A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2015

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) anarkismo.net: Recuperare la storia dell'anarchismo di massa in Portogallo by Michael Schmidt (en)

Date Sun, 26 Apr 2015 10:36:17 +0300


Recensione del libro di João Freire: Freedom Fighters: Anarchist Intellectuals, Workers, and Soldiers in Portugal's History ---- Messo in ombra nella maggior parte dei libri di storia dal vicino movimento anarchico spagnolo, il movimento portoghese può essergli stato numericamente inferiore, ma se rapportato alla popolazione portoghese, si trattò di un movimento "più ampio", con la centrale anarcosindacalista della CGT che deteneva una posizione totalmente egemonica all'interno della classe lavoratrice fino all'avvento del semi-fascista Nuovo Stato nel 1927, con la soppressione delle libertà sindacali e con l'imposizione di ciò che venne significativamente denominato "nazional-sindacalismo". Il suo impatto si fece sentire anche a distanza in paesi come Brasile e nelle colonie portoghesi quali il Mozambico o Macao, dove il movimento sindacale delle origini venne costruito in parte dagli anarchici portoghesi in esilio.

Credo che sia facile dimenticare come questo stato autoritario di cose sia durato molto più a lungo sia del pur breve ma crudele e brutale regime nazista sia della più duratura autocrazia franchista, fino alla Rivoluzione dei Garofani del 1974 e alla fine dell'impero africano del Portogallo. Purtroppo, a causa di questo lungo inverno, il movimento anarchico portoghese non è oggi che un'ombra marginale di quello che era, privo di ogni tessuto connettivo con le generazioni precedenti (negli anni '50 ad esempio, im Angola i pochi anarchici che c'erano dovettero integrarsi con la politica marxista dominante nei movimenti di liberazione come il MPLA).

Questo studio di Freire oltremodo necessario va lodato per il suo approccio analitico più che aneddotico, suffragato da statistiche e tabelle. In particolare, viene approfondito il ruolo chiave avuto dal movimento anarchico che era riuscito a penetrare all'interno delle forze armate nel rovesciamento della monarchia nel 1911 insieme ai repubblicani - similmente a quello che stava accadendo nello stesso anno in Cina - sulla spinta di un ampio desiderio di modernizzazione della stagnante società portoghese. Un importante studio in lingua inglese su questo movimento poco studiato ed un importante recupero della memoria dall'oscurità dell'era di Salazar.

Michael Schmidt
Orig - http://www.anarkismo.net/article/28040

Traduzione a cura di Alternativa Libertaria/FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali

http://www.anarkismo.net/article/28095
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://lists.ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center