A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire AL - internazionale, Siria: a sinistra curda solo contro tutti (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Tue, 6 Sep 2016 12:42:17 +0300


Doveva succedere alla fine: imperialisti occidentali scatenare la YPG per compiacere Ankara. La parentesi aperta lì due anni Kobanê chiude. Ma non c'è scelta: la lotta continua. ---- Con l'entrata dell'esercito turco in Siria il 24 agosto, la guerra civile entra in una nuova fase. Questo paese martire è, più che mai, lo sport delle rivalità tra le potenze imperialiste - Iran, Turchia, Russia, americani, francesi, inglesi, sauditi, Emirati, Qatar ... ---- In questo crudele pantano, Alternative Libertaire sostiene, dal 2014, le forze della sinistra curdo - il PYD e le milizie YPG-YPJ ora punta di diamante della coalizione Forze Democratiche curdo arabo-siriana (SDS). Se AL sostiene il curdo di sinistra, non solo perché è "la nostra migliore difesa contro Daech", come si sente troppo spesso nella bocca di alcuni occidentali, ma soprattutto perché è l'unica forza politica di proporre un progetto federalista, democratica, femminista e, in qualche modo, laica, per il Medio Oriente. Un progetto in cui tutte le componenti culturali della regione - arabi, curdi, turcomanni, sunniti, sciiti, cristiani, Yezidi ... - possono vivere in uguaglianza. In questo senso, è la forza di ogni e tutti gli amici di libertà e di emancipazione.

Per tutti, questo è ovvio: l'esercito turco non è entrato in Siria a combattere Daech; e non realmente sia per la lotta contro Bashar; ha occupato la regione che Djarabulus per evitare che la giunzione dei cantoni di Afrin e Ayn al-Arab, e quindi l'unificazione territoriale della Rojava (Kurdistan siriano). Ankara e inizia la formazione della "zona cuscinetto" annuncia per anni, e che gli permetterà di continuare a controllare le catene jihadisti che lasciano il territorio per unirsi Raqqa, la capitale del "Califfato". Per inciso, l'esercito turco ha bombardato le posizioni di FDS, e bombardato diversi villaggi sotto il loro controllo, lasciando decine di morti.

Vedi a schermo intero

Il Rojava, una pedina sulla scacchiera imperialista

Dal momento che la battaglia di Ayn al-Arab (settembre 2014-giugno 2015), il curdo sinistra ha accettato il sostegno finanziario e materiale di alcune potenze straniere (Russia, Stati Uniti, Francia ...) non rimanere isolati nei confronti di altri ( Iran, Turchia, regime di Damasco ...).

Se volete vedere il bicchiere mezzo pieno, si può dire che ha giocato, con una certa abilità, un imperialismo contro un altro.

Se si vuole vedere il bicchiere mezzo vuoto, possiamo dire che ha giocato un gioco pericoloso. Perché ovviamente gli imperialisti vedono nella Rojava (Kurdistan siriano) un pedone sulla loro scacchiera. Ed è proprio questo pezzo che si stanno sacrificando.

Passando da Washington, Mosca e Parigi

Fatto compiuto, gli Stati Uniti stanno cercando inutilmente di limitare gli scontri tra loro alleato storico nella NATO (Turchia) e alleato occasionale (SDS). Ma fondamentalmente, John Kerry si è affrettato ad assicurare la sua lealtà Ankara e di prendere le distanze dalla SDS. Il 26 agosto, ha detto a Ginevra:

"Siamo una Siria unita. Noi sosteniamo ogni iniziativa curdo indipendente. C'era un impegno limitato, come tutti sanno, con una componente di combattenti curdi, su una base limitata, e abbiamo collaborato a stretto contatto con la Turchia al fine di garantire pienamente che c'è una migliore comprensione delle regole governare questo impegno. "

Facendo eco il suo omologo russo Lavrov Segueï, ha aggiunto subito:

"Credo che i curdi deve rimanere parte dello stato siriano, ed essere parte della soluzione, piuttosto che essere un attore strumentalizzata per atomizzare e frammentare il paese."

Russia, madrina di Bashar Assad, e piena riconciliazione con la Turchia dopo l'incontro Erdogan-Putin il 10 agosto, e imposta i limiti per cui desiderano la scheda di sicurezza sono conformi. E 'comunque attenzione a non condannare l'attacco turco[1].

La Francia è pedissequamente allineato Ankara. François Hollande, ha riferito, il 25 agosto a "capire" l'intervento turco, lasciando fuori qualche parola di rimpianto per il bombardamento turco sulle posizioni di FDS[2].

Viyan Qamislo
Questo YPJ milizia è sceso Mercoledì 1 settembre Daech faccia sulla parte anteriore del Manbij.
Cc blog lotta curda
"I kurdi hanno i loro amici in montagna"

Non dobbiamo immaginare che il curdo sinistra è sorpresa di questa diserzione. Fin dall'inizio, sapeva molto bene che questa benevolenza da parte degli imperialisti occidentali era solo temporanea. "I kurdi hanno i loro amici in montagna", dice un proverbio locale, il che significa che queste persone devono fare affidamento su se stesso.

Nelle prossime settimane, se continua caduta, il curdo di sinistra può finire di nuovo solo bene. Da parte nostra, continueremo a sostenere la sua azione. Perché il volto di sanguinosi potentati Ankara, Damasco o di Raqqa, incarna l'unica possibilità di una alternativa democratica, federalista e popolare.

Alternative Libertaire, 31 Agosto 2016

[1]"Osservazioni con il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in una Press disponibilità" , Ginevra, 26 agosto, 2016.

[2]"La Turchia. François Hollande "comprende" l'intervento in Siria " , su Letelegramme.fr

http://www.alternativelibertaire.org/?Syrie-la-gauche-kurde-seule-contre
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center