A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Israele-Palestina: un'altra settimana di lotta unitaria degli attivisti di Anarchici Contro il Muro [en]

Date Tue, 27 Nov 2007 12:59:16 +0100 (CET)


--Tel Aviv, autostrada dell'Apartheid n°443, Bil'in, regione di Betlemme--
Le iniziative sono iniziate dal giovedì mattino del 22 novembre - ultimo
giorno di lavorativo della settimana in Israele. Il Comitato israeliano per lo
smantellamento delle armi di distruzione di massa ha allargato il suo raggio
di azione. A Tel Aviv la conferenza degli sponsors della bomba atomica
israeliana è stata l'occasione per un'azione di contestazione. Il Comitato, i
Verdi pacifisti e gli Anarchici Contro il Muro hanno organizzato una
contro-conferenza di strada. Attivisti con cartelli hanno distribuito
volantini ed arringato le numerose persone in fila per assistere alla
conferenza atomica e costretti ad un ingresso a rilento nell'auditorium a
causa delle norme di sicurezza.

A Bil'in manifestazione n°145 del venerdì. Rispetto agli ultimi mesi, tempo a
noi favorevole. Abbiamo oltrepassato il filo spinato ai piedi della collina su
cui passa il muro della separazione e le forze di Stato ci hanno sparato
addosso i gas lacrimogeni, ma un debole vento da est soffiava proprio verso di
loro. E' stato bello vederli battere in ritirata sulla cima della collina ed
udire il loro ansioso comandante dargli l'ordine di cessare il fuoco. Per
celebrare la piccola vittoria 2 compagni si sono spinti fino ad una jeep della
polizia di confine temporaneamente incustodita, atto che poi abbiamo pagato
con il fermo aggressivo di 4 persone, di cui una ha subito tre violenti colpi
al capo contro un mezzo militare ed un'altra è stata colpita da una bomboletta
di gas lacrimogeno, riportando qualche ustione ed una frattura alla mano.

Mentre era in corso il confronto fisico e verbale con i soldati circa e mezza
costa, un drappello di poliziotti si è messo in movimento verso il villaggio,
inseguendo i manifestanti meno temerari che si stavano ritirando, al fine di
vendicare l'onore perduto delle forze di Stato. Poiché non potevano usare né i
gas né i manganelli si sono messi a sparare proiettili di gomme. Le
conseguenze sono state 2 israeliani colpiti e ricoverati in ospedale, un
compagno colpito alla testa ed un altro al ginocchio.

Dopo un lungo confronto fisico e verbale ci siamo lentamente ritirati verso il
villaggio, in attesa del rilascio dei fermati, cosa che avviene in genere dopo
lo scontro tra le forze di Stato ed i lanciatori di pietre, i quali iniziano
la loro azione dopo che la manifestazione non-violenta si è conclusa. E così è
stato.

Mentre eravamo in attesa del rilascio dei nostri compagni, siamo stati
raggiunti dai compagni che erano invece alla manifestazione parallela sulla
strada dell'apartheid n°443 e da quelli che avevano accompagnato i feriti
all'ospedale di Ramalla.

L'attivista colpito alla testa a Bil'in è stato poi accettato in un ospedale
in Israele. E' stato dimesso in tarda serata dopo un controllo intensivo a
seguito della sofferenza patita e dello stato di shock.

La manifestazione unitaria sulla superstrada 443 dell'apartheid, concepita
come progetto unitario regionale, è stata abbastanza pacifica. Le forze di
Stato non hanno cercato di impedire ai manifestanti di affluire al
concentramento. Il loro sforzo di bloccare il percorso della manifestazione
verso il punto in cui è chiuso l'accesso alle auto dei palestinesi dei
villaggi intorno, non ha ottenuto lo scopo (riuscendo solo a colpire qualche
ragazzo e nulla più). Quando la manifestazione si è affacciata sulla strada, è
stata fatta attività di controinforomazione verso gli automobilisti ed i
passanti, per svelare l'origine della strada dell'apartheid.

Alla fine della manifestazione, alcuni giovani, tenuti a bada durante il
corteo, hanno iniziato a lanciare pietre contro le forze di Stato, le quali
hanno risposto invadendo i villaggi a bordo delle jeep all'inseguimento dei
giovani, sparando gas e proiettili di gomma. Tuttavia i giovani hanno seminato
le forze di Stato israeliane che sono rapidamente uscite dai villaggi.

Gli organizzatori della manifestazione regionale contro la superstrada
dell'apartheid n°443, hanno annunciato che la manifestazione si svolgerà ogni
settimana, invitando gli israeliani ad unirsi alle manifestazioni future.

L'azione nella regione di Betlemme non è stata molto spettacolare. Gli
attivisti dei villaggi di Artas, Umm Salamuna e da Betlemme si sono
concentrati vicino all'incrocio di Efrata. Le forze armate messe in allarme
temevano un'occupazione della strada regionale ed hanno impedito che lo
spezzone di israeliani (accusati di essere gli ispiratori di queste azioni da
parte di esponenti dello Stato) si mescolasse con i palestinesi, tenendoli
separati di pochi metri fino al termine della manifestazione.

Superstrada 443 venerdì 23-11-07 - link video:
http://www.youtube.com/watch?v=ZsT6m5WPp-k

Breve filmato sul presidio a Tel Aviv il 15 Novembre:
http://clk.atdmt.com/AVE/go/onm00200471ave/direct/01/

Bil'in, manifestazione del venerdì del 16-11-07 - link video:
http://www.youtube.com/watch?v=iCNmQKFI46k


Ilan Shalif
(Anarchici Contro il Muro)
http://awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
http://www.fdca.it/wall


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca -A- fdca.it>

________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center