A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Coordinazione Di Gruppi Anarchici - Turchia / Kurdistan. Di fronte a fascismo e terrore di stato: la solidarietà internazionale! (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Sun, 25 Oct 2015 13:54:18 +0200


Questo Sabato 10 ottobre, un attentato tripla colpito al cuore di una manifestazione del raduno "blocco della Pace" in unioni Ankara, organizzazioni politiche e progressiste e rivoluzionarie aleviti, curdo e turco, per protestare contro il terrorismo di Stato AKP. Il bilancio è già più di 125 morti e centinaia di feriti. Nei minuti che seguirono gli attacchi, la polizia antisommossa hanno attaccato processioni a sparare gas lacrimogeni e spari, anche contro persone che cercano di salvare le vittime. Repressione della polizia ha aumentato in modo significativo il bilancio aumentando il panico e la prevenzione degli aiuti di raggiungere.

La guerra sporca dello Stato turco

Lo scenario è quasi lo stesso come negli attacchi Amed (Diyarbakir) e Suruç nel mese di giugno e luglio. La mano dello Stato AKP-1 appare dietro la strage. Questo attacco è parte di una lunga tradizione di terrorismo di stato e di autoritarismo in Turchia contro il movimento operaio e delle minoranze nazionali, con il sostegno dei paesi occidentali, tra cui lo stato francese. Nel 2013, lo Stato turco non aveva esitato a schiacciare la rivolta del Gezi Parco a Istanbul, per protestare contro sia le politiche concrete e costruttive alle grandi imprese e contro la mancanza di libertà individuali e politiche.

Lo Stato turco finge di "condannare gli attacchi", ma non si tratta solo di un discorso ipocrita, quando, allo stesso tempo, i circoli dominanti e Ottomanists (nostalgici del grande Impero Ottomano musulmano) n 'hanno chiesto nelle ultime settimane, il massacro contro le minoranze. Non dimenticare che lo Stato turco ha continuato negli ultimi mesi per bombardare i villaggi curdi e posizioni, non esitando nemmeno a massacrare i civili nelle città sotto assedio, come Cizre. Il giorno prima, si era fermato mostrando 9 canali TV opposizione. I media che sono legati al partito di governo, non gli unici a essere preoccupati, spingendo l'orrore e l'indecenza di presentare gli attacchi come lo strumento se non è opera di movimenti rivoluzionari che ha commesso questi atti per atterrare poi vittime. Questa è l'occasione per rinnovare la loro campagna di odio contro i curdi, aleviti, il movimento operaio e sindacale e le organizzazioni rivoluzionarie.

Lo Stato turco, alleato oggettivo e complice Daesh

Negli ultimi due anni molti è la prova della cooperazione tra il MIT (servizi segreti turchi) sostenitori Daesh e fascisti religiosi Ottomanists cerchi. L'AKP al governo sostiene di "lotta contro Daesh" quando in realtà ha mostrato un certo compiacimento, e ancor meno la complicità incasso con questo religioso fascista organizzazione sunnita. La "campagna contro il terrorismo" presunto lanciata nel mese di luglio si rivolge quasi esclusivamente le organizzazioni progressiste e rivoluzionarie. E 'utilizzato in aggiunta a far rivivere l'odio nazionalista contro le minoranze, queste organizzazioni prima di destabilizzare le prossime elezioni del 1 ° novembre. Per rimanere al potere, l'AKP farà di tutto, anche per mettere il paese a ferro e fuoco.

Di fronte a questa situazione, riteniamo che tutte le organizzazioni progressiste e rivoluzionarie a livello internazionale, devono assumersi le proprie responsabilità:

- Organizzando la solidarietà materiale concreto e diretto con i sindacati, progressista e rivoluzionaria la Turchia e il Kurdistan;

- In d Enon Cant terrorismo di Stato turco e la complicità degli Stati occidentali, attraverso la loro cooperazione di polizia, economico, politico, diplomatico.

Il gruppi anarchici Coordinamento intende contribuire con le nostre modeste risorse, ma con tutta la nostra determinazione, in connessione con il movimento comunista libertario in Kurdistan, la Turchia e il mondo. Assicuriamo i nostri compagni nella nostra solidarietà! Contro il fascismo, qui e là, cerchiamo di spalla a spalla!

Relazioni Internazionali del Coordinamento dei gruppi anarchici,

15 ottobre 2015.

1 .L'AKP, "Partito Giustizia e Sviluppo" il partito di Erdogan al potere, storicamente tendenza islamico-conservatori e liberali (economicamente).

http://www.c-g-a.org/content/turquiekurdistan-face-au-fascisme-et-la-terreur-detat-solidarite-internationale
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center