A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Federazione Anarchica Reggiana: Manifesti d’artista, artisti nei manifesti – Dal R60 alle Cucine del Popolo

Date Tue, 10 May 2016 11:19:14 +0300


La Federazione Anarchica Reggiana – FAI organizza, in occasione del Festival Intenazionale della Fotografia Europea, la mostra “Manifesti d’artista, artisti nei manifesti – Dal R60 alle Cucine del Popolo”. L’esposizione verrà realizzata’ in via don Minzoni 1/d. La mostra si terrà sia all’interno del circolo Berneri che nella stessa via. Saranno presenti per l’occasione artisti & attacchini di lungo corso e, sopratutto, la Cuoca rosso-nera delle Cucine del Popolo. ---- L’evento si aprirà venerdì 6 maggio con un aperitivo inaugurale con la presenza di Stefano Enea Virgilio Quinto Valerio Massimo Raspini. Il sabato si terrà una cena con festa e happpening. ---- Questa mostra parte dall’unico cartellone pubblicitario su legno, dipinto da un disegnatore anonimo, del trattore R60, trattore realizzato dai lavoratori in lotta durante l’occupazione delle Reggiane. L’importanza del pezzo risiede nella sua unicità e per il valore storico che va ben oltre alla storia locale. Il cartellone rappresenta uno dei tre esemplari della famosa “cingoletta”, purtroppo dispersi nel tempo.

Dalla cartellonistica passiamo a due “drappi d’artista” stampati su PVC da Chicco Aiello, uno dedicato ai fatti di Genova del 2001 e l’altro sulla massificazione del pensiero e dei cervelli.

Sempre di questo artista esponiamo il manifesto del “pirata con forchette”, usato per il convegno delle Cucine del Popolo del 2008 “La cucina dell’utopista”. A proposito delle Cucine del Popolo vedremo i grandi manifesti di Pablo Echaurren a partire dal logo stesso delle Cucine, oramai divenuto un’importante icona, conosciuta a livello internazionale, con bandiere rosse, rossonere, pugni chiusi e forchette. Saranno esposti anche tutti i manifesti del 25 aprile realizzati da Joe Scaltriti.

Inoltre verranno esposti anche alcuni manifesti, veri e propri capolavori, realizzati negli anni ’70 da Guido Crepax, Hugo Pratt, Dario Fo, Gerald Holtom e un detournament realizzato Tony Elegante. Non può poi mancare il grande manifesto illustrato da Enrico Baj per il Convegno Internazionale anarchico di Venezia del 1984, tratto dalla sua opera “L’Apocalisse”.

Una parte dell’esposizione sarà dedicata a manifesti di spettacoli musicali realizzati per la Federazione Anarchica Italiana e per la rivista “A – rivista anarchica” da De Andre’, De Gregori, Lucio Dalla, Skiantos, Ricky Gianco, I Nomadi e Leo Ferrer.

Particolarmente significativo, in questo ambito, il manifesto degli Area realizzato da Gianni Sassi, utilizzato per il concerto del 1982 al Palazzeto dello Sport organizzato dalla Federazione Anarchica Reggiana.

Altro pezzo forte e’ il famoso, e ricercato, manifesto della sesta Festa del Proletariato Giovanile di Parco Lambro, disegnato Mario Convertino per la rivista Re Nudo.

Sarà esposto anche un manifesto d’artista del collettivo teatrale Living Theatre, realizzato da loro stessi e usato come logo per i loro spettacoli in tutto il mondo.

Vi saranno pure i manifesti psichedelici dell’importante e acclamato illustratore italiano Matteo Guarnaccia.

Ovviamente non poteva mancare in una simile occasione il manifesto di Pinot Galizio, fondatore con Guy Debord dell’Internazionale Situazionista, sulla mostra delle loro opere di Parigi del 1989. Per finire esporremo i quattro manifesti, recenti ma già ricercatissimi, di Cristina Francese, quali “Ne master ne chef”, “La rivoluzione sarà un pranzo di gala”, “il Popolo si servirà da solo” e “Se il vostro pensiero è debole è perchè lo avete nutrito male”, tutti realizzati per le Cucine del Popolo.

Federazione Anarchica Reggiana – FAI, via don Minzoni 1/d Reggio Emilia – 348 540 9847 – fa_re@inventati.org – federazioneanarchicareggiana.noblogs.org

https://federazioneanarchicareggiana.noblogs.org/225-2/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center