A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Uranio impoverito, 15/02/08

Date Thu, 14 Feb 2008 15:06:56 +0100 (CET)



Nessuno ormai può nascondere i tremendi effetti sulla salute umana che derivano
dall'uso di proiettili all'uranio impoverito.
Impiegati massicciamente nella prima guerra del Golfo, nel 1991, e poi in tutte
le guerre che si sono succedute, dalla Bosnia al Kosovo all'Afghanistan ed
ancora all'Iraq.
I civili, quelli che vengono ancora chiamati "danni collaterali", ne hanno
pagato le peggiori conseguenze. Tumori, linfomi, malformazioni congenite...
Ma anche migliaia di militari, compresi quelli non direttamente impegnati in
operazioni belliche, si sono ammalati e, spesso, sono morti a causa
dell'esposizione alle polveri che circondano i luoghi ove sono state impiegate
armi all'uranio impoverito. Questo è avvenuto per militari di molti paesi,
Italia compresa. Alcuni di loro, che non sono nemmeno stati nelle zone di
guerra, ma hanno semplicemente prestato servizio nei poligoni di tiro in
Sardegna o in Friuli, sono stati colpiti dalle stesse malattie dei colleghi che
hanno operato in Bosnia, in Iraq e altrove.

L'esercito ha per lunghi anni negato o sottostimato il fenomeno e solo la
caparbietà dei familiari delle vittime ha permesso di tenere aperta la
questione. Sono in gioco la salute e la dignità umana di persone "santificate"
all'altare della patria solo se saltano in aria su una mina, ma non se muoiono
in una corsia di ospedale per aver respirato polveri avvelenate.

Se ne parlerà Venerdì 15 FEBBRAIO, alle 20.30, alla Casa del Popolo di Torre
con l'intervento di:


MASSIMILIANO GAROFOLO, fratello di ALESSANDRO, militare deceduto dopo aver
prestato servizio al poligono del Dandolo a Maniago


FALCO ACCAME, presidente dell'Associazione nazionale assistenza vittime
arruolate nelle forze armate e famiglie dei caduti


LIDIA MENAPACE, Senatrice, Presidente della Commissione parlamentare di
inchiesta sull'uranio impoverito

CONFERENZA STAMPA VENERDI' 15 FEBBRAIO, ALLE ORE 17.00, PRESSO IL CAFFE'
MUNICIPIO, con la presenza dei relatori.



Comitato vialebombe
Comitato unitario contro Aviano 2000


Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center