A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Archivio Libreria della FAI Reggiana: CON LA POPOLAZIONE DEL ROJAVA! -- CONTRO L'AUTORITARISMO DI OGNI STATO!

Date Tue, 15 Oct 2019 09:58:03 +0300


Dal 9 ottobre lo Stato turco ha dato inizio all'invasione del Rojava e intrapreso una nuova guerra contro la Federazione della Siria del Nord con bombardamenti indiscriminati e con l'attacco di forze di terra. L'obiettivo dichiarato dello stato turco è occupare un'area profonda 30 km lungo tutto il confine, dove sorgono le città di Sere Kanye, Amuda, Gire Spi, Derik, Qamislo e Kobane, che fu liberata dall'assedio dello stato islamico e dell'esercito turco nel gennaio 2015 grazie alla resistenza della popolazione, al coraggio e alla abnegazione delle milizie YPG e YPJ, e alla solidarietà internazionale. ---- Una nuova guerra di espansione serve a Erdogan, il raiss turco, per mantenere un consenso che mostra le prime vistose crepe. L'elezione di un suo oppositore alla guida di Istanbul, la principale metropoli turca, due volte ribadita dalle urne, è una grossa spina nel fianco del padre e padrone della Turchia. Vi è inoltre nel paese una grave crisi economica che rischia di ampliare ulteriormente l'opposizione sociale.
Per il governo turco, è necessario, annientare un pericoloso esempio di resistenza e di
sperimentazione di libertà nella regione, basato su comunità che hanno deciso di abbracciare una rivoluzione confederale, femminista ed ecologista dirompente.
Per fare questo lo Stato scatena la guerra con ogni mezzo, dai bombardamenti sulla popolazione civile che già hanno provocato centinaia di morti e feriti, migliaia di profughi, distruzione e sofferenza, alla riattivazione militare dello Stato Islamico. Nei prossimi giorni cominceranno i massacri ad opera delle truppe di terra turche sostenute da 14.000 mercenari assoldati anche tra i miliziani dell'ISIS sconfitti. Questo significa pulizia etnica e reinsediamento di jihaidisti nei territori che proprio le milizie del Rojava avevano liberato dall'Isis.
La popolazione è in serio pericolo e le forme di autoorganizzazione sociale che sono state
sperimentate in questi anni rischiano di essere cancellate. Già lo stato turco aveva provato a
invadere il Rojava al tempo dell'assedio di Kobane, esattamente 5 anni fa. Allora era stato fermato dalla resistenza locale e dalla grande mobilitazione internazionale di solidarietà. Oggi, di fronte a questo più grave attacco, è necessario reagire nuovamente, per fermare la guerra.
Solo un forte movimento di solidarietà internazionale può sostenere la resistenza, può fermare l'offensiva dello stato turco e fermare la guerra tramite mobilitazioni popolari dal basso che rilancino una critica antimilitarista e antiautoritaria delle gravi responsabilità delle potenze globali eregionali che hanno usato la Siria come un campo di battaglia per i loro interessi imperiali dagli Stati Uniti di Trump alla Russia di Putin, dal regime autoritario di Assad all'ipocrisia tartufesca dell'Unione Europea.
Invitiamo tutti e tutte a mobilitarsi a fianco di chi lotta e resiste all'attacco dell'esercito turco e delle milizie dell'Isis, ai bombardamenti, agli incendi, alle torture.
Solidarietà alla resistenza in Rojava, solidarietà a coloro che hanno combattuto e combattono il fanatismo religioso e tutte le forme di autoritarismo!
Sempre con i popoli, sempre contro tutti gli stati!

Federazione Anarchica Reggiana - FAI
Via Don Minzoni 1/d - Reggio Emilia
federazioneanarchicareggiana.noblogs.org
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center