A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire AL Septembre - Economia: Frédéric Lordon, lupo o pecore? (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 28 Sep 2016 18:27:26 +0300


Nel suo ultimo libro, Imperium, l'ambizione di Frédéric Lordon a "smaltire la sbornia libertaria" per mostrare loro il modo di "realismo" e "l'età adulta". Una risposta in difesa dell'internazionalismo e radicale anticapitalismo. ---- Frédéric Lordon rinnovare pretese pensiero di sinistra, diventando in piedi intellettuale quasi ufficiale della Notte. Da questo punto di vista ha iniziato il suo ultimo libro, Imperium, un modo molto strano: affermando che il principio di verticalità è necessario in ogni società organizzata. Si riferisce essenzialmente alla sociologia olistica Durkheim, che, in una società organizzata, il tutto è più della somma delle sue parti, e questa forma di trascendenza implicherebbe necessariamente una verticalità all'interno dell'azienda. norme morali o giuridiche derivanti dalla superiorità di una delle sue parti sarebbero inevitabili, necessario. Esso nega quindi che essi sono il frutto di una costruzione autoritaria. L'idea di Spinoza di un "influenzare comuni" individui società di gestione collettiva completa l'analisi.

Caricatura di pensiero libertario

Considerando che la verticalità e la trascendenza sono inseparabili dal sociale, e la trascendenza, la verticalità, e lo stato sono sinonimi, Lordon imposta il suo assioma: lo Stato è inevitabile in qualsiasi società politicamente organizzata. Egli chiama "stato generale" proprio questa entità astratta in ogni società moderna la cui repubblicana dello Stato sotto il capitalismo è solo una forma particolare, tra gli altri. Il problema è che questa nozione di stato generale è troppo vaga, non storica. Lordon andando a supporre che le esperienze dei comuni libertarie hanno anche stabilito forme di Stato, nella misura in cui essi erano basati su organi federali di regolamentazione. Egli ignora quindi la specificità delle forme politiche libertarie. Pensa screditare pensiero libertario e la sua ricerca di pura orizzontalità. Ma ha pensato questa caricatura, che ammette forme di verticalità in federazioni di comuni, senza assimilare questi mercati verticali di forme di stato. Che manca da Lordon: pensare una verticalità che parte dalla base, e non più basata su una presa del potere da uno stato separato di auto-es.

Tutto questo è ancora molto teorico, ma questa teoria, in cui concreti passi pratici ritorna? Si può avere un'idea leggendo gli articoli di Lordon, esplicitamente keynesiano e protezionista, in Le Monde diplomatique. Certo, per ascoltare, sarebbe comunque "recuperare" lo Stato. Non distruggerlo, è impossibile, ma per i cittadini attraverso la creazione di una nuova costituzione, la maggior parte hanno una voce in capitolo per quanto riguarda come lo stato raccoglie potere sociale. Essi e possono pertanto difendere una politica di "solo" più "sociale" più "egualitaria". Ma questo è quello di dimenticare che lo Stato moderno, anche se i cittadini sono di bonifica i resti soggetta alla sfera del capitale finanziario, è solo il gestore della capitale, e non dipende da istituzioni o la costituzione. Attraverso la sua critica della sfera speculativa non regolamentata, Lordon difende implicitamente una sorta di welfare state radicalizzate, un forte stato centrale che ridistribuisce la ricchezza più egualitaria, e previene gli eccessi della finanza. Ma questa soluzione è solo una risposta alla crisi delle vendite (recupero dal consumo), dove lo stato rimane uno dei agente principale. Lordon non attacca il capitalismo, che sta attaccando una delle sue forme ideologiche, il neoliberismo. economisti keynesiani del gruppo di 1 atterrito, ha sostenuto in sostanza un capitalismo dal volto umano. È sufficiente?

Perché Lordon naturalizza il "sentimento nazionale", premendo sempre basi "Spinoza", "sinistra" avrebbe necessariamente nazionalista, e il nazionalismo di sinistra difendere politiche protezionistiche per mantenere l'autonomia del territorio nazionale. Come tale, Lordon non è un anticapitalista, per non parlare di un rivoluzionario. Il protezionismo, infatti, è la difesa di un'economia nazionale progettato secondo i criteri di razionalità di mercato. Inoltre, in quanto solo la politica nazionale, non internazionale, non mette in questione radicalmente le regole del gioco capitalistico, altrimenti il paese si troverebbe di fronte, con il potere di perforazione del mondo imperialista complesso militare (Lordon è costantemente attenta alla numero di "pace sociale" e "sicurezza dei francesi").

Lordon anche critica o libertaria internazionalismo comunista, egli considera ingenuo e non ancorata. Si fonde con calma la semplicità del "cittadino del mondo" new age e il progetto libertario internazionalista. Si esegue la scansione del dorso della mano l'idea che i lavoratori del mondo sono tutti collegati e tutti-es per il fatto del loro funzionamento, riaffermando il principio di appartenenza nazionale. Dimostrando una totale mancanza di sfumature, non progettare l'universalità di internazionalismo come un universale astratto, teorico, dimentica la realtà di operare a livello globale, e la possibilità di conciliare l'appartenenza a più gruppi gli esseri umani. Eppure la proprietà locale non esclude l'appartenenza complessiva.

Antiliberale e non anticapitalista

In quanto tale, si potrebbe pensare un universale concreto, come parte di una federazione cosmopolita di Commons. Lordon si rifiuta di pensare queste sfumature, perché in fondo il modello politico che sostiene è chiara: essere un po ' "realistico", ci dice, innanzitutto salvare la Francia, e non essere come quei libertari utopici che avrebbe cambiato in tutto il mondo. Questo "realismo" in un mondo in cui, a livello globale, il disastro è permanente, è abbastanza convincente ...

Così keynesiani ora. Come "critica del neoliberismo", insistono soprattutto sulla deregulation pazzo del settore finanziario, senza troppo preoccuparsi di oltre il recupero di questa critica da rosso-marrone semitica. Ma lo fa questa è solo una espressione superficiale del capitalismo, non le sue fondamenta, vale a dire i principi di scambio di merci, l'accumulo di valore, e del lavoro progettato come merce.

Keynesiani vogliono salvare l'economia "reale", in modo che si basa sull'estrazione di plusvalore, vale a dire sullo sfruttamento della forza-lavoro, e l'estrazione di 'incoscienza accumulati e mancanza di controllo di un'economia che fini e mezzi inversa. Questo non è l'abolizione dello sfruttamento che vogliono, ma possibile il capitalismo più vivibile e meno diseguale. E dura più a lungo perché i keynesiani hanno le soluzioni alla crisi del capitalismo. Non capiscono che il capitalismo si distrugge: l'automazione della produzione, che continua con la rivoluzione informatica, ha prodotto una svalutazione del valore, distruggendo ogni cosa sul suo cammino. Se crede che il capitalismo globale può crescere all'infinito, e che è quello di costruire una società più "sano" in esso, Lordon ha in realtà nulla di realistico, questo è un utopista. In un mondo che si autodistrugge e distrugge tutto il percorso, il realismo è la rivoluzione (Internazionale).

Benedetto (AL Montpellier)

http://www.alternativelibertaire.org/?Economie-Frederic-Lordon-loup-ou
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center