A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Coordinazione Di Gruppi Anarchici - Assemblea contro lo stato di emergenza (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Wed, 17 Feb 2016 14:58:12 +0200


In seguito agli attentati del 13 novembre 2015, il governo ha introdotto lo stato di emergenza con un voto quasi unanime nel corso della riunione. Con il pretesto della lotta contro il terrorismo, hanno istituito lo stato di emergenza. Ma contrariamente a quello che il governo ei media ci dicono, lo stato di emergenza non ha assolutamente alcun obiettivo la lotta al terrorismo. ---- Per mantenere la posizione dominante e la competitività della Francia internazionale, adotta un atteggiamento bellicoso ed egemonica. Vendita di armi, gli interventi militari all'estero, massiccio bombardamento ... Queste politiche interne ed esterne sono probabilmente in gran parte responsabili per gli attacchi mortali che abbiamo sofferto l'anno scorso. Questa unità che vogliamo imporre nessun altro effetto che per generare un clima nazionalista. Questo clima ha portato alla stigmatizzazione di una parte della popolazione, con la creazione di un nemico interno. Le prime vittime sono i musulmani popolazioni-ES, ES o considerato come tale.

Modifica solo la fine dello stato di emergenza sia ancora sufficiente. Difendere il "ritorno alla normalità" di un sistema che ha spinto nel muro è una logica di convalida che porta dritti al disastro. Il contenuto di questo disastro, che già conosciamo. Questo è lo sfruttamento, interventi imperialisti, lo stato di polizia ...

Proponiamo di istituire uno spazio organizzativo alla base, a tutti coloro che desiderano unirsi per combattere. Un incontro con un movimento orizzontale, per sviluppare insieme, per discutere, per costruire la nostra solidarietà di classe contro la frammentazione e la repressione delle lotte sociali. Un'assemblea che non si ferma per protestare contro lo stato di emergenza in nome delle libertà civili. Un incontro che affronta più ampiamente permettere che la situazione in cui ci troviamo: la continuità di funzionamento, la gestione di miseria e scarsità.

Abbiamo bisogno di combattere, oggi, di imporre:

La fine dello stato di emergenza Amnesty accusato il movimento sociale l'immediata cessazione di interventi militari e politici francese d'oltremare che creare le condizioni per lo sviluppo del terrorismo.}

Eravamo 1500 Sabato 7 febbraio: non si fermano qui! Per forzare la revoca immediata dello stato di emergenza e la rimozione del suo inserimento nella Costituzione dobbiamo essere sempre più probabile di mobilitare.

Unisciti a noi!

Appuntamento 16 febbraio alle ore 18.30 presso la sede del Guillotiere al 27, via Bechevelin.

Djou

http://cgalyon.ouvaton.org/spip.php?article186
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center