A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) France, Alternative Libertaire AL - politico, Stato di emergenza: Il sindacato e l'allarme movimento associativo (en, fr, pt) [traduzione automatica]

Date Mon, 23 Nov 2015 16:19:06 +0200


I sindacati, gruppi di donne, associazioni di disoccupati, precari, antirazzista, comunità, umanitaria, anti-coloniale, laica ... tutti hanno risposto alla chiamata della Lega dei diritti dell'uomo di cui preoccuparsi pubblicamente l'arsenale devoto draconiana il nome della "guerra al terrore". Alternative Libertaire riprodotto qui di seguito la loro dichiarazione congiunta. ---- Quelli che ha fatto a Parigi e St. Denis un momento di assoluta disumanità non ci faranno cedere. Nulla può giustificare questi omicidi. Ogni vittima vive in noi perché noi apparteniamo alla stessa umanità. La nostra solidarietà con loro e contro la loro famiglia è al completo. Questo reato è immenso, ma noi rifiutiamo diventa un pretesto per cambiare la nostra vita. ---- Non siamo ingenui: sappiamo che questi atti di terrorismo, chiamata per una risposta commisurata alla minaccia che rappresentano. Come sappiamo che il ruolo delle forze dell'ordine e della giustizia è essenziale per proteggere le nostre libertà.

Questo non giustifica la direzione presa dal presidente e dal governo.

E 'la democrazia che non funziona più in apparenza quando il Parlamento è chiamato a deliberare da un giorno all'altro sotto la pressione delle emozioni e gli assalti di demagogia dei politici che coltivano la paura.

Dal 1986, la legislazione concedendo maggiori poteri alle forze di sicurezza, l'organizzazione di una giustizia d'eccezione e limitare le nostre libertà con il pretesto della lotta contro il terrorismo, mucchio. L'adozione di altri strumenti legislativi, tra cui costituzionale, richiede la questione della loro efficacia e ulteriore deterioramento delle libertà che sono. Prima di modificare la legge e dare allo Stato maggiori poteri, è necessario che si chiede di ciò che non ha impedito un simile abominio. Domani, misure di emergenza improvvisamente diventano permanenti, saremo tutti monitorati e sospetti e lo Stato onnipotente e senza controllo. Il processo avviato dal Presidente della Repubblica come una risposta marziale, è una realtà: la limitazione delle nostre libertà senza garantire una maggiore sicurezza.

Volendo privare della loro nazionalità agli individui nati in Francia, è di nuovo consegnare il messaggio di una Francia divisa. Il silenzio del Presidente della Repubblica, in occasione della riunione del Parlamento l'impegno essenziale condizione per la parità dei diritti, la giustizia sociale, e contro ogni forma di discriminazione nei confronti di tutte le manifestazioni di razzismo aumenta notevolmente la sensazione di esclusione vissuta da una larga parte della nostra gente. Si dà così un po 'più corpo allo stigma crescente esercitata mettendo a repentaglio la nostra volontà di vivere insieme.

Vogliamo che questi drammatici avvenimenti sono, invece, la possibilità di costruire un percorso diverso da quello prima di noi. Un percorso che si rifiuta di capri espiatori e rifiuta che la Francia è in guerra contro se stessa. Un percorso che dona la pace e diritti uguali per tutti il suo posto e si impegna a favore della Francia solidarietà, aperto verso l'altro, accogliente, libero e fraterno.

Non cedere alla paura in cui vogliamo vivere chi fa la morte la loro ragione di vita. Non daremo a coloro che ci promettono una società con libertà limitate e fraternità. Chiamiamo le donne e gli uomini di questo paese a rimanere uniti e di lottare contro ogni forma di razzismo. Chiediamo anche per la difesa delle libertà perché avremo prevalere in ogni circostanza la nostra libertà di espressione, di manifestazione e di riunione. Le nostre organizzazioni si baserà tutta la Francia questi luoghi che ci permetteranno di discutere e noi esercitare una vigilanza costante per garantire che le nostre libertà sono conservati e che nessuno sia discriminato.

Le organizzazioni firmatarie: AC, ACDA, Acort, Actit, AFD internazionali, Amare il divieto pubblico, Associazione per il riconoscimento dei diritti e delle libertà per le donne musulmane - North, CEDETIM, CGT, Cimade, CIPG, Cnafal, collettiva dei musulmani di Francia! , Collettivo femminista per l'uguaglianza, CRLDHT, Diritto alla Casa, Emmaus Internazionale Faldi, Fasti, Federazione Nazionale del Libero Pensiero, FIACAT, FIDH, FSU, FTCR, Genepi, Gisti, mamme tutti uguali, MRAP, Organizzazione per la parità delle donne , Ozez femminismo !, Pianificazione familiare, di coscienza RESPAIX musulmana, SNJ-CGT, SNPES-PJJ / FSU, Solidaires, Sopravvivenza, sindacato degli avvocati in Francia, UTIT

http://www.alternativelibertaire.org/?Etat-d-urgence-Le-mouvement
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center