A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016 | of 2017

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire AL September - Immigrazione: l'idea sbagliata dei corridoi (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Tue, 17 Oct 2017 07:41:21 +0300


Il governo sta moltiplicando le pubblicità e le misure inefficaci per " combattere " l'immigrazione. Le ultime misure mirano a creare punti di forza e corridoi umanitari, diminuendo la capacità delle organizzazioni umanitarie. ---- Nel suo discorso del 27 luglio, Macron promette una migliore gestione delle réfugié.es, e disse: " Entro la fine dell'anno, più io non voglio che nessuno per le strade, nei boschi. " Se il suo desiderio di vedere realizzato un giorno, non è certo a causa di misure annunciate. Sul campo, la violenza delle forze della polizia continua: gas in Calais e altrove, repressione giornaliera al confine e così via. ---- Corridoi umanitari, centri di esame di Ofpra ---- Secondo Macron, ci sono buoni e cattivi migranti: rifugiati e migranti " economici ". L'obiettivo del suo governo è quello di vedere solo il primo, ordinando prima del loro arrivo sul territorio francese, in centri situati in Africa: in particolare la Libia, il Niger e il Ciad. Le missioni dell'Ufficio francese per la protezione dei rifugiati e degli apolidi (Ofpra) saranno responsabili dell'esame delle domande di asilo per aiutare coloro che sono considerati legittimi.

Solo coloro i cui richiedenti l'asilo sono stati convalidati potranno volare a Parigi ; è meglio di un imbarcazione improvvisata sul Mediterraneo, ma i posti saranno molto limitati. Un tale corridoio umanitario è stato istituito in Etiopia dall'Italia per fornire condizioni umane più favorevoli all'immigrazione per 500 rifugiati in due anni [1]. Dato il piccolo numero di posti, l'attività dei contrabbandieri non è probabile che finisca presto.

Questa soluzione, sviluppata negli uffici dell'Elysée, non è unanime tra i paesi africani interessati, che temono che più rifugiati arriveranno sul loro territorio. Essi richiedono impegni finanziari a favore di una soluzione alla crisi libica, alla stabilizzazione del Mali e allo sviluppo di paesi come il Niger o il Ciad. Il cancelliere tedesco Angela Merkel sembra aperto a questa soluzione, ma Macron non vuole sentire parlare di aiuti finanziari. Per lui il problema dell'Africa è piuttosto " civilizzazionale " [2].

Creare " centri di smistamento umani " in paesi come la Libia, che non ha firmato alcun trattato internazionale per la tutela dei diritti umani è condannare i migranti a maltrattamenti e violenti [3]. Le trattative libiche con le fazioni in Libia sono volte a ricostruire la Libia come ausiliario delle politiche di controllo dell'immigrazione dell'Unione europea a scapito dei diritti umani più fondamentali, 'era il caso in cui il colonnello Gheddafi era al potere, e come è fatto con la Turchia [4]. La chiusura delle frontiere, l'UE continuerà pertanto, con un conseguente aumento del bilancio Frontex che ha triplicato in tre anni, per un totale di 300 milioni nel 2017 [5].

Elaborazione accelerata delle domande di asilo

Il governo ha promesso di ridurre la procedura d'asilo da quattordici a sei mesi. L'obiettivo è quello di risolvere il più presto possibile tra coloro che possono beneficiare della " protezione " della Francia e di coloro che saranno ritornati al confine al più presto possibile. Nel 2016, 85.000 persone hanno chiesto l'asilo e il loro numero dovrebbe aumentare del 15% quest'anno [6].

Come si prevede di gestire tutte queste domande di asilo per una risposta entro sei mesi ? Mezzi ancora sconosciuti saranno concessi a Ofpra [7]. Si può anche immaginare l'aumento degli esami insoddisfatti, le procedure per accelerare e disumanizzare il trattamento delle applicazioni e la riclassificazione di taluni paesi sicuri, come è stato recentemente fatto per l'Albania.

Per quanto riguarda la creazione dei luoghi di alloggio promettenti, è insufficiente per esigenze reali e arriva troppo tardi a fronte dell'urgenza. " Attualmente, la capacità della Francia di accogliere i richiedenti asilo è tra 70.000 e 80.000 posti. Il governo vuole generare 4.000 posti aggiuntivi nel 2018 e 3.500 nel 2019. Ma se facciamo il calcolo non raggiungiamo oggi i 110.000 richiedenti asilo in Francia. E così la promessa di non vedere alcun migrante in strada entro la fine dell'anno è semplicemente, secondo gli specialisti, insostenibile " [8].

Il disegno di legge che rafforza la sicurezza interna e la lotta al terrorismo, esaminato il 12 settembre dall'assemblea nazionale, approva e aggrava le principali misure dello stato di emergenza, limitando in modo permanente le nostre libertà. I cosiddetti controlli " frontiera " saranno possibili in tutto il territorio francese e senza giustificazione. Questo è un bel modo per coprire legalmente il controllo del viso, tanto agevolato, da allora i funzionari di polizia saranno in grado di effettuare un controllo di identità sulla base semplice che le persone sembrano stranieri a loro. Questo è per poter moltiplicare le deportazioni al confine [9].

Sistemazione insufficiente

Macron ha detto il suo disprezzo per le iniziative per aiutare i migranti condotti sul terreno da parte di associazioni e singoli individui, irresponsabile ritiene [10]. Ma non dovrebbero esistere se il governo prende le proprie responsabilità e agisce in modo umanamente piuttosto che contro la legge internazionale sulle migrazioni.

Lydie (AL Lione)

Richiedenti asilo in Europa

Nel 2016, l'Unione europea ha concesso lo status di rifugiato a poco più di 700.000 persone, rispetto ai 330.000 nel 2015. La Germania è ancora una volta leader con 445.000 domande approvate, tre volte più del 2015 e due terzi dell'UE nel suo complesso. La Svezia ha concesso poco meno di 70 000, 35 000 Italia e 35 000 Francia. In tutta l'UE, pertanto, sono state respinte più di 500 000 domande di asilo, oppure corsi di trattamento. Entro la fine del 2016, più di 1 milione di persone avevano introdotto (nel 2016 o in precedenza) una domanda di asilo che era stata esaminata dall'autorità nazionale competente.

La Siria rimane, fin dal 2013, il principale Paese di origine per i richiedenti asilo di prima volta in Europa, con il 28% delle richieste. Come conseguenza diretta della guerra civile del paese, ogni anno vengono inviati più di 300.000 siriani per ottenere protezione dall'Unione Europea (334.820 nel 2016). Gli afghani sono stati più di 180.000 nel 2016 e gli iracheni sono quasi 130.000. Queste tre nazionalità rappresentano poco più della metà di tutti i richiedenti asilo nell'Unione europea.

[1] " Migrazione: primo corridoio umanitario in Etiopia ", 22 aprile 2017, adiaccongo.com.

[2] " Migrazione: Emmanuel Macron favorevole all'apertura degli hotspots in Africa ", 29 agosto 2017, adiaccongo.com.

[3] " Rifugiati catturati in Libia ", 20 giugno 2017, blog Mediapart della Cimade.

[4] " Continua la guerra migrante: molestie di ONG nel Mediterraneo ", Comunicato Migreurop, 13 agosto 2017.

[5] Frontex.europa.eu

[6] AFP, luglio 2017

[7] Le Monde, 27 luglio 2017.

[8] Arnaud Compte, giornalista giornalista France Télévisions

[9] " Stato permanente di emergenza, controlli facciali ovunque ", 11 settembre 2017, blog Mediapart de la Cimade.

[10] " Discorso di Emmanuel Macron sull'immigrazione: un sacco di rumore per niente ", 27 luglio 2017, blog Mediapart della Cimade.

http://www.alternativelibertaire.org/?Immigration-La-fausse-bonne-idee-des-corridors
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center