A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Grecia: Comunicato OAE - "Sì alla dignità umana!" [en]

Date Mon, 30 Jul 2007 11:07:19 +0200 (CEST)


SI' ALLA DIGNITA' UMANA!
Domenica 1 luglio 2007, ci sono state tre carovane di protesta (con macchine,
bici, moto, ecc.) nella prefettura di Beozia contro i progetti di alcuni trust
di aziende che creeranno industrie inquinanti e parallelamente devalorizzeranno
e distruggeranno l'ambiente local e generale.
Le carovane, cui si auspicava la partecipazione dei residenti locali della
Beozia, sono passati per i villaggi di Antikira, Despina, Distomo, Steiri,
Ellopia, Tespie, Agia Paraskevi, Coronea, Cheronea, Agia Triada, Agios
Georgios, Agia Anna nonché il capoluogo della prefettura, Livadia, per
terminare al villaggio di Kiriaki, nel cuore della zona di Monte Elicona, una
montagna veramente bella e storica attualmente in pericolo di distruzione
ambientale irreparabile a mano del Capitale e dello Stato.

La regione sarà portata al limite della tollerabilità da otto fabbriche per la
produzione energetica (3 ad Antikira, 3 a Tebe, 1 a Cheronea e 2 a Tespie),
l'ingrandimento dei porti di Tespie e Agios Nicolaos senza alcuno studio sugli
impatti, e il posizionamento di generatori eolici.

La regione non potrà più sfruttare il turismo e diverrà ecologicamente
inefficiente, non dimenticando le conseguenze sociali difficilmente
prevedibili.

Pertanto, nella piazza di Kiriaki, le organizzazioni di base, i leaders delle
comunità, i comitati cittadini, ecologisti ed altri hanno espresso la loro
ferma opposizione a questi progetti, ricordando alla classe dirigente che la
lotta iniziata pochi mesi fa continuerà per fermare la devastazione della
regione e della pianeta a causa di questi "investimenti"

La verità è che la partecipazione nelle carovane non ha raggiunto le
aspettative, ma ogni inizio è difficile. Erano presenti militanti dell'OAE, in
qualità di cittadini, residenti della regione di Beozia e della pianeta Terra.
Non eravamo separati dalla massa popolare, né abbiamo fatto alcuna azione
autonoma, in osservanza del nostro impegno di lottare insieme alle masse
popolari per i loro e i nostri diritti e le nostre rivendicazioni, una
unificazione conscia con le lotte della comunità.

Iniziata ora la lotta cittadina, facciamo appello alla vigilanza e ad una più
ampia partecipazione.

* No all'indifferenza!
* No al terrorismo tramite la diffusione di voci infami sulla
chiusura delle fabbriche!
* Sì alla lotta per un ambiente migliore!
* Sì alla dignità umana!


Omospondia Anarkhikon Ellados
Federazione degli Anarchici della Grecia (Ufficio stampa)

<ngnm55@gmail.com>

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio relazioni internazionali


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca@fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center