A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire AL #257 (Jan) - Siria: Sostenere la sinistra curda contro Daech (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Tue, 2 Feb 2016 13:21:28 +0200


La presenza di una forza politica e militare laica e progressista, i curdi ei loro alleati, raggruppati in Forze Democratiche siriane, che la guerra in Siria non è solo uno scontro tra potenze imperialiste. ---- Cerchiamo di essere chiari: Daech proviene direttamente dal caos seminato da potenze occidentali e dai loro alleati sunniti nella regione del Golfo. Questi hanno infatti fatto di tutto per sfruttare la rivolta araba contro il Prin-tempo il dittatore Bashar al-Assad, militarizzazione e confessionalisant esso. Così, il Free Syrian Army è oggi non è più una miriade di gruppi senza consistenza, dominati da quello che vi presentiamo come "moderato opposizione", che sono spesso milizie islamiche [1] Daech che è solo un rilascio radicalizzato.

I paesi del Golfo e la Turchia continuano il loro doppio gioco. Da un lato essi prestano le loro basi aeree agli occidentali, anche sporadicamente coinvolti nel bombardamento Daech. D'altra parte, continuano a dargli supporto obiettivo (acquisto di olio, circuiti finanziari, etc.) e supportare direttamente altre milizie islamiste.

Gli Stati Uniti inizialmente incentrato sulla formazione delle milizie della ASL, con un programma di 500 milioni di dollari, ma ha dovuto ammettere questo era solo sessanta combattenti sono stati formati: filtraggio islamisti è troppo pesante. Così hanno dovuto rassegnarsi a sostenere le forze solo modo efficace di lotta contro Daech oggi: Curdo YPG ei loro alleati, raggruppati da ottobre in Siria Forze Democratiche. E 50 tonnellate di armi sono stati caduti in ottobre e bombardamenti americani sono coordinate direttamente con i curdi.

Accettano qualsiasi aiuto internazionale, ma sostengono una neutralità grandi potenze. Pertanto, gli Stati Uniti hanno bella stretta di nuovo Raqqa, capoluogo della Daech 40 km dal fronte curdo, mettere la priorità su altri territori facenti parte del Kurdistan. Vi è anche un tacito accordo di non aggressione tra il regime di Assad e il YPG.

Dopo gli attacchi di Parigi, l'Occidente, guidata dalla Francia, hanno risparmiato dolori per tentare di montare una coalizione contro Daech. Improvvisamente, Assad era diventata lenta! Questo è stato un accordo con Putin, che si assume pienamente il suo sostegno al regime e ora afferma 1.700 istruttori e 4.000 raid aerei [2], indiscriminatamente mira tutti gli oppositori di Assad.

Manovre di alleati del Golfo

Ma come mettere intorno al tavolo i Paesi del Golfo e la Turchia, che sostengono le milizie islamiche che combattono il regime (e relativamente neutrale nei confronti Daech), e la Russia sostiene? Alla fine di novembre, la Turchia ha abbattuto un aereo russo, per finire questi tentativi simbolici. Ha raddoppiare anche i suoi attacchi contro i curdi, con al momento della scrittura di un coprifuoco e esecuzioni sommarie a Cizre, nel Kurdistan turco.

In realtà, non riuscendo a pesare militare nella regione, le potenze occidentali preferiscono lasciare i curdi combattono Daech mentre viene attaccato sul dorso della Turchia e di ignorare le manovre dei loro alleati nel Golfo. Va detto che questa alleanza è succosa. In ulteriore prova di Valls ha recentemente visitato con una delegazione motivi che hanno portato a 10 miliardi di euro contratto con l'Arabia Saudita, in particolare per l'industria nucleare e la vendita di aerei da combattimento Rafale.

Più che mai, dobbiamo esigere la rottura delle relazioni economiche e militari con i poteri che supportano Daech e divulgare la lotta del popolo curdo, ivi compreso l'obbligo alto il ritiro del PKK dalla lista dei terroristi.

Gregory (AL Orléans)

[1] In particolare l'Esercito dell'Islam sostenuta dall'Arabia Saudita e l'esercito di conquista, tra cui Al-Nosra (Al Qaeda in Siria) supportato dal Qatar, Emirati Arabi Uniti e Turchia.

[2] La coalizione guidata dagli Stati Uniti nel 2000 sostenendo, in Francia 300.

http://www.alternativelibertaire.org/?Syrie-Soutenir-la-gauche-kurde
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center