A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) NUOVE INFORMAZIONI SULLA SITUAZIONE CILEANA: SECONDO COMUNICATO di Federación Anarquista Santiago (en, fr, ca) [traduzione automatica]

Date Fri, 25 Oct 2019 09:21:54 +0300


Di fronte all'esplosione sociale nella regione cilena, la Federazione anarchica di Santiago dichiara: ---- 1. I difetti del modello neoliberista sono sempre maggiori, la situazione è andata oltre il governo e si è diffusa nella regione. Ora non è solo a Santiago che hanno avuto luogo le proteste per strada, ma è in tutti i territori della regione del Cile che la lotta è stata organizzata e organizzata. La volontà della nostra classe cresce di giorno in giorno, anche se tutto è fatto per impedirlo, siamo ogni volta più numerosi in questo atto storico. Il coprifuoco viene costantemente sfidato in ogni angolo del paese, con massicce manifestazioni di rabbia, le persone continuano la loro degna lotta. ---- 2-La risposta del governo è stata quella di intensificare la sua repressione selvaggia, più di diecimila soldati vagano nei nostri quartieri e viali scatenando il terrorismo dello Stato. Tanches e elicotteri da guerra vagano per le strade e il cielo con l'intenzione di terrorizzare la gente.
Questo schieramento di poliziotti e soldati ha colpito violentemente i popoli in lotta, ci sono già più di 1700 detenuti, più di 250 feriti gravi e più di 15 uccisi per i quali lo stato afferma di nascondere le proprie responsabilità e cerca di nascondere i loro nomi, compaiono centinaia di persone scomparse, innumerevoli torture e sempre più casi di violenza sessuale. Tutte le violenze e gli omicidi sono di diretta responsabilità dello Stato, e in particolare del governo che ha lasciato il posto ai suoi genitori, che non hanno esitato per un momento a sparare alla classe oppressa.

3- Avvertiamo i popoli in lotta contro la strategia di comunicazione dello stato, sviluppata dal governo con la complicità della stampa borghese, che cerca solo di distogliere gli occhi dal conflitto sociale, installando l'idea che si tratta di un conflitto di sicurezza, in cui la priorità è ripristinare l'ordine borghese attraverso un grande "patto sociale" senza restituire i propri diritti al popolo. Lunghe ore di immagini tendenziose e complici di opinioni complicate appaiono in TV, chiamano lo "spirito nazionalista" del governo per far fronte a questa crisi, i media e i governi borghesi gestiscono il periodo come un disastro naturale, ma sappiamo che è la catastrofe del capitalismo e del patriarcato, Vogliamo anche sottolineare che le chiamate a camminare con la maglia della selezione di calcio cilena e a sviluppare uno spirito nazionalista, sono la stessa strategia utilizzata alcuni anni fa dall'estrema destra brasiliana, che aveva usato un enorme malcontento sociale come trampolino politico per arrivare al potere. Chiediamo di visualizzare questa situazione e di non rafforzare il fascismo.

4- Nous rejetons l'opportunisme des partis politiques qui prétendent représenter les peuples en lutte, vous ne repésentez que vous intérêts mesquins, ne cherchant qu'à arriver au pouvoir en utilisant le sang versé par la classe des opprimé.e.s comme stratégie d'opportuniste et de parasites. Vous n'avez pas votre place dans nos quartiers, nos assemblées et manifestations, pas de place dans le monde nouveau que nous sommes en train de créer, vous ne faites que représenter tout ce que nous sommes en train de jeter aux oubliettes de l'histoire.

5- Chiediamo di continuare le mobilitazioni, di continuare la lotta nei territori e nelle strade. È estremamente necessario istituire assemblee territoriali sviluppando pratiche prefigurative autogestite, da una posizione di classe, ecologista e anti-patriarcale, in modo che l'auto-organizzazione degli oppressi possa offrire risposte e soluzioni ai problemi immediati come nel lungo periodo. Dobbiamo iniziare a creare comunità organizzate e controllo territoriale, che ci consentano di spostarci verso la nostra totale emancipazione, che deve essere la nostra priorità e non trovare uno sbocco istituzionale per la crisi come Assemblea costituente o tutte le altre cose che danno aria alla democrazia borghese.

6- Infine, diventa necessario generare una base coordinata di difesa tra i diversi settori in lotta, che rappresenti la diversità di corpi, popoli e territori, nonché i loro problemi. Per lo stesso motivo è molto importante riuscire a distruggere i pilastri di questo modello, diventa necessario porre fine al codice dell'acqua e dell'AFP e, d'altra parte, migliorare le nostre condizioni di vita immediate classe, abbassando il numero di ore di lavoro, socializzando il sistema di trasporto, aumentando il salario minimo, ponendo fine all'outsourcing e rivendicando il diritto alla casa e all'alloggio dignitoso, legalizzando l'aborto e fornendo un accesso dignitoso alle cure, eliminando tutti i debiti educativi (CAE, Fondo di solidarietà), abbassando i prezzi per i servizi di base (acqua, elettricità, gas) e paralizzando tutti i progetti estrattivi. Dobbiamo fermare l'agenda legislativa della borghesia che entra sempre più nel neoliberismo, quindi chiediamo il ritiro del decreto TPP-11, la legge dell'integrazione sociale, la legge dei ghiacciai, il controllo del rientro del gioventù, riforme pensionistiche, riforme fiscali e progetto della via d'acqua, per lo stesso scopo è essenziale abrogare la legge delle "classi sicure", la legge antiterrorismo, lo statuto dei giovani lavoratori, la legge sui migranti, la legge sulle riserve di ottone e il codice del lavoro. Infine, chiediamo il rilascio di tutti i prigionieri politici, la sospensione dello stato di emergenza e il coprifuoco, il ritiro di tutti i poliziotti militari e di strada, la fine della violenza politica sessuale e la cessazione dell'uso della legge sulla sicurezza interna dello stato. Tutto ciò deve essere guidato da uno sciopero generale e da una costante mobilitazione nelle strade.

Militari, fuori dalle nostre strade!
Sciopero generale!
Radichiamo l'anarchismo!
Costruiamo la comunità organizzata!
Lunga vita alla lotta dei popoli!
FEDERAZIONE ANARCHISTA DI SANTIAGO
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center