A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�_ The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Trk�
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Contadini e zapatisti: la strategia del caracol

Date Mon, 6 Aug 2007 10:30:17 +0200 (CEST)


Sul sito del Circolo Anarchico Ponte della Ghisolfa
trovate un interessante articolo dal titolo:
"Contadini e zapatisti: la strategia del caracol"
********************
"Quando i comuneros zapatisti salutano qualcuno che hanno conosciuto ed
apprezzato, gli dicono: "che questo incontro non sia il primo né l'ultimo".
Così, effettivamente, è accaduto nella riunione tra le comunità zapatiste e le
organizzazioni di Vía Campesina che ha avuto luogo in Chiapas. Un incontro che
viene da tempi e spazi diversi e che, come ruscelli che convergono dal
sottosuolo, dalle montagne o dai boschi, si incontrano per formare stagni,
sorgenti, fiumi e mari e poi, convertiti in pioggia, percorrono il mondo e
tornano ad essere terra, semi, bosco, viscere della terra.
La sorgente questa volta è sgorgata nel contesto dal secondo Incontro dei
Popoli Zapatisti con i Popoli del Mondo, realizzato a fine luglio nei caracol
zapatisti in Chiapas, dove organizzazioni di Vía Campesina di Asia, America ed
Europa, hanno ascoltato le testimonianze di donne, uomini, bambini, giovani ed
anziani dei cinque caracol zapatisti sulle condizioni di estremo sfruttamento
in cui vivevano prima della loro insurrezione nel 1994, sulla resistenza
collettiva e sui 13 anni di costruzione dell'autonomia indigena.
Gli ospiti hanno aperto uno spazio speciale nel loro programma affinché si
potessero presentare le organizzazioni di Vía Campesina. Tutti hanno parlato
col loro linguaggio: condividendo le loro canzoni, i loro sogni, storie e
realtà, dalla Tailandia all'India, dall'Indonesia e dalla Corea del Sud fino
al Brasile, al Canada ecc., senza dimenticare i lavoratori rurali emigrati,
una ferita aperta in Messico ed in tanti altri paesi ancora...

leggi il seguito a:

http://www.ecn.org/ponte

Buona lettura!


Da: ponte <ponte -A- ecn.org>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center