A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #271 - politica, Può il capitalismo essere democratica? (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 12 Apr 2017 13:33:33 +0300


Con " affari " cattura sempre più politici (tra cui Fillon Le Pen e Macron), la " moralizzazione della vita politica " o " democrazia reale " diventare sempre più centrale in alcuni discorsi di sinistra. In Spagna, dove i casi di corruzione sono aumentati, è la punta di diamante del partito Podemos, che è un modello per la Francia ribelle e altre formazioni in Europa. ---- Ovviamente, siamo in grado di criticare solo la concentrazione del potere nelle mani del Presidente della Repubblica, i passaggi in forza improvvisamente articolo 49.3 come durante il diritto del lavoro, l'immunità, che sono per lo più i politici a prova (Sarkozy o Balkany sono buoni esempi), l'accantonamento di piccole candidati presidenziali e legislative. ---- Tuttavia, ci potrebbe essere una vera democrazia nel quadro del capitalismo ? In realtà, il capitalismo mette campo economico " la democrazia off " nelle mani di una minoranza non eletto, quasi potere ereditario ai capitalisti. Ora è il possesso dei mezzi di produzione che determina che dirige.

Tutto si intreccia oggi, e noi vediamo sempre più grandi capi o banchieri di tornare alla politica, per l'immagine della Macron, e difendere apertamente gli interessi delle banche e le grandi imprese. Ma anche se ci avrebbe dato, per esempio, completamente proporzionale, e sarebbe consentire l'elezione di un governo chiamato i datori di lavoro indipendenti, sarebbe subito confrontarsi con il dilemma: o egli viene apertamente in conflitto con capitalista o è condannato a legiferare solo su questioni periferiche che non si preoccupano i patroni.

Ora tutti gli esempi noti dimostra che non è mai un governo che prende l'iniziativa nel confronto con i capitalisti, e invece sono sempre trovato a moderare il conflitto e di capitolare, come nel frontale persone in Francia, dopo l'elezione di Allende in Cile o Tsipras in Grecia di recente. Possiamo fare tutti i piani su " VI ° Repubblica " o la " Democrazia 2.0 ", se non risolviamo la questione del potere economico, ci mescoliamo solo il vento.

E i capitalisti non si lasciano espropriati senza resistenza , una rivoluzione è inevitabile. Purtroppo, la storia del XX ° secolo, che la rivoluzione ancora spesso rima con acquisizione da parte di una minoranza illuminata nelle orecchie degli sfruttati. Noi, da parte nostra, la scommessa di un progetto che è sia anticapitalista, rivoluzionaria e democratica, basata sulla socializzazione dei mezzi di produzione: comunismo libertario .

gestione diretta

I mezzi di produzione devono essere affidate alla gestione diretta dei lavoratori e del lavoro organizzati in incontri aziendali. città alla consulenza avrà il compito di determinare, in termini di esigenze di produzione, mentre trovando l'equilibrio con la capacità di produzione e la conservazione dell'ecosistema. Questi suggerimenti saranno costituiti da membri con un mandato élu.es revocabili, e fatte salve le decisioni dell'Assemblea Generale sulle principali decisioni politiche. Questi suggerimenti designare rappresentanti e rappresentanti allo stesso modo (mandati revocabili e requisiti) per i livelli più alti (provincia, regione, ramo di industria ...).

In tutte le rivoluzioni, i lavoratori organisé.es spontaneamente in consigli di quartiere e di business, questo indipendentemente dai governi. In modo che, questi suggerimenti che guadagnano in forza e dimostrando che essi stessi potrebbero organizzarsi in società, una situazione di dualismo di potere è stato istituito Consigli da un lato, il governo dall'altro, potrebbe finire solo la scomparsa di uno o l'altro.

Democratico e il capitalismo sono incompatibili. La questione non è di pensare a meccanismi che lo rendono democratica, ma piuttosto di convincere la classe operaia per la necessità di lotta di classe per cambiare la società, mentre l'organizzazione democraticamente ora .

Gregory (AL Orléans)

E per andare oltre, non esitate a prendere il nostro società Progetto libertaria comunista , a disposizione della nostra biblioteca. Un testo fondamentale nella definizione di oggi la rivoluzione, e lo scopo di una trasformazione della società.
http://boutique.alternativelibertaire.org/livres/78-un-projet-de-societe-communiste-libertaire-978291493319.html

http://www.alternativelibertaire.org/?Le-capitalisme-peut-il-etre-democratique
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center