A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015 | of 2016

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire AL #259 - Interpro, Verso lo sciopero generale? (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Fri, 15 Apr 2016 09:31:39 +0300


Stranamente, il movimento del 2006 contro il CPE è caratterizzato sia da una vasta unità contro il provvedimento, e un appuntamento mancato tra salariati e giovani istruiti, la prima parte delegando la lotta per il secondo, e si racchiude in un ambiente di sostegno che una maggiore convergenza. Ritorna a questo paradosso è quello di mettere in discussione le difficoltà pratiche e le condizioni per la costruzione di uno sciopero generale, al di là delle incantesimi di una mano, gli altri sacrifici, rimane il nostro obiettivo. ---- Il contesto sociale nella primavera del 2006 ha permesso di porre domande sostanziali, intergenerazionali e sfidare il sistema capitalista. Ma nel 2006 il movimento operaio è essenzialmente rimasto sul campo della solidarietà con i giovani, che hanno portato, inevitabilmente, per promuovere gli eventi giorni, piuttosto che la costruzione di uno sciopero generale. Questa è stata la scelta di maggioranza molto delle organizzazioni sindacali a livello nazionale (ad eccezione Solidaires e CNT), ma è stato quasi sfidato dalle squadre di base sindacali. Abbiamo detto maggio 2006: "Durante un movimento, ciò che è decisivo è dal movimento natura. "

O incantesimi o rinunce

In questo contesto, i rivoluzionari che non si accontentano di sfidare l'unione leader tengono conto delle realtà dei rapporti di forza e si adattano a consentire di esprimere meglio così com'è.

In questo contesto, il ritiro del CPE è stato ottenuto in una configurazione piuttosto insolita: scioperi e azioni radicali dei giovani e, soprattutto, le petizioni con i piedi in eventi che coinvolgono una grande massa di salariati, le donne disoccupate e precarie " [ 1 ].

Gridare "sciopero generale! Sciopero generale! "Non è di per sé una garanzia avvento di quest'ultimo. Al contrario, eludendo la possibilità, di non discutere la rilevanza, si rifiutano di organizzarlo, sono modi molto efficaci per esso non esiste. La stragrande maggioranza di ciò che l'articolo citato chiamato "leader sindacali" in realtà prevede che la parentesi del movimento si chiude. La parola fine unitaria ha comportato l'abbandono del CPE: un'estensione molto modesto per il ritiro del CNE e la legge chiamata per le pari opportunità non è stato possibile.

Il movimento sociale stabilito nel paese per due mesi ha permesso di costruire una dinamica, vincente sui sinistri, consolidare i rapporti di forza ... Ma nulla è stato fatto in questa direzione: una sorta di passività nei confronti eventi live, paragonabile a quella sperimentata di recente in un altro contesto, quando il governo ha deciso lo stato di emergenza e la soppressione della libertà, come segno di protesta.

Nel 2006, come nel 2015, la responsabilità delle organizzazioni sindacali a livello nazionale, si è impegnata, ma non esime gli attivisti dei loro sindacalisti rivoluzionari. Non implementare una concezione dinamica della lotta di classe è inevitabilmente favorire lo status quo!

L'unità e la sua dialettica

Nel 2006, il contesto lavorativo è segnato dall'inizio alla fine del movimento, con una nuova configurazione raddoppio. In primo luogo, l'Inter riunisce CGT, CFDT, FO, CFTC, CGC, FSU, UNSA, Solidaires - gli ultimi due essendo stato messo da parte dall 'inizio. In secondo luogo, i sindacati hanno lavorato con le organizzazioni giovanili.

Viene creato un rapporto dialettico: l'unità sindacale molto apprezzato dai salariati, ma per tirare al minimo comune denominatore per mantenere; sostegno dell'Unione in vis-à-vis la durata delle organizzazioni giovanili, che facilita il trasferimento a un movimento di solidarietà con loro quando essi dovrebbero combattere un inter fondamentalmente impegnativo precaria.

Le punte di equilibrio ogni volta sulla base di rapporti di forza. Da qui la necessità di costruire e rafforzare gli strumenti di controllo, e la capacità sostenibile, nel tempo, di essere un'alternativa a istituzioni, tra cui i sindacati.

Quando la repressione radicalizzato

Il governo ha fatto valere il classico "teppisti" rifiuto facilmente considerati esterni al movimento, di dividere i sindacati. Invano. In primo luogo, perché egli stesso aveva "radicalizzato" organizzazioni più conservatrici, portandoli completamente a parte le sue decisioni senza sessioni di consultazione cosiddetti convenzionali che sostengono le burocrazie sindacali.

Allora perché parte del movimento sindacale ha preso il comando con l'adozione di una posizione offensiva senza impigliarsi nelle uniche scelte a "condannare o no," che richiede di essere situato al di fuori! Così, Sud-Rail intitolato uno dei suoi volantini: "Il modo migliore per porre fine all'occupazione delle linee ferroviarie è quello di abrogare la CPE e la CNE."

Le stazioni sono un obiettivo importante di azioni degli studenti, non poteva negare l'impatto sul lavoro delle stazioni ferroviarie e dei lavoratori carica-ES per garantire la sicurezza. Ma il sindacato ha ricordato che è stato il governo che in realtà ha deciso di mantenere questo disturbo ferroviario, per il suo rifiuto di ritirare il suo atto illegittimo.

illustrazione finale di solidarietà dell'Unione rinforzata dalla repressione dopo che un membro Sud-PTT è stato gravemente ferito al termine della manifestazione a Parigi il 18 marzo, tutte le organizzazioni hanno convenuto che il corteo sarebbe stato l'apertura del prossimo (in precedenza impossibile -la) quello della solidarietà.

Le manifestazioni mostrano il rafforzamento del movimento nel tempo: 500 000 7 febbraio 7 milioni di marzo, un milione e mezzo, il 18, tre milioni 28.

Chiedendo il ritiro di un già approvata dal Parlamento la legge, questo movimento è stato il portatore di forti sconti in questione: una legge convalidato secondo le usanze della Repubblica può essere, immediatamente, parto dalla pressione popolare! Sono stati coinvolti tutti i dibattiti intorno alla democrazia diretta o rappresentativa, la repubblica borghese è ben lungi dall'essere la parità della legittimità della organizzazione autonoma della classe operaia ...

Tutti questi dibattiti che possiamo avere quando c'è uno sciopero, con picchetti, assemblee generali, snack sul posto di lavoro, e sono molto più limitati dal momento che sarà solo giorno azione in giornata di azione.

Christian (U 94)

[ 1 ] " Per i dirigenti sindacali, staffa contro il CPE è finalmente chiuso! " G n ° 151, maggio 2006.

http://www.alternativelibertaire.org/?Vers-la-greve-generale
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center