A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 30 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Francais_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkurkish_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours

Links to indexes of first few lines of all posts of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Spain, levante cnt-ait: LA LOTTA INIZIA NEL TUO POSTO DI LAVORO (ca, en) [traduzione automatica]

Date Tue, 10 Sep 2019 10:56:30 +0300


La tua azienda ti sfrutta? Le tue condizioni di lavoro sono insopportabili? Stai ancora caricando lo stesso mentre tutti i prezzi salgono? Sei costretto a fare gli straordinari? Non supporti più tagli ai diritti? Incatenate continuamente contratti temporanei? Sei stato licenziato o sei stato disoccupato per troppo tempo? ---- Se hai risposto sì a una di queste domande, è chiaro che hai bisogno di una modifica. Qui troverai persone come te, che non si conformano e combattono contro le ingiustizie. ---- Sfortunatamente, le conquiste storiche dei lavoratori vengono invertite quasi senza opposizione. Contratti collettivi imbarazzanti, licenziamenti di massa e riforme del lavoro hanno venduto la firma di "sindacalisti".
Più temporalità, meno indennità per licenziamento, pensionamento più tardi e più tardi ... Se continua così, trascorreremo la nostra intera vita entrando e uscendo dalla disoccupazione, e accettando salari e condizioni di lavoro sempre più dolorosi, mentre i soliti continuano ad allinearsi a nostre spese .

Pensiamo che ci siano due opzioni per questa pantomima. Il primo è di dimettersi e continuare a deglutire fino allo scoppio. Il secondo è organizzarsi tra pari e combattere per noi stessi, senza leader di alcun tipo.

Il nostro sindacato è composto da lavoratori che sono stanchi di acconsentire a essere calpestati. Siamo stipendiati, pensionati, disoccupati, studenti, immigrati ... Donne e uomini che cercano tutto e si sostengono a vicenda se necessario.

LA NOSTRA RILASCIA IMMEDIATA

Contro la disoccupazione, per la libertà. Lavora meno per lavorare tutto.
- Riduzione dell'orario di lavoro a 25 ore settimanali senza riduzione salariale.
- Aumento del periodo minimo di ferie a 31 giorni lavorativi all'anno.
- Fine degli straordinari. Rispetto rigoroso di orari e pause.

Contro la povertà, per la giustizia sociale. Carica di più per vivere meglio.
- Aggiornamento salariale. Aumento di 6.000 euro lordi all'anno di tutti i salari. Salario minimo di 1.500 euro al mese.
- Fine del congelamento e divario salariale. Aumenti salariali lineari di 3.000 euro lordi annui più variazione dell'IPC.

Contro i licenziamenti, per la stabilità. Basta con la precarietà.
- Conversione a tempo indeterminato e cancellazione di tutti i contratti temporanei.
- Elezione di riammissione immediata sul posto di lavoro o indennizzo di 60 giorni all'anno in caso di licenziamento ingiusto.
- Indennità di 45 giorni all'anno lavorata in caso di licenziamento obiettivo. Revisione del sistema di reati e sanzioni e monitoraggio da parte del sindacato.

Contro gli infortuni sul lavoro, per sicurezza. Neanche un'altra morte.
- Rispetto rigoroso delle normative sulla prevenzione del rischio professionale.
- Partecipazione di tutte le lavoratrici alle commissioni per la salute e la sicurezza.
- Formazione di qualità da parte dell'azienda e sempre durante l'orario di lavoro.
- 100% dello stipendio dal primo giorno in caso di incidente o malattia.

Contro il machismo, per l'uguaglianza. Femminismo di classe.
- Congedo di maternità e paternità di 3 anni.
- Giornata ridotta per la cura di figlie e figli fino a 14 anni e parenti a carico per lavoratori e operai.
- Congedo medico dalla 18a settimana di gravidanza a scelta del lavoratore.
- Fine della discriminazione, molestie e aggressioni sessiste sul lavoro.

Contro il disprezzo per gli anziani, per il futuro. Pensionamento decente
- Anticipazione dell'età pensionabile a 55 anni.
- Pensione minima di 1.500 euro al mese. Aumento lineare delle pensioni di 3.000 euro lordi all'anno più variazione dell'IPC.

Contro il sindacalismo aziendale, per anarco-sindacalismo.
- Eliminazione di sussidi e privilegi sindacali.
- Soppressione delle elezioni sindacali e dei comitati aziendali. Assemblee di lavoratori e lavoratori organizzati, controllando la contrattazione collettiva.
- Istituire sezioni sindacali della CNT-AIT. Mobilitazione e sostegno reciproco.

Questo non è un programma elettorale. Non sosteniamo le elezioni o mai, perché non vogliamo i loro privilegi o sussidi. Da tempo abbiamo smesso di credere nei politici professionisti e nei sindacalisti.
Prendiamo le nostre decisioni riunite in assemblea, dove chiunque può esprimere la propria opinione e formulare le proprie proposte. Le persone con una posizione, come la segreteria generale o il Ministero del Tesoro, non addebitano un centesimo per adempiere alle proprie responsabilità e devono aderire a quanto concordato dall'Assemblea.
Sebbene non rinunciamo a miglioramenti immediati come quelli qui proposti, crediamo ancora che sia necessaria una vera rivoluzione. Non possiamo accontentarci di un sistema di classe sociale, in cui i ricchi si arricchiscono e i poveri diventano più poveri. Siamo governati da banchieri e milionari e per di più dobbiamo sopportare di essere chiamati democrazia.
Non siamo soli in questo, ma abbiamo la solidarietà di altri sindacati come i nostri in tutto il pianeta, con l'uguaglianza e la libertà come unici obiettivi, uniti nell'International Workers Association.
Combattiamo quotidianamente per strada e nelle aziende per migliorare le nostre condizioni di vita. Siamo la classe lavoratrice organizzata e non abbiamo paura di niente. Stiamo per cambiare il mondo.

AFFILIATI E ACCOUNT IL NOSTRO SUPPORTO

http://blogscat.com/a/cntaitmarinaalta/
https://www.facebook.com/cntaitmarinaalta/

lamarinaalta@cntait.org

https://levantecntait.wordpress.com/2019/09/02/la-lucha-empieza-en-tu-puesto-de-trabajo/#more-753
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center