A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Palestina-Israele, l'esercito israeliano torna a confrontarsi con la lotta unitaria dopo il suo fallimento di mettere fine alle manifestazioni settimanali non facendosi vedere* (en)

Date Thu, 31 Aug 2017 08:31:01 +0300


Bil'in, il simbolo della lotta unitaria popolare di Palestinesi, Israeliani (con gli Anarchici Contro il Muro)ed internazionali, è stato luogo di un esperimento durato un anno. Il nuovo ministro della guerra israeliano aveva cercato di estinguere le manifestazioni unitarie del venerdì "negandosi". Le violenze nel corso delle manifestazioni erano diminuite (prima mettendo da parte le armi da fuoco e più di recente astenendosi dallo scontrarsi con i manifestanti), ma erano continuate le incursioni notturne per intimidire i villaggi. Il numero di manifestanti è gradualmente diminuito ma le manifestazioni sono continuate. Il fatto che Bil'in fosse l'unico posto in Palestina in cui si potesse manifestare senza restrizioni era insostenibile... L'esperimento è finito. Le forze di stato israeliane sono tornate a reprimere le manifestazioni ed a sparare gas lacrimogeni.

Bil'in
19-5-17 https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/1235232593242737
https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10212831408003152
12-5-17 https://www.facebook.com/Mohammed.Yasin.photography/posts/887134214759275
26-5-17 venerdì; 8 Israeliani e circa una dozzina di attivisti internazionali si sono uniti ai quasi 20 residenti per la manifestzaione n°638 contro l'occupazione, contro i coloni ed in solidarietà con i prigionieri in sciopero della fame. Le forze armate israeliane si sono astenute dall'intervenire continuando a fare di Bil'in l'unico posto in cui i Palestinesi possono manifestare senza repressione.
Abbiamo marciato verso il cancello del muro dove ci siamo radunati per un po'
prima di far ritorno al villaggio.
La punizione è giunta nella notte con l'incursione delle forze di occupazione nel villaggio e nelle case degli attivisti a scopo intimidatorio.
https://www.facebook.com/rani.fatah/posts/10212960516230777
https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/1246644105434919
Venerdì 2-6-17; 8 Israeliani e circa una dozzina di attivisti internazionali si sono uniti ai residenti per la manifestazione n°639 contro l'occupazione e contro i coloni. Bil'in è l'unico posto in cui i Palestinesi possono manifestare senza repressione.
Abbiamo marciato verso il cancello del muro dove ci siamo radunati per un po'
prima di far ritorno al villaggio.
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1195992083843352
https://www.facebook.com/iyad.burnat/posts/1754258717921817
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1195992083843352
Venerdì 30-6-17, manifestazione. 6 Israeliani con gli Anarchici Contro il Muro e 4 internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio per la manifestazione n°641
Bil'in, venerdì 7-7-17, 7 Israeliani con gli anarchici contro il muro più 2
attivisti internazionali si sono uniti agli attivisti locali per la manifestazione n°642 contro l'occupazione e contro i coloni.
Venerdì 14-7-17, 8 Israeliani con gli anarchici contro il muro più 2 attiviti internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio per la manifestazione n°643 contro l'occupazione e contro i coloni.
Durante la manifestazione, gli attivisti hanno urlato ai coloni che vivono al di là del muro cosa ne pensano di loro e del loro futuro.
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1234275463348347
Venerdì 21-7-17, 8 Israeliani con gli anarchici contro il muro ed un attivista internazionale si sono uniti agli attivisti del villaggio per la manifestazione n°644 contro l'occupazione e contro i coloni. Durante la vivace manifestazione, gli attivisti hanno usato il megafono per far sapere ai coloni che vivono al di là del muro cosa ne pensano di loro e del loro futuro.
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1240814619361098
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1240814846027742
Venerdì 28-7-17, Ancora una manifestazione vivace. (la n°645) 5 Israeliani con gli
Anarchici Contro il Muro e quasi metà del comitato del villaggio si sono confrontati
dopo una lunga assenza con un contingente dei soldati israeliani occupanti. Abbiamo fatto
il nostro corteo, cantando e bussando sul cancello del muro, mentre il contingente israeliano ha compensato la sua lunga assenza con minacce, granate assordanti e candelotti lacrimogeni di cui abbiamo fatto a meno per oltre 6 mesi.
IL personale dell'ambulanza che non veniva da mesidto che l'esercito non c'era ha ricevuto l'opportuno suggerimento di farsi vedere ed aiutarci con i lacrimogeni a cui non eravamo abituati.
Dopo "aver gradito" i lacrimogeni per un po' siamo ritornati al villaggio.
https://www.facebook.com/mohamed.b.yaseen/posts/1308450225920973
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1247302372045656
Venerdì 4-8-17, manifestazione n°646 in due anni e mezzo di manifestazioni. 8 Israeliani con gli Anarchici Contro il Muro e 5 attivisti internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio. Abbiamo manifestato dal parco di Abu Lamun al cancello del muro certi di
trovare i soldati occupanti israeliani come la settimana precedente. Abbiamo fatto il nostro corteo, scandito slogan preparati per gli sontri alla fine della manifestazione.Siamo rimasti davvero delusi nel non vedere nessun soldato nelle nuove garitte sul muro - ai due lati del cancello. Bussare sul cancello non è servito a niente - i soldati proprio non c'erano Alcuni hanno preso il magafono per dire ai coloni dell'altra parte della valle cosa ne pensiamo di loro. Dopo un po' siamo tornati al villaggio con sensazioni varie.
11-8-17 giorno della festa del mio 80° compleanno a Bil'in - 17 Israeliani con gli anarchici contro il muro ed una dozzina di internazionali si sono uniti agli attivisti del villaggio e ad ospiti da Ramallah per la manifestazione n°647 contro l'occupazione, contro il muro della separazione e contro i coloni. Ci simo radunati al parco di Abu Lamun a mezzogiorno. Abbiamo manifestato da lì fino al cancello del muro della separazione - cantando. Al cancello ci siamo fermati per lungo tempo e poi siamo tornati al villaggio per continuare la festa.
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1259802117462348
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1259801494129077&set=a.251868384922398.50041.100002977143527&type=3
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1259801494129077
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1266009763508250
https://www.facebook.com/Mohammed.Yasin.photography/posts/938273832978646


Ni'ilin

19-5-17 manifestazione del venerdì contro l'occupazione ed i coloni ed in solidarietà con i
prigionieri politici in sciopero della fame. Scontri al muro della separazione ed al blocco sulla strada che viene usata dai coloni. Ferimento di un adolescente e feriti
parecchi altri tra casi di soffocamento e ferite da proiettili metallici ricoperti.

16-6-17, manifestazione contro l'occupazione ed i coloni. 13 Israeliani con
gli anarchici contro il muro si sono uniti agli attivisti del villaggio dopo la preghiera di mezzogiorno tra gli ulivi per il corteo verso il muro della separazione. Solito incendio di copertoni e parole rivolte via megafono ai coloni.Dopo circa un'ora
siamo tornati al villaggio.
https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fscontent.fhfa1-1.fna.fbcdn.net%2Fv%2Ft34.0-12%2F19244445_1517952938277102_105576368_n.jpg%3Foh%3D57f22f8d5bf6043660b9647f1f911034%26oe%3D594675BC&h=ATNx8WAGokuQmv_gH_EYR_9MtniIhCtBlY9S2az69UrjygduTKtwPngqmkfudGz-Apz0xloA7k3HCKxNmq-hgFWJ7Nsn2OCkbOs5iqpNM4GLPQg8PBnCqi5wh0dtOgZoaUKUfw
23-6-17, venerdì, nella catena che non si interrompe un'altra manifestazione contro l'occupazione ed i coloni.
9 Israeliani con gli anarchici contro il muro si sono uniti agli attivisti del
villaggio dopo la preghiera di mezzogiorno tra gli ulivi per il corteo verso il muro della
separazione. Copertoni bruciati come al solito e parole via megafono indirizzate ai vicini coloni.
L'esercito israeliano ha fatto la sua presenza solo con un hovercraft ronzante senza pilota.
Dopo circa un'ora siamo ritornati al villaggio.
https://www.facebook.com/anatllanat/posts/1215001625275731
https://www.facebook.com/Akhdut/videos/1746724825352695/
venerdì, 7-7-17 https://www.facebook.com/oqba.taha/posts/1532895503420447
14-7-17
https://scontent.fhfa1-1.fna.fbcdn.net/v/t34.0-12/20068432_10155366837017696_1575871043_n.jpg?oh=f5c6230834a4cc7d48fe05ec3f261056&oe=596C56BE
venerdì 21-7-17, centinaia di persone di Ni'ilin per le strade dopo la preghiera del venerdì con slogan di condanna per l'occupazione e l'arroganza a Gerusalemme, alcuni sono
saliti sul muro dell'apartheid dove hanno issato bandiere palestinesi ed altre. Bruciati copertoni di gomma, alcuni hanno tagliato il filo spinto dal muro di cemento in presenza di un ampio numero di soldati dell'esercito di occupazione che hanno inseguito i manifestanti e mobilitato le cosiddette guardie di confine in direzione di un veicolo palestinese con altoparlanti per guidarlo verso il comando di strada, hanno chiuso la strada ai giovani ed inondato il villaggio e le case di gas lacrimogeni. Il villaggio è stato bloccato allo scopo di impedire alla gente di entrarvi o uscirvi!
Un ragazzo ferito al piede da proiettili veri
https://www.facebook.com/LunaDitLulu/posts/1920396764881007
https://www.facebook.com/Mohammed.Yasin.photography/posts/924093791063317
28.7.2017 israel pnm https://www.youtube.com/watch?v=zshhRGAjyko&feature=youtu.be
4.8.2017 israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=Yh5O7lEWTU4
11-8-17 Nell'anniversario della dipartita del paladino della libertà Mahmoud Darwish, il corteo settimanale di Nil'in ad ovest di Ramallah contro il muro ed il furto delle terre
si è svolto dopo la preghiera in un campo lontano dalle comodità della vita, dai condizionatori d'aria e dai tappeti con manifestanti che hanno pulito il terreno, curato gli ulivi e cantato slogan contro l'occupazione, issato bandiere palestinesi e bruciato copertoni di gomma. L'esercito d'occupazione con l'ordine di arrestare i manifestanti ha rivelato le sua intenzioni inseguendo i ragazzi nei campi dopo gli scontri.
israelpnm https://www.youtube.com/watch?v=A_aE2AjvJS8&feature=youtu.be
https://www.facebook.com/Akhdut/posts/1814984975193346
18-8-17 https://www.facebook.com/LunaDitLulu/posts/1933498556904161
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1829979743686453
https://scontent.ftlv1-1.fna.fbcdn.net/v/t34.0-12/20916115_1593922110680184_359326486_n.jpg?oh=30f0352836dc8f824677683912ca109e&oe=599A1EDA


Nabi Saleh

venerdì 5.5.2017 David Reeb https://youtu.be/0vKU9LaJoiA
19-5-17 l'esercito israeliano attacca il corteo e spara raffiche di lacrimogeni e proiettili veri. 4 palestinesi feriti
https://www.facebook.com/bassem.tamimi/posts/10211890143241287
David Reeb https://youtu.be/KRuEDuNYOzA
22-5-17 manifestazione a sostegno dei prigionieri politici in sciopero della fame: l'esercito israeliano attacca il corteo di oltre 200 persone e più; un ragazzo ferito alle gambe da proiettili veri
https://www.facebook.com/bassem.tamimi/posts/10211916890629955
26-5-17 le forze di occupazione israeliane hanno arrestato il combattente per la libertà Miko Peled dopo aver attaccato il corteo e sparato raffiche di lacrimogeni e
proiettili veri ed inoltre spruzzato spray irritante sul viso delle persone
https://www.facebook.com/bassem.tamimi/posts/10211952415598057
https://www.facebook.com/bassem.tamimi/videos/10211953420183171/
un lungo articolo: il coraggioso villaggio palestinese di Nabi Saleh esempio della protesta popolare-
http://mondoweiss.net/2017/05/fearless-palestinian-village
venerdì 7.7.2017 le forze di occupazione israeliane attaccano la manifestazione a Nabi Saleh e sparano raffiche di lacrimogeni, di proiettili veri e di proiettili di gomma; gli scontri sono continuati tra i combattenti per la libertà e l'esercito israeliano che ha dichiarato il villaggio zona militare chiusay zone free Palestine
https://www.facebook.com/bassem.tamimi/posts/10212366679714401
21.7.2017 l'esercito israeliano attacca la manifestazione e spara raffiche di lacrimogeni
e di proiettili veri ferendo ad una gamba il giovane Yazen Tamimi
28.7.2017 scontri a Nabi_Saleh con le forze sioniste che usano lacrimogeni
proiettili ricoperti e proiettili veri.
Un ferito al viso da un proiettile d'acciaio ricoperto.


Sarura

19-5-17 Sumud Freedom Camp
https://www.facebook.com/abu.sivan/media_set?set=a.10155353018592500.1073741867.658892499
20-5-17: attivisti palestinesi sono entrati nel tribunale militare di Ofer dove hanno appeso bandiere e disegnato graffiti di Marwan Barghouthi, Cisgiordania.
https://www.facebook.com/Activestills/photos/a.10150851802582073.411001.286357017072/10154444859892073/?type=3


Qaddum

10-6-17
https://www.facebook.com/pg/AlMasira.KufurKaddom/photos/?tab=album&album_id=1818560924832619
Sabato 18/06/17 "Io non dirò i loro nomi perchè i Palestinesi vengono arrestati,
uccisi, umiliati a tutte le età, questi 2 eroi hanno 7 e 5 anni ed hanno difeso la loro
terra con tutta la loro determinazione" https://www.facebook.com/photo.php?fbid=773850079450202
6-23-2017 sono almeno due settimane che la polizia non viene a reprimere le manifestazioni
settimanali nel villaggio. Vengono solo i soldati. Prima c'era una combinazione di
poliziotti e soldati. Questa settimana come si vede nel video, ci sono stati pochi
manifestanti feriti. https://www.youtube.com/watch?v=2tCukZShBOg
7-7-17 La manifestazione di oggi è stata la prima nel settimo anno di proteste nel villaggio. Finiti 6 anni di proteste del venerdì e del sabato per aprire la strada, per la libertà di movimento e per l'abolizione dell'apartheid.
Nelle manifestazioni settimanali centinaia di partecipanti. Tuttavia, le forze sioniste, nella forma dell'esercito sionista e della polizia sono intervenute allo scopo di non permettere alle persone di manifestare nel villaggio in cui vivono. Hanno provato continuamente, ogni settimana, che c'è l'occupazione, c'è l'apartheid.
Due settimane fa, un manifestante è stato ferito alla mano da un proiettile di gomma ed è ancora sofferente per le ossa spezzate. Domenica, la polizia lo ha arrestato insieme ad altri 4 ragazzi del villaggio tra i 14 ed i 15 anni d'età. Uno degli arrestati, ferito alla gamba da un proiettile di gomma non può camminare senza stampelle. Gli arresti sono stati fatti i notte, quando le forze sioniste irrompono nelle case. Continueremo a combattere il sionismo fino alla libertà!
14-7-17 David Reeb https://youtu.be/MX2h-_IZxCk
https://www.youtube.com/watch?v=QqUdZnIu0Uc
Sabato 29/07/17, durante la pacifica manifestazione settimanale, un capitano ed
un suo soldato hanno sparato a tutti proiettili di gomma; tra i palestinesi feriti, il giovane kaled shtewi di 12 anni e suo padre mourad, coordinatore del villaggio.
https://www.facebook.com/doudoune.blondy/media_set?set=a.797714773730399.1073741842.100004756504352&type=3
4-8-17 https://www.youtube.com/watch?v=Ige7j6YWyuk


Non dite che non lo sapevamo n°550

Sabato 29 aprile 2017, 30 coloni di Yitzhar sono scesi nel
vicino villaggio palestinese di 'Urif dove hanno tirato pietre ai bordi del villaggio.
Gli abitanti hanno cercato di scacciare gli assaitori. I soldati israeliani sopraggiunti non hanno impedito le provocazioni e non hanno arrestato nessuno degli assalitori. Hanno sparato lacrimogeni e proiettili ricoperti di gomma contro i residenti. I coloni hanno infranto i vetri delle finestre e ferito i proprietari delle case L'aggressione di sabato non è la prima e non sarà l'ultima.

**

Giovedì 4 maggio 2017, agenti governativi israeliani scortati dalla polizia hanno demolito una casa
a est di Tel Sheva (nel Negev). A Umm Batin (vicino il caseggiato israeliano di Omer)
hnno demolito un serbatoio di acqua ed un recinto.

A 5 famiglie di Bat Sara'ia, vicino Tel Al Milh, sono state consegnate ordinanze di demolizione per le loro case e convocati per interrogatori di polizia.


Non dite che non lo sapevamo n°551

Il 4 maggio 2017, agenti dell'Amministrazione Civile e della Mekoro – la Compagnia Israeliana per l'Acqua – sono venuti nel villaggio plestinese di Bardala, nella zona nord della Valle del Giordano ed hanno tagliato gli allacci dei tubi dell'acqua che ritenevano essere illegali. I soldati israeliani hanno lanciato lacrimogeni contro i Palestinesi che protestavano per la chiusura dei loro tubi.

Circa 20 anni fa, Mekorot scavò dei pozzi nel villaggio e si prese le risorse idriche
del villaggio a cui venne promessa una fornitura di acqua. Nel frattempo la
popolazione del villaggio è cresciuta e con essa i bisogni, ma Mekorot non ha mai acconsentito ad aumentare la fornitura di acqua. Di conseguenza i contadini del posto hanno fatto allacci "pirata" ai tubi della Mekorot.
Si stima che 200 dunams di coltivazioni si siano seccate a causa del
taglio degli allacci.

***

Mercoledì 10 maggio 2017, agenti del governo scortati dalla polizia sono giunti nel villaggio beduino di Sa’awa (a est della città di Hura), dove hanno demolito 8 residenze.

Non dite che non lo sapevamo n°552

Tutte le barriere nel territorio occupato della Cisgiordania sono state erette in violazione delle leggi internazionali. Tutti i regolamenti restrittivi che l'esercito israeliano impone per l'accesso dei contadini alle loro terre poste al di là di queste barriere sono del tutto illegali.
Nel febbraio 2017 l'esercito israeliano ha stabilito i criteri per l'assegnazione dei permessi di ingresso per i contadini. Molti di loro sono stati gravemente danneggiati.
E'il caso del permesso posseduto da R. e dalla sua famiglia di Deir Al Ghusun (a nord di Tul Karm) che non è più valido dalla fine di aprile. Tutti i suoi sforzi di ottenere un nuovo permesso per raggiungere i suoi terreni sono risultati vani.
Lunedì 15 e mercoledì 17 maggio 2017, agenti del governo scortati dalla polizia
hanno demolito case di Beduini nel Negev: due case a Sawain, una a Tel Al Maleh. A
Bir Hadaj una famiglia è stata costretta a demolire sei case. Il mercoledì una struttura è stata demolita a Um Batin, due case e cinque ovili demoliti a Rahma e Al
Arakib è stato demolito ancora una volta.

Non dite che non lo sapevamo n°553

La pratica della "detenzione amministrativa"è in chiara contraddizione col principio di
equità del sistema legale.
Il 26 dicembre 2013, lo scrittore Ahmad Qtamash uscì dalla detenzione amministrativa
dopo sette anni di fila passati in prigione. Non venne prodotta alcuna prova sufficiente
a portarlo in tribunale.
Dopo il suo rilascio, Qtmash non era più attivo politicamente. IL 17 MAGGIO 2017 il comandante militare israeliano in Cisgiordania ha emesso un'ordinanza di detenzione amministrativa contro di lui per altri tre mesi.
Mercoledì 24 e giovedì 25 maggio 2017, agenti del governo scortati dalla polizia
hanno compiuto demolizioni nei villaggi beduini del Negev. Il mercoledì hanno demolito
due case, distrutto cataste di legna a Wadi Al Naam. A Dahiya, vicino la località
israeliana di Beit Qama, hanno demolito un ovile ed una stalla per cavalli, sradicato
piccoli alberi d'ulivo e distrutto un recinto; a Saiwaan, vicino Ar'ara, hanno distrutto una abitazione. Il giorno dopo, a Humra, vicino Darijat, hanno demolito un ovile ed un
recinto temporaneo per le bestie; a Za'arura, vicino Kseife, hanno distrutto olivi ed una diga; a Gatamat, vicino 'Ar'ara hanno demolito un'abitazione ed un ovile.

Non dite che non lo sapevamo n°554

Fin dagli anni '80, i Palestinesi di Sarura sulle Colline a sud di Hebron, hanno subito
aggressioni da parte dei coloni di Ma'on e di Havat Ma'on. Nel 1997 gli ultimi rimasti a Sarura se ne andarono a causa di queste aggressioni da parte dei coloni originari di Havat Ma'on.
Alcune delle loro terre sono state prese dagli stessi coloni di Ma'on e di Havat
Ma'on. I Palestinesi continuano a coltivare i terreni rimasti.

Il 19 maggio 2017, Palestinesi, Israeliani ed attivisti non-violenti hanno eretto il
camping Samud a Sarura, allo scopo di ripopolare il villaggio con i suoi abitanti originari. L'esercito israeliano ha sequestrato la proprietà e demolito la tendopoli tre volte, il 20 maggio, il 25 ed il 29 maggio 2017.

Non dite che non lo sapevamo n°555

Nella notte di giovedì 1 giugno 2017, un colono molto probabilmente dell'illegale avanposto nella riserva naturale di Um Zuka nel nord della Valle del Giordano, ha sabotato dieci cisterne d'acqua e lacerato la protezione di un ovile di una famiglia di
pastori palestinesi situato ad ovest della riserva naturale. Il colono è fuggito.

Non dite che non lo sapevamo n°556

Israele si è astenuto dal fare demolizioni di case del Beduini del Negev durante il mese del Ramadan.
In questi anni abbiamo potuto vedere come il villaggio di Al Arqib non abbia goduto di questa pausa.
Infatti, mercoledì 14 giugno 2017, Al Arqib è stato di nuovo demolito. Le autorità
israeliane hanno demolito anche due ovili a Sawain, a sud della strada 25, mentre a Wadi Al Naam hanno demolito un magazzino ed fatto demolire il pavimento di una casa dalla stessa famiglia che ci abita. Già il giorno 1 giugno, a Hasham Zana a sud della Strada 25, era stato distrutto un frutteto ed una catasta di legna da ardere, mentre a Lakia era stata demolita una casa.

Non dite che non lo sapevamo n°559

Martedì 18 luglio 2017, il giudice Ron Solkin del Tribunale di Beer Sheva ha condannato
a tre anni di prigione e ad una multa di 25000 shekels tre Beduini che avevano partecipato
ad una manifestazione di protestaa Hura del 30 novembre 2013.

Giovedì 20 luglio 2017, agenti del governo scortati dalla polizia sono venuti
nel Negev per una giornata di demolizioni di case dei Beduini. Hanno distrutto una casa a Wadi Al Naam, una casa vicino Hura ed un'altra a Wadi Ghawin, vicino Mulda.

Non dite che non lo sapevamo n°560

Sabato 27 luglio 2017, Odeh Nawajeh, di 17 anni, di Ibzik vicino la città di Tayasir
nella Valle del Giordano, è uscito per badare al gregge di famiglia. E lì ha
trovato la morte per l'esplosione di un ordigno lasciato sul terreno dopo
un'esercitazione militare nell'area.

Mercoledì 26 luglio, agenti governativi accompagnati dalla polizia sono giunti nel
Negev per una giornata di demolizioni di case dei Beduini. Hanno demolito due case vicino Segev Shalom (Shaqib al-Salam). A Un Gabu, a est di Tel Sheva, una casa è stata demolita per la nona volta ed i beni della famiglia sono stati confiscati. A Rakhama, vicino Yeruham, demolito un piccolo pollaio.

Non dite che non lo sapevamo n°561

I contadini del villaggio palestinese di Jaloud non hanno ricevuto i permessi per il raccolto nei loro campi di grano situati vicino l'illegale avanposto di Esh Kodesh. Giovedì 3 agosto 2017, i permessi -autorizzati fin dal mese di maggio- sono arrivati. Recatisi sui loro campi, sono rimasti basiti nel constatare che non c'era più nulla da raccogliere.

Martedì 1 agosto 2017, agenti del governo scortati dalla polizia hanno distrutto Al Arakib
ancora una volta. Mercoledì 2 agosto 2017, nel villaggio beduino di Bir Hadaj vicino al Kibbutz Revivim, hnno distrutto due abitazioni e tre shigs (luoghi di raduno tradizionali).

Non dite che non lo sapevamo n°562

Martedì 8 agosto 2017, un camion-cisterna di acqua è entrato nel villaggio palestinese di Pakhit sulle Colline sud di Hebron per rifornire i residenti. Quando il mezzo ha lasciato il villaggio i soldati israeliani lo hanno fermato e confiscato, con l'accusa di essere entrato in una zona militare.

Lunedì 7 agosto 2017, sotto la minaccia delle autorità di distruzione di un magazzino di
600 mq e conseguente pagamento dei costi della demolizione, il proprietario
del magazzino lo ha distrutto da sè. E' successo nel villaggio beduino di
Um-Namila a nord di Rahat.

Non dite che non lo sapevamo n°563

La strada che porta dalla Superstrada 60 all'insediamento coloniale di Negohot passa attraverso il villaggio palestinese di Hursa a ovest di Hebron. Il 25 luglio 2017, soldati israeliani hanno rimosso il tetto di una casa privata per ragioni di sicurezza. Lo scopo: garantire la sicurezza per la costruzione di una torre di guardia vicino al municipio ed alla scuola del villaggio. Per più di tre settimane, i soldati hanno praticamente vissuto sul tetto della casa.

Lunedì 14 agosto 2017, agenti del governo accompagnati dalla polizia
hanno demolito le case dei Beduini nel Negev: due case nel villaggio di
Sawain e due case nel vicino villaggio di Abu Tlul.
Giovedì 17 agosto hanno continuato con le demolizioni
distruggendo una casa (per la quinta volta quest'anno) a Umm Gabo
(a est di Tel Sheva); a Wadi Guwain (a sud di Hura) hanno distrutto
una casa, un ricovero per animali, un recinto ed un canale; ad Al Bat (a est
di Hura) hanno distrutto un recinto ed un canale. Per saperne di più
amosg@shefayim.org.il
==================================================================== *
* From my blog at: http://ilanisagainstwalls.blogspot.com
See at the blog previous reports about the joint struggles the
Anarchists Against the Wall take part in. See also: Stories from
the year 2100 - 50 years after the revolution
http://ilan.shalif.com/anarchy/glimpses/glimpses.html
http://ilan.shalif.com/anarchy/glimpses/glimpses-it.html
http://ilan.shalif.com/anarchy/glimpses/glimpses-heb.html

(traduzione a cura di Alternativa Libertaria - Ufficio Relazioni Internazionali)
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center