A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Campagna MIGLIAIA DI RABBIE, UN SOLO CUORE: VIVA LE COMUNITA ZAPATISTE!

Date Sat, 24 Jul 2010 07:48:02 +0200


All'Altra Campagna;
Alla Sesta Internazionale;
Alla gente dal basso del Messico e del mondo:
Campagna MIGLIAIA DI RABBIE, UN SOLO CUORE: VIVA LE COMUNITA ZAPATISTE!
Dal momento che si sollevò in armi, l'Esercito Zapatista di Liberazione
Nazionale è stato oggetto di attacchi, osteggiamenti ed agressioni
nell'intento del malgoverno di farla finita con quanti annunciano
l'esistenza di un altro mondo possibile. Eppure la resistenza e la lotta
delle comunità zapatiste, insieme agli uomini ed alle donne del Messico e
del mondo, è riuscita ad ottenere non solo che fallisse l'attacco del
malgoverno, ma anche che i compagni zapatisti abbiamo avanzato notevolmente
nella costruzione della propria autonomia, esperienza che è stata e
continua ad essere un esempio per le diverse lotte dal basso.

Dal processo organizzativo dell'EZLN, processo in cui varie volte si sono
tesi ponti d'incontro fra la gente dal basso, sorge la Sesta Dichiarazione
della Selva Lacandona. In questa, l'appello supera la solidarietà con gli
zapatisti e invita ad organizarsi iniseme a loro in una lotta nazionale
anticapitalista.

Per la definizione anticapitalista di questa iniziativa, così come per la
decisione di molti e molte di farvi parte, il malgoverno vede nell'Altra
Campagna una minaccia reale al potere stesso e al suo sistema. Con la
repressione del 3 e 4 maggio ad Atenco inizia la strategia repressiva volta
a frenare lo sviluppo dell'Altra Campagna, mentre riprendono intensivamente
le aggressioni alle comunità indigene.

Nel corso di questi 4 anni la repressione contro l'EZLN e l'Altra Campagna
è stata costante e su diversi livelli: dall'isolamento e il vuoto
informativo, la menzogna nei mass media, fino alla sparizione forzata e
all'incarcerazione di compagni/e, la persecuzione paramilitare,
l'osteggiamento e l'assassinio. Di fronte a ciò, vari e molteplici sono
stati gli sforzi per denunciare, resistere e contrastare la repressione che
non solamente cerca di colpire coloro che lottano quanto piuttosto pretende
far scomparire ciò che questi rappresentano: la sfida già lanciata che
dimostra che la gente può decidere da sola il suo destino. L'appello a che
"se toccano un@, toccano a noi tutt*" è, in questo senso, un modo di
lottare insieme contro la repressione dei nostri compagni, mentre avanza la
lotta anticapitalista. E& #39; un impegno fondamentale che assumiamo noialtr*
aderenti alla Sesta Dichiarazione ed è uno dei primi appelli che ci fa
l'EZLN attraverso la Commissione Sesta, nel senso che possiamo anche avere
differenti modi e diverse lotte però è necessario organizzarci e lottare in
maniera congiunta di fronte alla repressione.

La repressione è stata sempre costante, però avvicindandoci al 2010 s'è
incrementata. A partire dal 2009, con quanto successo a Bachajon, inizia
una nuova tappa d'aggressioni contro le comunità zapatiste. Queste
aggressioni in diversi punti del territorio zapatista dove ci sono di mezzo
interessi economici, hanno il proposito di farla finita con la lotta
zapatista e con la forma che oggi mantiene questa lotta, ossia la
possibilità reale di costruire relazioni sociali diverse da quelle
capitaliste e costruire questo mondo altro ch e s'intravede nell'esperienza
dell'autonomia delle loro comunità e che si proietta a livello nazionale ed
internazionale con la Sesta Dichiarazione.

Di fronte alle aggressioni che stanno subendo i compagni in Chiapas,
pensiamo che, come aderenti, dobbiamo rispondere. Oltre le analisi
politiche, ci muove qualcosa che i compagni c'hanno insegnato con la loro
pratica etico-politica: che nella lotta sono importanti il cammino ed il
camminante e che la costruzione del mondo altro comincia da come ci
relazioniamo tra di noi, apprendendo ad aver cura di noi fra compagni/e.
Sono state molte le iniziative sorte dalla Sesta Lacandona nella quali si
sono aperti degli spazi affinché potessimo dire quel che siamo e perché
lottiamo; l'EZLN è stato uno specchio nel quale noialtr* ci siamo visti, e
riflettendo, ci siamo scoperti. Pensiamo che adesso tocca a noi prendere
ini ziativa, girare lo specchio ed essere capaci di mostrare che in quello
che siamo e per quello che lottiamo, ci sono anche loro, gli/le zapatist*.

Tenendo questo a mente e nel cuore, proponiamo:

Una Campagna per fermare la persecuzione contro le comunità zapatiste, che
si chiami: Campagna "Migliaia di rabbie, un solo cuore: viva le comunità
zapatiste!" e i cui obiettivi siano:

- Contrastare la strategia di disinformazione e menzogna, così come il
vuoto mediatico rispetto alla repressione e alla persecuzione che
affrontano le comunità zapatiste.

- Denunciare i responsabili, siano essi i vari livelli di governo, partiti
politici, impresari, piani di "sviluppo", forze repressive dello Stato,
gruppi paramilitari. Ovvero, denunciare questa strategia complessiva nel
territorio zapatista.

- Diffondere la lotta dell'EZLN, la sua storia e i l suo processo di
costruzione dell'autonomia e la proposta della Sesta Dichiarazione della
Selva Lacandona. Condividere l'importanza che ha l'EZLN nella storia del
Messico e del mondo e la possibilità che ci da di distruggere il sistema
capitalista e costruire un mondo altro. Fare esplicita la relazione fra la
lotta zapatista e le diverse lotte che portiamo avanti come aderenti,
soprattutto nella lotta contro la repressione e per la libertà dei/lle
prigionieri/e politici/che. Ossia, farci specchio e guardare verso il
Chiapas.

Pensiamo che sia necessario, per cominciare, proporre delle attività con
una data definita per tracciare in maniera generale i tempi della campagna,
che pensiamo possa realizzarsi a livello nazionale ed internazionale.
Pensiamo che sia utile cominciare con qualcosa e da questo costruirla
tutt'insieme. L'idea è che ogni collettivo, indiv iduo, famiglia,
organizzazione, ecc, realizzi nei tempi e nei modi che decida le azioni di
diffusione che gli vengono in mente - brigate d'informazione, volantini,
manifesti, scritte, striscioni, proiezioni, iniziative culturali e
politiche, interventi, performance, chiacchierate... insomma, forme per
riempire lo spazio pubblico. Parallelamente, che tutt* noi, gli/le
aderenti, possiamo lavorare proposte a medio termine che possano convocare
a coordinare gli sforzi, sia a livello regionale, nazionale ed
internazionale.

Ora si, ecco la proposta:

24 luglio. Inizio della campagna "Migliaia di rabbie, un solo cuore: viva
le comunità zapatiste!": Giornata Nazionale ed Internazionale di Scritte.
Ovvero, che tutta questa giornata la dedichiamo a fare scritte murali.

16 agosto. Giornata Nazionale ed Internazionale di Striscioni. Ovvero,
che questo giorno riempiamo le strade di striscioni, sia fissi sia che
li
portiamo in giro per vari posti.

Proponiamo che ognuno documenti le proprie azioni come più gli piaccia
così che, una volta finita la giornata, invii l'informazione a Enlace
Zapatista - enlacezapatista.ezln.org.mx - e che serva inoltre per
diffondere quello che abbiamo fatto.

Abbiamo in mente la data 17 novembre, anniversario della fondazione
dell'EZLN, come data per lavorare a medio termine con un'attività a livello
nazionale ed internazionale, prodotto delle proposte e degli sforzi di
coordinazione che lavoreremo duranto i 4 mesi previi.

Per ultimo, pensiamo che questa campagna possa servire a rafforzare gli
spazi di lavoro già esistenti e speriamo sviluppi nuove forme di
coordinazione e lavoro collettivo fra aderenti.

Abbiamo aperto una pagina della campagna con l&#3 9;idea che lì si possano
condividere i materiali (grafica, informazione, etc...) da utilizzare
durante la campagna, così come per convocare e proporre azioni coordinate e
informare su quanto già realizzato.

La pagina è: milesderabias.blogspot.com

Qualsiasi cosa si voglia condividere sul blog, mandarlo a:
milesderabias-a-gmail.com.

Per tutti quei collettivi ed organizzazioni che vogliano firmare
l'appello, diamo tempo fino a giovedì 22 luglio.


E' tutto compagni/e, speriamo di vederci in questo cammino che
consideriamo tanto importante.

Fermarmiamo la persecuzione contro le comunità zapatiste!
Libertà per i prigionieri politici e le prigioniere politiche!
da nodo_solidale@inventati.org
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center