A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Il progetto Nodo Solidale base d'appoggio della resistenza globale

Date Mon, 2 Jul 2007 10:46:38 +0200 (CEST)


NODO SOLIDALE
base d'appoggio della resistenza globale
------------------------
La metafora del nodo e' ben nota nell'immaginario antagonista: il nodo come
punto di congiunzione tra vari fili di diverse trame. Quando due o più
corde si uniscono non si fondono, non smettono di essere se stesse,
mantengono cioe' la propria specificità. Semplicemente formano una trama
più fitta, più salda, più resistente nelle maglie della rete della lotta.
Così, vogliamo allacciare con una stretta tenace i nostri percorsi e le
nostre battaglie.

L'idea di iniziare un percorso con esperienze lontane più o meno note,
nasce dalla voglia di unire le energie, coltivare i contatti e sostenere i
progetti incontrati nelle regioni messicane, convinti che, stringere un
legame tra diverse realtà di lotta crei un terreno fertile per la nascita
di realtà, sempre più vaste, contrarie alla logica del potere. Dunque il
nostro interesse è di creare rapporti autentici tra individui tesi alla
solidarietà attiva e al mutuo appoggio, condividendo un pensiero
libertario, antifascista e antirazzista.

La varietà del movimento antagonista messicano offre una panoramica vasta
di piccole storie, battaglie, lotte che meritano di essere raccontate e
sostenute, anche se non note come altre strutture e percorsi ben diffusi
nel circuito controinformativo del nostro continente.

Il legame fra noi, attivisti autonomi, anarchici e libertari, e questi
progetti, al momento tutti messicani, è sancito da una conoscenza diretta e
da un calore umano, dove affianco all'attivismo politico, abbiamo condiviso
amicizia, difficoltà e tutto quello che determina un legame di fiducia.

IL PROGETTO

Se la nostra propensione a un progetto rivoluzionario di trasformazione
radicale della società, ci spinge a uno scontro aperto e senza mediazioni
con il sistema, l'urgente necessità di cambiamenti concreti nella vita
immediata e nelle coscienze ci muove ad intraprendere e realizzare progetti
quotidiani.

La solidarieta' internazionale, senza le mediazioni istituzionali, puo'
costruire solide basi e cambiare la qualita' della vita e della lotta dei
popoli. Esserci significa costruire, mattone dopo mattone, il muro della
resistenza globale. Questo muro puo' essere rappresentato da una parete di
una scuola comunitaria autogestita, da un trasmettitore di una radio
indipendente di periferia, dai viveri di un detenuto politico.

Ci sono, in Messico e chiaramente anche altrove, esperienze di lotta
sconosciute, a volte marginali o semplicemente lontani dai centri
d'informazione anche alternativi. Alcune di queste esperienze meritano il
nostro complice aiuto, soprattutto attraverso la visibilita' che con i
nostri strumenti possiamo fornirle. E, inoltre, con l'appoggio che viene
dal basso, dai rapporti solidali, dalle iniziative di base e dalla
solidarietà che determina le relazioni di chiunque lotta per un mondo
diverso, e' possibile costruire e finanziare progetti specifici.

Crediamo che la solidarieta' non necessiti del denaro elargito dalle
istituzioni e, allenati da un agire politico da sempre lontano dalle fonti
economiche del potere, contiamo sulle nostre forze, quelle individuali e di
gruppo, per supportare questo progetto. Vogliamo dimostrare, anche per
piccole tappe, la possibilita' di un resistenza e di un aiuto popolare
internazionale diretto e autonomo, non delegato solo a specialisti del
settore della cooperazione.

Inoltre ci piace sottolineare un flusso di inform/azioni bilaterale con i
progetti e i collettivi appoggiati. Lo scambio reciproco di notizie e
materiale pone le basi per un percorso condiviso di appoggio e solidarietà,
oltre che su parti diverse del mondo, anche fra diverse esperienze di lotta
antiautoritaria in Italia e, ci auspichiamo, anche fra i vari progetti in
Messico che non necessariamente si conoscono.

PROGETTI DI INTERCAMBIO

Nodo Solidale, si propone dunque di fungere da ponte tra varie realta'
incrociate nel suo percorso. In più luoghi e in più città ci proponiamo di
dare vita a mostre, banchetti, serate beneft, cene sociali, concerti,
volantinaggi, manifestazioni e presidi per parlare delle nostre lotte e
diffondere quelle sostenute dalle realtà con cui siamo in contatto e per
raccogliere i fondi necessari alla costruzione dei microprogetti che
vorremmo vedere realizzati.

Allo stesso modo gli/le attivisti di Nodo Solidale non necessariamente
condividono integralmente le condotte politiche dei gruppi presentati,
riservandosi lo spirito critico che da sempre ha alimentato l'analisi del
pensiero autonomo e libertario. Se la differenza e' ricchezza, l'autonomia
e' oro: perche' essere diversi e collaborare in autonomia e' forse uno
degli obiettivi strategici della resistenza globale che andiamo costruendo.

1) RADIO PROLETARIA, TUXTLA GUTIERREZ - CHIAPAS

CHI SONO: Questa e' una radio pirata, clandestina, costruita in un
quartiere sorto su una occupazione di terra nella periferia della capitale
chiapaneca. Il collettivo di questa radio e' composto da giovani
emarginati, disoccupati, insegnanti, contadini. L'idea di fondare la radio
nasce in seno all'organizzazione campesina OPEZ ma il collettivo,
allargatosi nel tempo, e' una struttura indipendente, composto da
anarchici, comunisti, zapatisti, ragazzi di quartiere e persegue una
propria linea di aggregazione sociale e diffusione della cultura dal basso,
secondo principi orizzontali: gli incarichi redazionali sono a rotazione e
non vi sono strutture gerarchiche.

LO SCAMBIO: Fra le proposte discusse insieme e' emersa la priorita' di
dotare la radio di una torre di cemento per un'antenna di 15 metri che
stabilizzerebbe la frequenza del trasmettitore. Il costo dell'opera sarebbe
sui 15.000 pesos, poco piu' di 1000 euro. Dal punto di vista economico
l'idea sarebbe di concorrere il piu' possibile al raggiungimento di questa
cifra. Dal punto di vista politico e artistico la collaborazione con la
radio si presta a molteplici possibilita': dallo scambio di trasmissioni
preregistrate, alla codiffusione delle reciproche esperienze, fino
all'interazioni di nuovi artisti "indipendenti".

2) COLLETTIVO AUTONOMO MAGONISTA

CHI SONO: Il collettivo cosi' denominato gestisce un Centro Sociale
Libertario a Citta' del Messico ed e' attivamente presente sia nell'Altra
Campagna, sia nella APPO attraverso l'Alleanza Magonista Zapatista che
riunisce alcune comunita' indigene dello stato di Oaxaca. Il gruppo si
occupa direttamente anche della redazione e diffusione di due periodici di
analisi e informazione quali "Autonomia" e "Tierra y Libertad", del
mantenimento di una biblioteca anarchica, della produzione editoriale di
alcuni testi libertari.

LO SCAMBIO: La prima tappa di questa relazione prevede l'appoggio economico
e politico a una carovana organizzata dall'Otra Salud dell'Altra Campagna e
dall'Alleanza Magonista Zapatista in due comunita' indigene in lotta nello
stato di Oaxaca. Il ventaglio di possibilita' di progetti mutui e' molto
ampio, dalle molteplici attivita' del centro sociale (esperienza dalla
quale quasi tutti/e i componenti del Nodo Solidale vengono), alla possibile
costruzione di un tour di radio comunitarie e scambio di traduzioni e testi
di analisi libertari. I successivi passi, tuttavia, sono ancora da concordare.

3) CASSA DI SOLIDARIETA' "PRES@S DE ATENCO"

E' il fondo con cui vogliamo contribuire alle spese legali dei detenuti di
Atenco e dei Planton, i presidi permanenti sotto il carcere di Santiaguito
e Texcoco. Riteniamo la vicenda di Atenco emblematica della violenza e
della sopraffazione dello Stato e delle Multinazionali contro le comunita'
indigene organizzate: un esempio dove i governi "democratici", con la scusa
dello "stato di diritto", violentano le comunita' collettiviste,
l'alternativa dal basso al sistema, per permettere la costruzione di un
inutile ipermercato di una multinazionale.

L'interazione politica risiede evidentemente nella veicolazione delle
vicende giudiziarie, nella diffusione delle violenze li' perpetrate e della
resistenza e della solidarieta' che ne e' fiorita.

4) CASSA DI SOLIDARIETA' "PRES@S DE OAXACA"

E' il fondo dove finora abbiamo raccolto tutti i soldi raccolti in Italia
nelle iniziative organizzate nei nostri centri sociali e spazi occupati per
sostenere le spese a fronte della violenta repressione a Oaxaca contro gli
insorti della APPO e del popolo in generale. Raccontare dell'esperienza
della Comune di Oaxaca, dei formidabili mesi da giugno a novembre del 2006,
e' diffondere l'eccezionale esperienza dell'autorganizzazione di massa e
popolare li' germogliata. Continuare a difendere i/le compagni/e ancora
colpiti dalla repressione e inserirsi attivamente in questo processo
significa coniugare al futuro i tempi della lotta.

5) IN COSTRUZIONE: PROGETTI COMUNITARI

Stiamo elaborando progetti concreti di scambio e di lavoro nelle comunita'
indigene ribelli e autonome del Messico. Quando saremo in grado di proporre
un piano piu' dettagliato lo pubblicheremo.

---

"...Construyendo Autogestion"

Per avere maggiori informazioni contattaci a:

nodo_solidale at inventati.org


Da: seal <sealz -A- email.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center