A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL - Al #305 - industria, Industria farmaceutica: come possiamo socializzarla (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 17 May 2020 11:06:13 +0300


È un settore essenziale per produrre, in grandi quantità, test di screening e una molecola che darebbe risultati contro il virus. Viene anche usato, al di fuori del contesto di un'epidemia, per esempio per produrre vaccini e farmaci contro le malattie croniche. Lasciandolo nelle mani di interessi privati sta andando verso nuovi disastri. ---- È perché l'industria farmaceutica è soggetta alla legge del profitto che la sua produzione è stata esternalizzata, in particolare in Cina e India, al fine di ridurre i salari e le condizioni di controllo sui medicinali [1]. ---- © François Terrier ---- L'India fornisce il 20% della domanda mondiale. Tuttavia, lo Stato indiano ha deciso, dopo aver individuato sei casi di coronavirus, di limitare l'esportazione di 26 farmaci (antibiotici, paracetamolo, antivirale ...) per garantire la sua fornitura [2]. Le catene di approvvigionamento di droga sono state quindi notevolmente complicate, la dottrina liberale della gestione dell'inventario just in time non ha aiutato nulla.

Ma questo non risale alla pandemia. In un decennio, di droga stock-out in Francia sono aumentate del 12 [3]: anti-infettivi, vaccini, trattamenti contro l'epilessia o il morbo di Parkinson, il cancro, ora teme i malati cronici la cui associazioni hanno firmato un forum con scienziati e funzionari di CGT e Solidaires [4]. Il trasferimento della produzione di droghe in Francia o in Europa è attualmente in discussione. Ma finché questa produzione rimarrà soggetta alla legge del profitto, non sarà sufficiente.

Le società francesi cercheranno di massimizzare i loro profitti con mezzi diversi dall'offshoring: concentrandosi su farmaci redditizi, gestendo le scorte su base just-in-time, modificando le formule per presentare nuovi brevetti [5]o facendo fare pressione affinché i trattamenti più costosi vengano rimborsati e quindi prescritti [6]. Sanofi sta già approfittando della crisi annunciando l'outsourcing di 6 dei suoi 11 siti europei (ovvero più di 1.000 dipendenti in Francia e 3.000 in Europa), presumibilmente per combattere meglio contro carenze, in realtà per sbarazzarsi dei siti che producono i farmaci meno redditizi [7].

Assetato di guadagno, il colosso Sanofi sta concatenando piani di ristrutturazione, soprattutto nella ricerca, in cui sono stati tagliati 2.500 posti di lavoro in dieci anni.
© Peter Sondermann
Cosa significa controllo popolare
Portare questo settore fuori dal mercato socializzandolo è quindi una questione di salute pubblica. Socializzare non significa semplicemente requisirlo durante la crisi: in effetti, riorganizzare una produzione ampiamente esternalizzata non avverrà dall'oggi al domani.

Socializzare non significa nazionalizzare, nel senso che lo stato diventerebbe la maggioranza o addirittura unico azionista, ma dove rimarrebbe nel quadro della competizione capitalista, immaginando che lo stato in controllo "sarà meno peggio". Possiamo vedere dove ci può portare il caso di Air France, che il governo prevede di rinazionalizzare perché la società è in difficoltà ... annunciando che la venderà una volta superata la crisi - e probabilmente dopo aver iniettato molto denaro pubblico, il che significa socializzare le perdite e privatizzare i profitti !

Socializzare, per cominciare, significa espropriare i capitalisti che possiedono le compagnie del settore. Senza compenso va da sé. Hanno approfittato a sufficienza delle armi e del cervello dei loro dipendenti e vivevano sul retro della previdenza sociale. Ma socializzare non significa anche competizione tra aziende autogestite, il che porterebbe sicuramente a simili abusi.

L'organizzazione del lavoro sarebbe sotto la responsabilità dei lavoratori, ma la finalità della ricerca e della produzione sarebbe sotto il controllo popolare, attraverso una pianificazione democratica. La popolazione, attraverso i suoi rappresentanti (licenziabili e / o estratti a sorte, i rappresentanti delle associazioni dei pazienti) deciderebbe, in consultazione con il settore socializzato, le priorità di ricerca e produzione. Un fondo di investimento finanziato con contributi sociali, sul modello di sicurezza sociale, libererebbe questo settore dalla legge del profitto [8]. L'utilità di ciascuna professione [9], di ciascun sito e della sua possibile conversione ecologica potrebbe quindi essere messa in discussione.

Nonostante Sanofi stia affondando il suo settore di ricerca e abbia realizzato un utile netto di 2,8 miliardi di euro nel 2019, il gruppo beneficia di 150 milioni di crediti d'imposta per la ricerca all'anno.
© Randy Monceaux
Non attenersi a questo settore
Ma alla fine, questo ragionamento può essere applicato a tutte le aziende. Che ci piaccia o no, è essenziale. L'intera economia è intrecciata: i prodotti farmaceutici dipendono dalla fornitura di materie prime [10], macchinari, logistica, ecc. Tuttavia, la socializzazione di una parte dell'economia determinerebbe necessariamente misure di ritorsione da parte dei capitalisti: sanzioni dell'Unione europea o barriere doganali, fino all'esempio di un colpo di stato come in Cile nel 1973. Si potrebbe immaginare che i datori di lavoro dei trasporti si rifiutino di consegnare le società socializzate, o quello delle sostanze chimiche che rifiutano di consegnare i materiali di consumo, con il pretesto del disordine causato dalla socializzazione.

Ma questa sovrapposizione è anche internazionale. Alcuni farmaci richiedono la collaborazione tra paesi, soprattutto quando si tratta di un numero limitato di pazienti. Sarà quindi necessario spingere per la socializzazione oltre i confini e spezzare la dipendenza comune dagli interessi privati.

Socializzare solo una parte dell'economia non è sufficientemente coerente. Ma nel contesto di una pandemia che ha aperto gli occhi a molte persone, si può ottenere la maggior parte delle idee sulla necessità di socializzare il settore sanitario e l'industria farmaceutica. Un obiettivo intermedio prima di andare verso la socializzazione generale dei mezzi di produzione.

Grégoire (UCL Orléans)

convalidare

[1] Un terzo dei medicinali prodotti in India non è conforme ( Le Monde , 11 gennaio 2018).

[2] "Covid-19: l'India limita l'esportazione di 26 farmaci e API", Industriepharma.fr , 3 marzo 2020.

[3] "Coronavirus: la catena di approvvigionamento dei medicinali in questione", RFI , 6 marzo 2020.

[4] "Carenza di medicine, test e attrezzature vitali: il richiamo delle personalità !", Per trovare sul blog Mediapart di Pauline Ondeix , 7 aprile 2020.

[5] Come è stato fatto con Levothyrox nel 2017, che ha portato a un'ondata di effetti collaterali indesiderati nei pazienti.

[6] Simon Gouin, "Lobbying: come l'industria farmaceutica sta prendendo d' assalto le istituzioni europee", Bastamag.net , 24 maggio 2019.

[7] "Il grande bluff del gruppo Sanofi", L'Humanité , 16 aprile 2020.

[8] Su questo punto, e in questo contesto - la socializzazione di un particolare settore industriale al di fuori della rivoluzione globale dell'economia e della società sostenuta dall'UCL - le nostre idee possono unirsi a quelle di Bernard Friot, "La contributo, leva di emancipazione", Le Monde diplomatique , febbraio 2012.

[9] Stiamo pensando a professioni parassitarie come quella di rappresentante medico.

[10]Adesempio, è l'insufficiente fornitura di reagenti che oggi limita la produzione di test di screening. "Reagenti al centro della mancanza di test", Liberazione , 29 marzo 2020.

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Industrie-pharmaceutique-comment-on-peut-la-socialiser
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center