A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire - unionismo, Risposta alla rivoluzione permanente: Essere sindacalista oggi da AL Orleans , AL Saint-Denis (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Mon, 19 Sep 2016 14:35:04 +0300


Tre sindacalisti libertari si incontrano rivoluzione permanente. Poiché la denuncia rituale della "burocrazia sindacale" non deve più essere utilizzato per mascherare la carenza. ---- Nel mensile Alternative Libertaire luglio-agosto 2016, un articolo critico è stato dedicato al sito rivoluzione permanente (RP). Questo articolo ha dato luogo a risposta on-line su quel sito . Soffermarsi per tornare su questioni importanti che riguardano il rapporto tra politica e sindacale attivismo, questioni di interesse per tutti coloro che convinti della necessità di cambiare la società. ---- Se abbiamo scritto questo articolo, non è per il piacere di discutere con un'altra corrente rivoluzionaria, per non parlare di difendere le burocrazie sindacali. Ma perché, al di là delle differenze possiamo avere su azione sindacale (e non trovare in attributi visione RP, torneremo), una linea rossa sembra essere stata presa con il recupero acriticamente ad un comunicato della questura .

Ieri, il piombo stalinista

Dobbiamo prima tornare sull'asse della rottura con i leader sindacali considerate RP centrale. Questo asse, critichiamo nel nostro articolo ed è di nuovo assunto da RP nella sua risposta. Vi è infatti una storia di opposizione alle burocrazie sindacali, pesantemente influenzato dalla macina stalinista. È interessante tornare per misurare con precisione la distanza che ci può separare da situazioni passate.

Nel 1970, l'apparato staliniano non ha esitato a rompere mobilitazioni per interessi politici, e aveva i mezzi per farlo. Il confronto a volte fisico con esso, soprattutto incarnata dai commissari della CGT, al momento, era quindi a volte necessario.

Parigi, 17 Maggio 2016.

Oggi, a basso politisé.es permanent.es

Oggi questa egemonia non è più un lontano ricordo. I leader sindacali sono piuttosto costituiti da piccoli permanent.es politisé.es, che non spingono tanto e sono englué.es nel dialogo sociale ... Avrebbero addirittura a volte incapace di rompere un movimento, se la loro idea arrivando! Il problema non è tanto quello di combattere queste le indicazioni per lavorare verso la più ampia partecipazione di syndiqué.es di riflessione e di azione. Dove democrazia sindacale è viva, le burocrazie sindacali sono rapidamente spazzati via.

Questo è davvero un collegamento sacro per includere sotto il termine "gestione" tutti permanent.es o anche militant.es in carica sindacale. Il termine sembra essere usato anche ampiamente dai nostri compagni di RP.

Il guardrail di burocratizzazione

Vi è quindi tra i cosiddetti attivisti "indicazioni" e mlilitants anticapitalisti che cercano di vivere una società democratica, di classe e di massa. E non sono più di altri prémuni.es contro i rischi di burocratizzazione, di questo prestito che essere consapevoli è il primo di salvaguardia. Perché burocrati di sinistra, i quali redigono inviti a uno sciopero generale, ma non porsi la questione se essi vengono trasmessi e di sentire dal syndiqué.es, si trovano a palate. Ciò che protegge, è proprio l'ampia partecipazione di syndiqué.es nello sviluppo e nel processo decisionale.

A questo proposito, diversi leader sindacali hanno recentemente inviato i loro saluti al RP in occasione del suo primo anniversario. Tutti i leader sindacali non sembrano essere burocrati per combattere ... ma allora dove si trova il confine? E il giudice?

Parigi, 10 mag 2016

Vecchio divisione tra leninisti e sindacalisti rivoluzionari

Qui, torniamo qui a un vecchio dibattito tra leninisti e sindacalisti rivoluzionari. La prima storicamente ritengono che il movimento operaio è necessariamente riformista quindi in grado di fornire, di per sé, dirigeant.es rivoluzionaria, e la coscienza rivoluzionaria deve essere portato dall'esterno dal partito politico.

Quest'ultimo considerano, invece, che i sindacati hanno raggiunto un "doppio compito" di difesa immediata degli sfruttati e la costruzione dei locali di organi rivoluzionari. Che, di conseguenza si dovrebbe lavorare per l'emergere di militant.es conscient.es rivoluzionarie e in grado di assumersi la responsabilità.

Ritornare alla manipolazione

Per tornare alla ripresa del comunicato della polizia, assunto da RP nella sua risposta: sì a quel tempo, il rischio di divisione era molto alto tra da un lato la "testa del corteo" e l'altro movimento sindacale. Il movimento contro la legge sul lavoro stava lottando per decollare e dimostrazioni rimasta molto bassa.

Sia l'Inter era troppo silenzio sulla repressione della polizia e, allo stesso tempo, ed è quello che si dimentica di ricordare RP, diverse uscite sindacali è venuto a denunciarla. Philippe Martinez era certamente presente ai poliziotti di evento il 18 maggio, ma allo stesso tempo ha ancora rifiutato di denunciare i "rivoltosi" di fronte ai giornalisti e politici che premuto.

Sul approccio nelle relazioni tra i sindacati e la polizia, ci riferiamo qui alla testimonianza di un sindacalista che ha partecipato alle diverse scene in un articolo che abbiamo inoltrato sul nostro sito, e premere il tasto AL cercando di evitare divisione .

Continuiamo ad affermare ancora una volta che trasmettono la stampa acriticamente prefettura come ritrasmettere rilascia i datori di lavoro senza critica e questo contribuisce alla divisione in un instabile quando la mobilitazione non aveva bisogno. E qui si vede la stessa incapacità di voler costruire un modo unitario spostando la base. Anche di focalizzare troppo l'attenzione sulle burocrazie sindacali è rivela soprattutto una certa incapacità di mobilitare le persone che lavorano.

Che cosa è un sindacato rosso, esattamente?

Per quanto riguarda l'accusa di voler costruire "i sindacati rossi", che è esattamente l'opposto che difendiamo nell'articolo originale: "i sindacati devono raggiungere l'unità di classe tra di carattere politico di uno o l'altro ".

No, essere "sindacalisti", non significa l'attivismo nei sindacati cui ogni syndiqué.es sono rivoluzionarie, ma al contrario difendere un orientamento anticapitalista in sindacati di classe e di massa.

generalmente si riferisce all'unione "unione rossa" asserviti a un'organizzazione rivoluzionaria, il cui nucleo leadership è ridotta ai membri di questa organizzazione. Di solito è caratterizzato dalla sua scarsa forza lavoro, dal suo rivoluzionarismo verbale, e un calendario d'azione presentato alle esigenze dell'organizzazione. Questo è l'esatto opposto del modello sostenuto dai sindacalisti rivoluzionari.

rivoluzione permanente quindi accusato di difendere un 'sindacalismo rosso ", anche se lo nega, unicamente sulla base di una denuncia scivolare giro di una frase, quella di militant.es AL, avrebbe escludere i militanti 'riformista' 'in alcune sezioni della federazione solidarietà " (??). E 'disonesto a lanciare una tale accusa leggera. Come rispondere?

Nel nostro caso, noi continueremo a lavorare con l'affermazione di un sindacalismo rivoluzionario contemporaneo facendo affidamento, non su posizioni ideologiche, ma in pratica, tutti i giorni e registrato nel periodo, le lotte di animazione strutture di massa e sindacali.

Gregory (AL Orléans), Marziale (AL Saint-Denis), Theo (AL Orléans)

http://www.alternativelibertaire.org/?Reponse-a-Revolution-Permanente
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center