambini arabi, curdi e assiri condividono spesso lo stesso, e talvolta camminano per diversi chilometri per arrivarci.

Una cerimonia a Qamislo, il 14 febbraio, per i difensori africani caduti in azione.
A Qamislo, il regime di Damasco detiene ancora un'enclave. Nelle vicinanze, gli YPG, la polizia regolare e l'esercito del regime hanno ciascuno i loro checkpoint. I ritratti di Bachar el Assad e quelli di Ocalan a volte si incontrano, in uno strano faccia a faccia. Una guerra di immagini, con giganteschi ritratti girati.

Piccoli negozi e botteghe sono aperti anche a dispetto dei danni: spesso parti dei loro muri sono state strappate a terra per aprire i passaggi durante i combattimenti di strada. Questi commercianti, che esibiscono anche manifesti politici, non è insolito per loro rifiutare che combattenti e combattenti paghino per i loro acquisti, anche quando insistiamo.

E poi, c'è Afrîn: la popolazione vive al ritmo dell'informazione che viene dalla battaglia, alle dimostrazioni di solidarietà e ai funerali dei combattenti e dei combattenti che cadono.

Damien Keller

http://www.alternativelibertaire.org/?Un-communiste-libertaire-dans-l-IFB-7-La-cohabitation-avec-ces-miliciens-pro
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center