A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Comunicato FAI di Palermo: Il rogo del buon senso

Date Tue, 8 May 2007 11:09:34 +0200 (CEST)


La campagna di criminalizzazione del dissenso avanzata negli ultimi giorni dalle
gerarchie vaticane è un esempio di come il generale buon senso sia definitivamente
naufragato tanto che qualunque espressione di critica, ivi compresa la satira,
viene considerata come un atto di terrorismo. Persino le scritte sui muri
suscitano clamore e raccapriccio quasi fossero attentati.
Nelle ultime settimane è stato dato ampio risalto alle scritte intimidatorie
rivolte all'attuale presidente della Cei, Bagnasco. Ciò che invece è stato
volutamente omesso e travisato, è che la prima scritta comparsa su un muro non
aveva alcunché di minatorio, ma sembrava più che altro dettata da un moto di
sdegno: "vergogna" fu scritto, niente di più.

Nonostante l'innocuità anche verbale di questa espressione, si è subito prodotta
una incredibile spirale di allarmismo politico e mediatico: prima le condanne del
mondo politico, poi la scorta all'alto prelato (lautamente pagata da tutti i
contribuenti, anche i non credenti) e infine uno stillicidio di nuove frasi,
stavolta più truculente e corredate delle firme politiche più suggestive. A
scomunicare definitivamente ogni espressione di dissenso e malcontento ci ha poi
pensato l'Osservatore romano definendo "terrorismo" anche il sarcasmo rivolto alla
Chiesa o al papa.

Questa campagna di criminalizzazione è sbarcata anche a Palermo, tanto che alcune
scritte comparse sui muri della cattedrale hanno sollevato un risibile polverone
che chiama addirittura in causa il movimento anarchico, visto che una scritta -
"Il papa al rogo" - pare sia stata firmata con la proverbiale A cerchiata. La
frase ci stupisce, perché augurare il rogo a qualcuno significa evocare proprio lo
strumento più tetro del dominio clericale nella società. Al di là dell'intrinseca
pochezza di questo messaggio e dell'atto vandalico che - come tutti i vandalismi -
si qualifica per la sua provocatoria sterilità, ci pare comunque molto grave che
il parroco della cattedrale prenda spunto da questo episodio per accusare
addirittura i centri sociali cittadini.

La tappa palermitana di questa strategia della tensione di marca clericale
dimostra come, in realtà, il governo del paese sia del tutto incapace di attuare
una politica autonoma dai condizionamenti vaticani. Un governo ormai dominato da
vecchi e nuovi convertiti, da epigoni tardivi del Paolo folgorato sulla via di
Damasco, obiettivamente collaterali al tentativo di questo pontificato di
ricondurre la società italiana ai tempi bui della caccia alle streghe e dei roghi
veri, quelli che bruciano la carne, riservati a quanti si opponevano
all'oscurantismo della Chiesa.

L'opposizione all'ingerenza clericale nelle questioni che riguardano la vita
pubblica, un'opposizione giocata sui valori della conoscenza, della salvaguardia
dei diritti civili, della libera circolazione delle idee e della pacifica
convivenza tra tutti gli uomini, non può che iniziare col respingere con forza i
tentativi di criminalizzazione che si esercitano contro il libero pensiero perché
l'emancipazione delle donne e degli uomini non può non passare da un affrancamento
radicale e consapevole da ogni condizionamento imposto alla società dalle
gerarchie clericali.


Federazione Anarchica Italiana - Palermo


Da: giustiziaeliberta -A- interfree.it

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center