A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Palestina/Israele: Reports del 10.08.11 e 18.08.11 [en]

Date Sat, 3 Sep 2011 23:29:43 +0200


Palestina/Israele: Reports del 10.08.11 e 18.08.11 [en]
La lotta unitaria sullo sfondo di una regione in subbuglio
10.08.11
Il coinvolgimento degli anarchici contro il muro (spalla a spalla con
gli attivisti della rete di solidarietà di Sheikh Jarrah) nelle lotte
unitarie à un po' diminuito. Molte energie vengono impiegate nelle
mobilitazioni in Israele. I compagni sono presenti soprattutto a Jaffa
nel punto tenda di abitanti ebrei e palestinesi e nella tendopoli
Lewinsky nel quartiere proletario. Sebbene alcuni "trattengano il
respiro" in attesa delle decisioni ONU di settembre, le lotte unitarie
si intensificano mentre le forze di stato aumentano i loro sforzi per
mettere fine alle lotte unitarie a Nabi Salih, Ni'lin, Walaje, e Beit
Ummar.
Beit Ummar
"A Beit Ummar, i soldati Israeliani mi hanno accusato di averli
aggrediti... poi mi hanno arrestato", di Miko Peled -
http://www.youtube.com/watch?v=SI_s3wmHFPc
Bil'in
Circa 15 Israeliani e 10 internazionali si sono uniti alla
manifestazione settimanale dei palestinesi contro il muro e contro
l'occupazione. I manifestanti hanno marciato verso il bosco di querce
di Abu Lamun, dove hanno sistemato nuove panchine e bidoni della
spazzatura. poi qualcuno ha fatto il gesto simbolico di rendere ai
soldati una bomboletta di gas lacrimogeno ancora funzionante che gli
avevano tirato addosso in una precedente manifestazione.
Sorprendentemente, i soldati non hanno risposto a loro volta con una
raffica di lacrimogeni. Allora alcuni manifestanti hanno proseguito
lungo il recinto verso il cancello e verso la sporgenza che si
affaccia sulla strada di sicurezza. LÃ, senza nessuna provocazione,
l'esercito ha attaccato i manifestanti con acqua puzzolente sparata da
un camion nascosto là sotto. il vento ha portato le goccioline
puzzolenti pià lontano del solito verso la piccola folla di
manifestanti. Alcuni ragazzi hanno lanciato
pietre verso il camion, ma l'esercito ha risposto con altri
lacrimogeni. Mentre avveniva lo scambio di colpi, un pallone riempito
di elio Dora andava alla deriva sopra l'insediamento, trasportato da
vento putrido.

http://hamdeabu.blogspot.com/2011/08/bilin-weekly-demonstration.html
Foto di Rani Abdel Fatah -
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.2327780717107.281852.1327358013


Al-Ma'sara

Quattro anni di lotta

Il villaggio palestinese di Al-Ma'sara si trova vicino alla città di
Betlemme, e negli anni recenti ha sofferto molto a causa del muro
della separazione che ha impedito ai residenti di poter accedere alle
loro terre, per darle ai coloni dell'insediamento di Efrat. La
manifestazione ha segnato i 4 anni di lotta ad Al-Ma'sara, e questa Ã
la prima a cui ho partecipato. Le manifestazioni sono sempre state non
violente. I manifestanti cantano e fanno comizi. Tuttavia l'esercito
israeliano sceglie di disperdere la manifestazione con la forza. Ci
vuole tempo ma la mobilitazione cominciata dai giovani della "classe
media" a Tel Aviv à carica di problemi. Ora si à estesa anche ai ceti
bassi della classe lavoratrice in tutto il paese (siamo ad 80 localitÃ
sia israeliane che palestinesi) ed esprime tutto il disagio sociale
causato dal modello neoliberista.


Nabi Salih

In solo un anno di proteste non violente nel piccolo villaggio in
Cisgiordania, 155 su 500 residenti sono stati feriti (di cui circa 60
sono bambini); 35 case sono state danneggiate, a dozzine sono stati
arrestati e gli abitanti sono stati regolarmente terrorizzati dalle
forze di occupazione che sparano deliberatamente bombolette di
lacrimogeni ad alta velocità all'interno delle case provocando
l'incendio delle tende e del mobilio.

âplanxtysumoud, Nabi Salih protest 05.08.11â -
http://www.youtube.com/watch?v=8EU6FC8Fm4E
tamimi1966 - http://www.youtube.com/watch?v=-BN9cN_exxI


Colline a sud di Hebron

Questa settimana accompagnamento dei contadini e pastori palestinesi
sulle loro terre in diverse località sulle colline a sud di Hebron.
Continuano le molestie contro i contadini ed i pastori palestinesi da
parte dei coloni e dell'esercito.

Sabato 13 agosto urgente presenza di attivisti per accompagnarli e
stare con loro a difesa dei loro diritti. C'Ã uno stretto rapporto tra
il numero degli attivisti accompagnatori e la capacità dei contadini
di poter fare il raccolto e lavorare il terreno.


Al-Walaja

In passato dozzine di ulivi sono stati sradicati ad al-Walaja e
l'esercito sta ora riprendendo i lavori per il muro. Il caso del
percorso del muro a Walaja à ancora pendente presso la corte suprema
con un'udienza a breve, ma nel frattempo, l'esercito prepara il fatto
compiuto.

Dopo che una dozzina di attivisti palestinesi, israeliani ed
internazionali sono stati arrestati, due manifestazioni hanno cercato
di impedire lo sradicamento degli ulivi, il comitato popolare del
villaggio sta preparando una grossa manifestazione per mercoledà 11
agosto alle 8.00 ora palestinese e alle 9.00 ora israeliana. Servono
macchine.


Nove arresti nella manifestazione del 10.08.11 ad al-Walaje:
http://www.youtube.com/watch?v=hx3zAXnlf4s


Tel Aviv/Giaffa

Tendopoli di Giaffa
jeaunkes - http://www.youtube.com/watch?v=Yj-Uo5mpAD0
AFP - http://www.youtube.com/watch?v=QCoRBHCZl6E
amnonhaas - http://www.youtube.com/watch?v=qasFaTJ0ynQ

amnonhaas LA RIVOLUZIONE VERRA' YOUTUBIZZATA!!!
http://www.youtube.com/watch?v=faaMqHuZ9xc
Ramnonhaas EVOLUTION DANCE http://www.youtube.com/watch?v=Sm0zsLYrkLw
Jaffa tents camp http://www.facebook.com/video/video.php?v=104188469681820

Tel Aviv
http://www.youtube.com/watch?v=LAFbyutNJVc
Israel Puterman http://www.youtube.com/watch?v=LfhjoSYQJjU
http://www.youtube.com/watch?v=MBTJaieg-Rs
http://www.youtube.com/watch?v=0DRN6v5uQtI&feature=related

Media:
http://www.haaretz.com/print-edition/opinion/the-israeli-protest-has-turned-into-a-revolution-1.377529

Editoriale su Haaretz:

La protesta israeliana si à trasformata in una rivoluzione

Dopo decenni in cui la pubblica opinione si era rannicchiata nella sua
indifferenza e aveva permesso ad una manciata di politici di governare
il paese a loro piacimento, le regole del gioco politico sono
cambiate.

Da pià di tre settimane la società israeliana e la politica sono
scossi da ondate di protesta sociale come non si sono mai viste prima.
Questa protesta ha raggiunto un nuovo picco nella notte di sabato con
manifestazioni che hanno visto centinaia di migliaia di israeliani per
le strade. Tanto sfoggio di potenza à apparentemente ben lungi
dall'essere finito.

La protesta ha già ottenuto molto. Ha suscitato la partecipazione
della società civile, che ha mostrato solidarietà dopo molti anni di
compiacimento. Essa ha anche modificato l'agenda sociale in Israele,
ed il binomio politica-sicurezza ha lasciato il posto ad quello
socio-economico, che ha assunto un ruolo centrale in un modo che non
ha precedenti.

Il gruppo di giovani manifestanti à anche riuscito a instillare un
elemento di democrazia popolare, a gestire le proprie cose lontano da
politici e partiti politici. I manifestanti hanno dimostrato esemplari
capacità organizzative, che hanno raggiunto il picco durante l'ultima
manifestazione, incredibilmente ordinata, a Tel Aviv. Il gruppo dei
relatori durante la manifestazione era impressionante per la sua
diversitÃ.

I temi della protesta sono anche riusciti, in una certa misura, a
colpire la casa. Quando le masse gridano a tutto il paese "il popolo
chiede giustizia sociale", non siamo di fronte ad una ordinata e
dettagliata teoria socio-economica o in presenza di una definita serie
di richieste, ma à dubbio se tutto questo sia proprio necessario in
questa fase, mentre si sta forgiando un nuovo movimento.

Siamo nel bel mezzo di quella che sempre pià si preannuncia essere una
rivoluzione israeliana. Dopo decenni in cui la pubblica opinione si
era rannicchiata nella sua indifferenza e aveva permesso ad una
manciata di politici di governare il paese a loro piacimento, le
regole del gioco politico sono cambiate.

La gente ha capito che ha molto pià potere e influenza di quanto abbia
mai immaginato. D'ora in poi, ogni primo ministro in Israele dovrÃ
prendere in considerazione questa forza emergente.

E 'ancora difficile sapere dove porterà questa protesta, e come andrÃ
a finire. Per il momento, possiamo essere impressionati dalla sua
potenza e dalla direzione in cui cerca di muoversi. Dobbiamo quindi
lodare i manifestanti per i cambiamenti nella percezione che hanno giÃ
promosso e speriamo che saranno in grado di continuare i loro sforzi
nel futuro, nello stesso modo impressionante che li ha caratterizzati
fino ad oggi - e di portare avanti un cambiamento genuino.


Vedi anche:

Rivolta in Israele - per dire NO al neoliberismo:
http://www.anarkismo.net/article/20244

Iyad Burnat sulla resistenza a Bil'in:
Part 1: http://www.youtube.com/watch?v=xDFG2Ktypng
Part 2: http://www.youtube.com/watch?v=TG2OSvqJQW0

*******************************************************************

La lotta unitaria sullo sfondo della mobilitazione per la giustizia
sociale in Israele e dell'attesa di settembre

18.08.11


Gli attivisti di sinistra israeliani e gli Anarchici Contro il Muro
hanno partecipato in questa settimana soprattutto all'insorgenza di
lotte sociali ma non à venuta meno la partecipazione alla lotta
unitaria con gli attivisti palestinesi di base nonostante il digiuno
quotidiano previsto dal Ramadan. Sono circa 80 le tendopoli - 7 quelle
grandi a Tel Aviv, ed a dozzine in città a presenza sia ebraica che
palestinese o in città abitate solo da palestinesi israeliani.
Manifestazioni a Beit Ummar, Bil'in, Ma'sara, Gerusalemme/Al-Quds
(Sheikh Jarrah Silwan), Colline sud di Hebron, Al-Walaja, e per la
Giustizia Sociale.


Bil'in

Venerdà 12-8-2011 le forze di occupazione hanno represso come al
solito la manifestazione settimanale in corso:
"Il Comitato Popolare Contro il Muro e contro gli Insediamenti ha
organizzato la manifestazione settimanale con la partecipazione di
dozzine di palestinesi, dozzine di attivisti internazionali e di
pacifisti israeliani [fra cui 14 degli Anarchici Contro il Muro -
I.S.].

Nonostante il caldo sole ed il digiuno del Ramadan, il corteo Ã
partito dopo le preghiere del venerdà dal centro del villaggio. Si Ã
diretto verso le terre liberate, specialmente verso la riserva
naturale di Abu Lemon, con sventolio di bandiere palestinesi, inno
nazionale e slogan per la fine dell'occupazione e la demolizione del
muro razzista. I partecipanti hanno usato un megafono per invitare i
coloni dell'insediamento di Mattiaho Mzrah, costruito sulle terre del
villaggio, ad andarsene per tornare in Israele e restituire ai
palestinesi le loro terre. I manifestanti hanno distrutto parte del
filo spinato che corre lungo il muro di cemento. Da parte loro i
soldati israeliani hanno sparato lacrimogeni che hanno creato qualche
sofferenza ai manifestanti per via dei gas tossici".

Bandiere che uniscono la lotta israeliana per la giustizia sociale con
la lotta contro il muro e contro l'occupazione:
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.2066171408902.2106932.1083295028&type=1


Gerusalemme/Al-Quds

Sheikh Jarrah:

Sabato 13 agosto alle 20.00 nei giardini pubblici di Nablus Road,
riunione dei residenti di Sheikh Jarrah e proiezione. Ramadan Karim!

Silwan:

Giovedà 18 agosto alle 20.30:
Boicotta l'occupazione - No agli eventi culturali sponsorizzati dagli
insediamenti!
Protesta contro le ingiustizie dell'occupazione e della repressione di
fronte alla "Città di Davide"

Centinaia di migliaia di visitatori vengono ogni anno alla "Città di
Davide", ma ben pochi sanno che stanno sostenendo un progetto di
insediamento coloniale a Gerusalemme Est. I coloni usano il sito
archeologico per darsi una veste di promotori di cultura e di
formazione, dissimulando la loro pericolosa ideologia estremista.

Nelle ultime settimane, l'organizzazione Elad, con la collaborazione
del Ministero della Cultura, ha promosso eventi culturali nel sito
della Città di Davide a Silwan. Questi eventi fanno parte del
programma denominato "Notti culturali in Israele". Quello che Elad ed
il Ministero della Cultura dimenticano di dire à che questi eventi si
tengono in un insediamento illegale nel cuore del villaggio di Silwan.

Questa "cultura" Ã quella della discriminazione, della negazione e
della repressione. Mentre gli israeliani si godono la musica, i
bambini di Silwan continuano a soffrire di terrore nelle mani della
polizia, solo a pochi metri della sede dei concerti.

Giovedà protesta per smascherare il vero volto dell'occupazione: la
"Città di Davide" à un insediamento coloniale illegale e non un centro
di eventi culturali!

Manifestazione contro la cultura del razzismo e dell'apartheid, e per
la cooperazione Palestino-ebraica contro l'occupazione di Gerusalemme
Est.


Ni'lin

Manifestazione settimanale del 12.08.11:
http://www.youtube.com/watch?v=j9NMapGGaSI


Nabi Salih

Palestinesi della regione, 20 Israeliani di Anarchici Contro il Muro
insieme ad attivisti provenienti dal Belgio, dall'Olanda, dal Regno
Unito, dagli USA, dall'Italia e dall'Irlanda si sono uniti agli
abitanti di Nabi Salih nella manifestazione della seconda settimana di
Ramadan. I manifestanti hanno marciato portando una tenda per dire al
movimento di protesta israeliano che le sue rivendicazioni di
giustizia sociale devono comprendere i diritti dei palestinesi.

La protesta nella seconda settimana di Ramadan nel villaggio di Nabi
Salih à stata dedicata a ricordare ai manifestanti israeliani che un
vero movimento di protesta per la giustizia sociale non puà ignorare i
palestinesi. I manifestanti hanno portato una tenda simile a quelle
che sono diventate il simbolo della protesta a Tel Aviv ed in altre
città israeliane. Quando il corteo à uscito dalla strada principale in
direzione delle terre del villaggio, ambite dai coloni ebrei, c'Ã
stato l'attacco della polizia di confine israeliana con lacrimogeni
sparati da diverse direzioni. Costretti a ripiegare, i manifestanti
hanno cercato di piantare la tenda sulla strada principale, ma sono
stati attaccati nuovamente con lacrimogeni e con granate assordanti.

Mentre il movimento di protesta in Israele viene celebrato come uno
splendido esempio della democrazia israeliana, manifestazioni del
tutto simili fatte dai palestinesi vengono invece violentemente
represse ed i villaggi coinvolti attaccati sistematicamente e
regolarmente dall'esercito israeliano.

planxtysumoud - http://www.youtube.com/watch?v=Jxd9z2xrfY0
tamimi1966, Nabi Salih - http://www.youtube.com/watch?v=y0QU_615_DI
Israel Puterman - http://www.youtube.com/watch?v=Pbxbf5zygNM
David Reeb - http://www.youtube.com/watch?v=DehcZU1dWeM
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.264935500183428.76794.136633479680298
http://www.facebook.com/media/set/?set=a.260470737314915.80112.100000559736199


Colline a sud di Hebron

Questa settimana accompagnamento dei contadini e dei pastori
palestinesi sulle loro terre in diverse località delle colline sud di
Hebron. Continuano le provocazioni ed i fastidi da parte sia dei
coloni che dell'esercito.

Sabato 13 agosto in tanti ad accompagnare contadini e pastori. Pià si
Ã, pià riesce il raccolto ed il lavoro della terra.


Al-Walaja

Manifestazione di mercoledà 10.08.11:

"Nonostante il caso del percorso del Muro dell'Apartheid e
dell'Annessione attraverso il villaggio di al-Walaja a sud-ovest di
Gerusalemme sarà dibattuto davanti alla Corte Suprema il prossimo 27
settembre, le forze di occupazione si danno da fare per creare il
"fatto compiuto", procedendo allo sradicamento di ulivi ed ai lavori
per un crimine contro l'umanità che farà del villaggio un ghetto
vivente simile a Gaza, Qalqiliya ed alla vicina Betlemme. In risposta
a questo, gli attivisti palestinesi ed internazionali, sostenuti in
gran numero dagli Anarchici Contro il Muro, hanno protestato ad
al-Walaja sebbene accolti da granate assordanti, lacrimogeni ed infine
13 arresti. Il villaggio di Al-Walaja, nel 1948, Ã stato secondo solo
a Gerusalemme nella perdita di territori (quasi un terzo) susseguente
alla nascita dello stato di Israele in quello stesso anno. Diventato
intanto un villaggio marginale, Al-Walaja confina sul versante
orientale con un blocco
di colonie in espansione grazie al passaggio del Muro che riduce
ulteriormente i terreni del villaggio, portandosi via 2 o 3 km di
terreni rispetto ai confini pre-1967.

Slides - http://www.bilin-ffj.org/index.php?option=com_content&task=view&id=372&Itemid=1

Dozzine di ulivi sradicati a Walaja e molti altri lo saranno presto.
Video di Israel Puterman - http://www.youtube.com/watch?v=Ih082mYT2SQ
planxtysumoud - http://www.youtube.com/watch?v=u7SGfLMSmYQ

Essere un attivista di estrema sinistra in Israele à il pià delle
volte una dimensione alquanto deprimente. Noi non agiamo nella
convinzione di poter cambiare qualcosa, quanto piuttosto nella
convinzione morale di non poter fare diversamente. Ora,
improvvisamente, tutto à aperto, e la nostra attività puà fare la
differenza, una grande differenza. C'Ã da farsi tremare i polsi, ma Ã
anche piuttosto eccitante. Speriamo che duri.


Giustizia sociale

Varie manifestazioni ed azioni nel corso della settimana. Sabato
13.08.11, 70.000 persone (l'1% della popolazione totale di Israele) si
sono radunate ed hanno manifestato nelle città minori di Israele
(esclusa la regione di Tel Aviv e di Gerusalemme).

Sono circa 80 le tendopoli - comprese le 7 pià grandi a Tel Aviv e le
dozzine in città a presenza ebraica e palestinese o in quelle a
presenza di palestinesi cittadini israeliani.

Protesta della tendopoli ebraico-palestinese a Giaffa del 13.08.11,
video di Israel Puterman:
http://www.youtube.com/watch?v=qT7RkhwOqQs


Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:
http://www.fdca.it/wall
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center