A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Català_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Torino. Lâaltro risorgimento. Socialisti, federalisti, libertari, contadini ribelli del sud

Date Tue, 15 Mar 2011 19:34:07 +0100


Torino. Lâaltro risorgimento. Socialisti, federalisti, libertari,
contadini ribelli del sud
Mercoledà 16 marzo
alle 21 in corso Palermo 46
Lâaltro risorgimento. Socialisti, federalisti, libertari, contadini
ribelli del sud.
Interverrà Roberto Prato.
Lo Stato italiano compie 150 anni e fa festa. Il governo festeggia con ben
10 parate militari nelle strade della prima capitale dâItalia.
Festeggia un paese in guerra. Quelle di ieri e quelle di oggi.

Ma c'Ã stato un altro risorgimento, quello dei libertari, dei socialisti,
dei federalisti, quello dei contadini ribelli del sud. Quello di Ferrari,
di Pisacane, delle rivolte popolari nel meridione.
Un risorgimento nascosto e dimenticato.
Vogliamo far rivivere questa storia di ieri che tanto ci dice dellâoggi
che siamo forzati a vivere.

Chi sa che nel Forte di Fenestrelle migliaia di prigionieri di guerra
borbonici vennero fatti morire di fame e di stenti?

Quanti uomini, donne e bambini sono morti per spostare un confine, per
piazzare un poâ pià in là una bandiera, perchà uno Stato diventasse piÃ
grande? I contadini meridionali che salutarono Garibaldi sperando in un
domani migliore scoprirono presto il loro inganno.
La loro rivolta contro tasse, coscrizione obbligatoria, razzismo venne
repressa in un bagno di sangue.

Seicentomila contadini ed operai del nord e del sud morirono per spostare
pià ad est i confini del regno, perchà una bandiera diversa sventolasse
sugli edifici pubblici. Cosa ne hanno guadagnato i poveracci di Trento,
Trieste, Gorizia? Forse i padroni sono diventati meno padroni, câà stata
distribuzione delle ricchezze, giustizia sociale? Nulla cambia ogni volta
che si sposta una frontiera.
Ma i tricolori garriscono spavaldi sulle tombe di chi à morto senza un
perchÃ.

La nazione, la patria, la bandiera sono le favole tristi che gli Stati
raccontano quando mandano qualcuno ad ammazzare e a morire. Magari per la
pace. O lâumanitÃ.
Soldati e bandiere. I nazionalisti di ogni dove fanno festa con divise e
vessilli: cambiano fogge e colori, ma la musica à sempre la stessa. Quella
delle marcette che accompagnano gli assassini di professione.

LâItalia si à fatta â e si continua a fare â con il sangue degli
âitalianiâ. Con il sangue della povera gente. La povera gente ha la stessa
faccia in ogni dove, perchà ovunque â qualunque sia la bandiera, i padroni
lucrano sulle nostre vite, rubandocele pezzo a pezzo. Chi vuole un mondo
diverso, senza sfruttati nà sfruttatori, non vuole frontiere, Stati,
bandiere, eserciti.

Per info e contatti:
Federazione Anarchica Torinese â FAI
Corso Palermo 46 â riunioni ogni giovedà dalle 21 â fai_to@inrete.it â 338
6594361
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center