A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Grecia. Immigrato ucciso di botte dalla polizia… e dalle leggi razziste

Date Mon, 12 Oct 2009 09:22:11 +0200



Era la notte del 26 settembre. Quindici poliziotti fanno irruzione nella
casa di un immigrato pachistano nel sobborgo di Nikaia. Mohammad Atif
Kamran era sospettato di aver picchiato un bambino. I vicini di casa
raccontano di aver assistito ad una scena terribile. Il giovane è stato
trascinato per i piedi giù dalle scale e la sua testa ha picchiato su
tutti gli scalini. La locale stazione di polizia è diventata la sua camera
di tortura. Legato mani e piedi è stato picchiato selvaggiamente e
sottoposto a scariche elettriche per due giorni. Il secondo giorno l’uomo
che aveva inizialmente accusato Kamran ha dichiarato di non riconoscerlo,
sostenendo che la polizia aveva arrestato la persona sbagliata. La
famiglia e i vicini di Mohammad, pur sapendo delle torture, non hanno
osato portarlo in ospedale, perché Kamran era senza documenti. La legge
nega ai “clandestini” l’accesso alle cure mediche.
Il 9 ottobre il ragazzo è morto.
Il 10 ottobre centinaia di manifestanti hanno marciato verso il
commissariato di Nikaia ad Atene, accusando di omicidio la polizia.
Mohammad Atif Kamran è la prima vittima della Grecia socialista. Ucciso
dalla polizia e dalle leggi che rendono illegale un uomo senza carte.
Nell’Europa dei muri e delle gabbie un episodio normale, quasi banale. La
banalità del male.
Chi volesse dire la propria alle autorità greche può scrivere o telefonare
a quest’indirizzo:

Via Antonio Stoppani 10, 00197, Roma
Numero di telefono/fax : tel. 06/8082030, Fax: 06/8081114
e-mail: grcon.rom@mfa.gr
da fat-a-inrete.it
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center