A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Alternative Libertaire AL #269 - Marocco: COP22 di lavaggio più verde (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 8 Mar 2017 12:30:00 +0200


Nel mese di novembre, tenutasi a Marrakech la 22 ° edizione della Conferenza sul Clima (COP). L'opportunità per il governo marocchino per migliorare la sua immagine ambientale e di attrarre fondi per eseguire l'attività di capitalismo verde. Tuttavia, la realtà sociale e climatica ha un altro volto come manifesti pubblicitari. ---- Da alcuni anni, il Marocco mostra una transizione energetica invidiabile in un paese africano. Questo si traduce in una riforma agraria "Piano Marocco Verde" per "ottimizzazione" e industrializzazione di prodotti agricoli, piantagione di parchi eolici, il rinnovo delle strutture idrauliche quali dighe per l'agricoltura e la produzione di energia elettrica e la creazione, vicino a Ouarzazate, il più grande parco del mondo[1]pannelli solari entro il 2050.

In sintesi, note di studente medio in rapida crescita in termini di energia. Tranne che dietro il bellissimo paesaggio nasconde una realtà di violenza senza precedenti.

L'accaparramento di terre

Il "Piano Marocco Verde", che sarà la realizzazione di efficienza agricola, è in realtà una privatizzazione su larga scala di Terra di Stato e collettive tribù terreni agricoli e comunità rurali, al fine di specializzarsi in esportazione dell'agricoltura marocchino . In aggiunta a questo la corruzione nel mondo degli affari e l'influenza del vasto impero Aziz Akhannouche idrocarburi magnate inserzionista numero 1 nel paese (che imbavaglia perfettamente la media), e il ministro dell'Agricoltura nel governo uscente, e questo piano fa seguito il Marocco, anzi, verde di rabbia tanto bottino, sprechi e corruzione.

Per quanto riguarda i parchi eolici, tanto saranno installati nel Sahara occidentale, e di nuovo violando i diritti di autodeterminazione del popolo Saharawi.

A pochi chilometri da Ouarzazate, il progetto di energia solare Noor sta avanzando rapidamente, con la consegna della prima tranche Noor I. Questo progetto risponde ad una domanda europea[2]. Esso è finanziato, tra gli altri, la Banca mondiale e la Banca europea per gli investimenti. Inoltre, nel settore, il progetto è realizzato da un furto della terra collettiva da tribù locali, con una parvenza di consultazione: Mohamed VI ha annunciato il piano nel mese di ottobre 2010, la prima riunione di consultazione pubblica tenuta nel novembre 2010. Un altro esempio di verde afferrare (verde blocco) [3].

lotte di solidarietà

Quando gli ipocriti dell'ecologia e gli emissari del fondi avvoltoio, sfilano nelle sale VIP di Marrakech a "discutere" il futuro del clima globale, le persone che soffrono la violenza del capitalismo in tutti i suoi colori sulla solidarietà per voce la loro voce.

Così uno dei principali eventi contro il resto-Cop22 è tenuta a 300 km a sud di Marrakech[4], intorno alla lotta della popolazione di Imider, un villaggio non lontano, che è uno dei più grande miniera i soldi per l'Africa. disastrosa gestione ed il funzionamento senza la ringrazio di questa miniera di nuovo alla Metallurgical Corporation Mimic (SMI), una filiale della società Managem appartenente all'impero di Mohamed VI.

Questo emblematico lotta del popolo locali contro accaparramento e l'inquinamento delle acque da parte della SMI, questo per l'estrazione di minerali e la pulizia.

Il contro-Cop22 quindi ha visto un collegamento e di scambio tra attivisti e impliqué.es attivisti nella lotta contro i grandi progetti di espropriazione o l'inquinamento del suolo e delle risorse naturali in tutto il mondo. Infatti, l'arrivo di attivisti che lottano contro Dakota accesso Pipeline (DAPL)[5]questo contro-Cop22 è stato un grande momento di solidarietà internazionale. Di fronte a ingranaggi capitalismo popoli in lotta sabbia scrofa fertile.

Marouane Taharouri (AL Paris-Nord-Est)

[1]Un progetto che ha l'ambizione di raggiungere il 11% della produzione mondiale di energia elettrica nel 2050

[2]Il progetto Desertec, promosso da consorzi di imprese europee incluse Noor nei suoi piani di produzione di energia elettrica in Africa per l'Europa. I conflitti tra i partner e "problematico" della dipendenza energetica nei confronti dell'Africa (Spagna ha rifiutato di partecipare al finanziamento del cavo che collega il Marocco verso l'Europa) hanno superato, per ora , il progetto Desertec.

[3]L'accaparramento verde copre il concetto di espropriazione delle terre e delle risorse naturali da parte degli Stati e società per presunte ragioni ambientali.

[4]# 300kmSouth

[5]Pipeline Progetto controverso negli Stati Uniti, che hanno registrato una forte mobilitazione guidata da comunità indigene amerindi, a causa del tracciato che passa attraverso le terre tradizionali e potenziale altamente devastanti per l'ambiente.

http://www.alternativelibertaire.org/?Maroc-La-COP22-lave-plus-vert
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center