A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Union Communiste Libertaire AL #298 - Istruzione: no, l'unione sindacale non è un freno per terra (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Sun, 20 Oct 2019 09:04:24 +0300


Il governo smantella la scuola pubblica attraverso le sue riforme educative e la sua politica salariale, tuttavia il suo Ministro della Pubblica Istruzione, Blanquer, non è mai stato così fragile. Si può mettere in discussione il ruolo e le strategie dei sindacati delle unioni sindacali FSU-FO-CGT e SUD. ---- L'anno scolastico che inizia promette di essere ricco di mobilitazione da parte del personale della National Education. Se esiste il desiderio e soprattutto le ragioni per lottare tra il personale, la frammentazione del panorama sindacale non consente di amplificare queste mobilitazioni. Quest'anno potrebbe essere decisivo per i sindacati dell'Educazione Nazionale: riusciranno a costruire un quadro inter-sindacale al servizio delle lotte ?
Le riforme liberali stanno accelerando ...
Il Ministro della Pubblica Istruzione ha fatto in modo che il ritorno a scuola stia andando " bene ". Preoccupato per la sua immagine, ha moltiplicato gli annunci rassicuranti nei media: contratti triennali per tutto il personale AESH (che accompagna gli studenti con disabilità), diviso le classi CE1 e soprattutto un'applicazione serena della riforma del liceo .

Eppure i sindacati del personale della National Education tracciano un bilancio completamente diverso di questo ritorno. In molte accademie, l'AESH non ha firmato questi famosi contratti triennali. I locali della scuola spesso non sono adatti per la duplicazione CE1. I tagli al lavoro aggravano le condizioni di lavoro. La riforma della scuola è così impopolare che centinaia di insegnanti si sono incontrati prima del rientro della scuola estiva per riaffermare la loro insoddisfazione.

Le riforme delle scuole superiori e dell'orientamento (Parcoursup) sono un grave punto di tensione nell'autunno del 2019 perché sono sintomatiche del modo in cui il governo ha proceduto: Parcoursup viene ad esempio applicato nelle scuole superiori prima di essere votato. A settembre 2019, gli insegnanti non conoscono ancora il contenuto o le modalità delle prove finali del diploma di maturità che loro e loro devono ancora preparare con i loro studenti.

Sono presenti tutti gli elementi del liberalismo: individualizzazione dei corsi, rottura del quadro nazionale dei diplomi, territorializzazione dell'insegnamento, contrattazione del personale ... Le riforme Blanquer e la gestione sempre più selvaggia del personale mostrano che si è attraversato un nuovo non nell'adattamento del mondo dell'educazione al liberalismo.

... ma un ministro indebolito ...
La sequenza di conservazione degli esami di maturità e degli esami è il risultato di diversi anni di mobilitazione e coordinamento del personale delle scuole superiori.

In primo luogo il movimento " Non toccare il mio ZEP " per il ritorno delle scuole superiori nelle reti di istruzione prioritaria aveva riunito in uno stesso staff di coordinamento che mobilita " frammentari " dalle scuole superiori. Il rifiuto delle riforme di Blanquer ha permesso a questo coordinamento di riunire più colleghi e di proporre metodi di azione più federativi e più radicali chiamando a bloccare gli esami.

Il ministro Blanquer è, ovviamente, indebolito da questa ondata di proteste. La scorsa primavera, a seguito della mobilitazione degli insegnanti scolastici, è dovuto tornare agli elementi di divisione della sua legge noti come " per la scuola della fiducia ". Allo stesso modo, a settembre 2019, cerca di " acquistare " la facoltà e le sue organizzazioni sindacali tramite annunci nella piccola settimana con l'aumento dei salari (25 euro al mese) in un contesto di indice dei punti di congelamento e rottura del sistema pensionistico.

Oggi la politica di Blanquer è in gran parte impopolare. Nelle scuole, il personale rifiuta le loro idee reazionarie sulla pedagogia e deplora la mancanza di risorse, specialmente nell'istruzione prioritaria. Allo stesso modo, nei servizi dell'istruzione nazionale, le condizioni di lavoro sono in gran parte degradate a causa di tagli di posti di lavoro.

Il " metodo Blanquer " è ampiamente criticato. In effetti, il Ministro impone riforme urgentemente preparate dai principali annunci pubblicitari sulla stampa senza consultare o informare i propri servizi. Questo è stato il caso del rinvio della Brevet des collèges, lo scorso giugno, annunciato sulla stampa ancor prima che i rettori fossero informati.

... cosa stanno facendo i sindacati ?
La situazione nell'istruzione nazionale è favorevole per avviare un movimento di sciopero in grado di mettere in difficoltà il governo e fare progressi.

Il personale delle scuole superiori è riuscito a coordinarsi e ad agire alla fine dell'anno, e quelli delle scuole in primavera. Sfortunatamente, non si sono davvero riuniti. Le esigenze del personale educativo sono così numerose che non possono convergere: problemi locali relativi ai mezzi di mobilitazione interprofessionale o sociale riguardanti le pensioni o il clima, attraverso le riforme educative di Blanquer ... Come ritrovarsi nelle lotte e agire insieme ?

I sindacati hanno un ruolo reale da svolgere, dal più piccolo livello locale alla loro rappresentanza nazionale. Le differenze strategiche del FSU tra SNUipp, unione 1 ° grado, e l'unione SNES di 2 ° grado, come l'attuazione deboli sul terreno della CGT éducaction e Sud Istruzione, e il ritiro delle Le FO non hanno permesso alle unioni nazionali e locali di lanciare date di convergenza reali.

Tuttavia, è stato ancora osservato durante lo sciopero del 17 giugno, il primo giorno degli esami di maturità, che le chiamate inter-sindacali possono amplificare le mobilitazioni. È pertanto urgente che le organizzazioni educative sindacali costruiscano un'unità sindacale di base per ancorare ed espandere le mobilitazioni.

Oggi, pochissimi dipartimenti hanno un quadro inter-sindacale veramente unitario. Spesso il lavoro inter-sindacale si limita a rifiutare localmente un appello nazionale alla mobilitazione, a seguire vagamente congiuntamente il caso di un'istituzione mobilitata o a consultarsi al momento del procedimento. Tuttavia, ogni volta che un sindacato riesce ad essere egemone in un settore e di un territorio (non titolari, il 1 ° grado), rilascia i vincoli di un inter-lavoro e preferisce agire da solo.

Per molti sindacalisti, l'unità sindacale sembra ostacolare lo sviluppo del loro sindacato. Ciò riflette indubbiamente la mancanza di uno scopo strategico di alcuni sindacalisti che scommettono per favorire lo sviluppo del proprio strumento, il loro sindacato. Pensano che un'unione forte farà progressi per tutto il personale. Ciò sarebbe vero se ci fosse una sola unione di trasformazione sociale nel campo dell'educazione. Ma nel contesto della pluralità sindacale e degli attacchi contro il paritarismo, questa strategia sta perdendo. Isola e indebolisce le organizzazioni sindacali !

Non è dubbio che gli attivisti comunisti libertari hanno il compito di rendere prioritaria l'unità sindacale al fine di ottenere progressi per il personale. Per questo, possiamo costruire piattaforme di difesa e strategie d'azione comuni a tutti i livelli coinvolgendo i sindacati negli spazi di auto-organizzazione creati dallo staff in difficoltà.

Maud (UCL Greater Paris South)

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Education-Non-l-unite-syndicale-n-est-pas-un-frein-a-l-action-de-terrain
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center