A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Union Communiste Libertaire AL #305 - Riflettore, Povero alloggio: per una moratoria sugli affitti non pagati (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 27 May 2020 09:02:33 +0300


In questo periodo di confinamento, molti sono coloro che rimangono senza aiuto di fronte allo stato di emergenza sanitaria: inquilini malati, senzatetto, privi di documenti, precari rimangono senza risorse e indigenti. ---- Come lo smantellamento dell'ospedale pubblico, le politiche abitative hanno le stesse disastrose conseguenze in questo periodo di emergenza sanitaria. Il confinamento imposto alla popolazione si trasforma rapidamente in un inferno per i quattro milioni di poveri alloggiati e i 143.000 senzatetto [1]nella Francia continentale, per i quali nulla è stato pianificato a monte. ---- In ogni grande metropoli, centinaia di persone, tra le più vulnerabili, sono state abbandonate per strada o in rifugi di fortuna e altre baraccopoli senza acqua corrente, esiliati, giovani stranieri e minori stranieri che non sono riconosciuti come tale, privato dell'aiuto alimentare distribuito dalle associazioni, ed è stato solo una settimana dopo l'inizio del parto che lo Stato ha iniziato a armeggiare con alcune soluzioni di alloggio in strutture collettive come le palestre, inadatte per un combattere contro l'epidemia, i centri di desertificazione (sic) o gli hotel di fascia bassa dove la promiscuità è la regola.

Tuttavia, già a marzo, le associazioni [2]hanno sequestrato con urgenza il Consiglio di Stato per richiedere la richiesta di alloggi in affitto turistico (airBnB) e camere d'albergo vacanti, per proteggere senzatetto, esiliati e 218.000 famiglie sovraffollate, nonché l'accesso alle attrezzature mediche essenziali per la protezione di queste persone e del personale infermieristico. Domanda respinta, come quella avviata da altre cinque associazioni [3]che ha chiesto la chiusura dei centri di detenzione amministrativa, nonostante le richieste di aiuto fatte dai migranti privi di documenti che rimangono rinchiusi lì mentre non vi è più alcun volo all'estero. La richiesta da parte dello Stato del gran numero di abitazioni vuote rimane l'unica soluzione giusta e dignitosa.

Un inquilino su dieci in debito
Tuttavia, il maggior numero di coloro che soffriranno, a lungo termine, da questo confinamento sono sicuramente gli inquilini, che rappresentano il 39,9% della popolazione (42,6% nel parco pubblico e il 57,4% nel privato) e che subiscono un calo del reddito (disoccupazione parziale o totale assenza di reddito) e un aumento della spesa (assenza di mense, aumento del consumo di liquidi). Uno su dieci inquilini aveva debiti di locazione prima dello stato di emergenza. Quanti saranno minacciati di sfratto tra qualche mese ?

Mentre in Germania, Canada, Gran Bretagna, Spagna, Portogallo e persino Svizzera, sono state prese varie misure per aiutare gli inquilini, il governo francese non sta prendendo in considerazione nient'altro che assistenza per l'affitto ... Aziende !

Droit au Logement (Dal) e molti sostenitori hanno deciso di sfidare questo governo e i locatori pubblici e privati a favore di una moratoria degli affitti per gli inquilini in difficoltà. Per una moratoria durante l'epidemia [4]si crea un movimento di solidarietà tra gli inquilini e i loro sostenitori, invitando coloro che possono (senza mettersi in difficoltà) a sospendere l'affitto fino ad ottenere una moratoria. Il " dopo " deve essere costruito oggi !

Clo (Centro UCL 93)

convalidare

[1] Fonte FAP 2020

[2] Federazione DAL, Kâlî, LDH, funzionari eletti contro la violenza contro le donne, diritti di emergenza, Gisti, Utopia 56, azione cristiana contro la tortura

[3] ADDE, Cimade, SAF, GISTI e CNB

[4] Chiamata disponibile sul sito web Loyersuspendu.org

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Mal-logement-Pour-un-moratoire-sur-les-loyers-impayes
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center