A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Novità Zero in Condotta

Date Thu, 15 Nov 2007 13:22:34 +0100 (CET)


IGIENE MENTALE E LIBERO PENSIERO
Sul controllo sociale della psichiatria
pagg 98 - 7,50 euro
Questo libro raccoglie parte del materiale presentato a Rimini il 12,
13, 14 Maggio 2006 durante il convegno intitolato "Libertaria-Mente:
Igiene mentale? Libero pensiero!", organizzato da Zona temporaneamente
libertaria
I convenuti hanno voluto affrontare il problema dei soprusi, del
controllo sociale della psichiatria sia nelle istituzioni totali che
nella metamorfosi in cui le osserviamo dilagare.
Persone diverse per idee e vissuto, hanno diffuso in questa occasione la
medesima luce di rifiuto dell'autorità e della gerarchia medica,
psichiatrica e educativa: l'autorità e il "contenimento" non sono la
soluzione dei problemi relazionali, ma solo soluzioni della gestione del
controllo del potere. Un potere e un governo della società che è troppo
spesso avverso all'essere umano e alle sue pulsioni vitali, troppo
infine nemico dell'intero genere umano; un potere che sta pregiudicando
l'esistenza di tutti gli esseri viventi.
La volontà che sta dietro a questo libro è
quella di dare strumenti e dibattito per altri auspicabili sentieri
circolari che nel loro percorso verso
orizzonti di libero pensiero diano già altro movimento, alternative e
possibilità concrete e liberatorie da subito: "qui e ora".

---------------------------------------------------------------------------

LA COMUNITA' ESCLUDENTE
La Nuova Destra tra piccole patrie e Europa nazione
di Pietro Stara
Introduzione di Martina Guerrini e Marco Rossi
pagg 60 - 5,00 euro

La "Nuova Destra", o meglio la "Nouvelle Droite", nasce in Francia nel
1968 da diverse esperienze della destra radicale e neofascista francese,
nel tentativo di rinnovare, anche energicamente, i paradigmi ideologici
e gli orizzonti politici di un movimento che era entrato in profonda
crisi di pensiero. Questo tentativo di rinnovamento porta una parte dei
maggiori intellettuali di riferimento a staccarsi sempre più dalle aree
politiche di provenienza e li conduce a cercare una "sintesi" quanto mai
difficoltosa tra temi solitamente ad uso della sinistra radicale ed una
lettura "a destra" degli stessi.
Questo testo analizza alcuni temi cari alla Nuova Destra, ormai diffusa,
almeno dal punto di vista intellettuale, in molte parti dell'emisfero
"Occidentale", cercando di riportarli alla loro origine, che non è tanto
quella appartenente a gruppi o gruppuscoli che si richiamano al fascismo
od al nazismo, quanto ad una visione specificatamente "a destra" del mondo.
Nello stesso tempo l'autore si interroga su categorie politiche
utilizzate spesso, ed in maniera disinvolta, "a sinistra", esplorando
non soltanto il loro utilizzo, ma anche il significato delle definizioni
prese in questione.


-------------------------------------------------------------------

IL MONDO SENZA LA MAPPA
Elisée Reclus e i geografi anarchici
di Federico Ferretti
Introduzione di Béatrice Collignon
pagg 248 - 15,00 euro

Elisée Reclus - geografo di grande fama e successo
editoriale ai suoi tempi, nonostante fosse proscritto
dalle università e dalla sua stessa nazione - è stato a
lungo dimenticato dopo la sua morte, e deve la
conservazione della sua memoria, nel bene e nel
male, a coloro che lo hanno visto come un antenato:
in particolare gli anarchici e i geografi.
I primi lo conoscono soprattutto per la sua biografia
eroica e per alcune opere teoriche e divulgative
sull'anarchia, ma raramente si interessano alla sua
opera scientifica.
I secondi lo hanno ignorato per decenni per poi riscoprirlo
in ambito francese negli anni '70, quando
è diventato una specie di "padre spirituale" per le
tendenze più "radicali" della disciplina, che però
hanno fatto ricorso alla sua autorevolezza senza
approfondire più di tanto il lavoro sui suoi testi,
cosa che solo negli ultimissimi anni si è cominciato a fare.
Ancora meno di Reclus sono noti personaggi
come Léon Metchnikoff, Charles Perron, o le
stesse opere geografiche di Kropotkin, sul quale quasi nessuno
ha scritto nulla dal punto di vista dei suoi studi
geografici.
Questo lavoro vuole essere un tentativo, al di fuori
del biografismo o dell'agiografia, di inserire Reclus
nel contesto dei geografi anarchici, visto a
sua volta nell'ambito delle correnti di pensiero che
hanno fondato la geografia moderna a partire da
personaggi come Humboldt e Ritter, ai quali tuttora
ci dobbiamo riferire per rispondere alla domanda
niente affatto banale: che cos'è la
geografia?

-----------------------------------------------------------------------


Richieste ad AUTOGESTIONE, Casella Postale 17127, 20170 Milano; e-mail
<zeroinc@tin.it>.
Versamenti sul Conto Corrente Postale 14238208 intestato ad
AUTOGESTIONE, 20170 Milano, specificando la causale.
Spese di spedizione a nostro carico. Oltre le cinque copie per titolo,
sconto del 50%.
Catalogo elettronico al sito: http://www.zeroincondotta.org .



Da: Max Var <ifanarch -A- tin.it>

________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center