A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Fano: Resoconto dell'Incontro con Rada Ivekovic

Date Fri, 24 Nov 2006 14:43:30 +0100 (CET)


Il 28 ottobre 2006 a Fano (PU) si è svolto un incontro con la filosofa Rada
Ivekovic (Collège International de Philosophie - Paris, Université St-Etienne)
dal titolo "I Balcani non sono altrove. Nazionalismi e guerre contemporanee",
voluto ed organizzato dall'associazione Alternativa libertaria in
collaborazione con le Donne in nero di Fano e Millevoci.
In una sala gremita di pubblico Rada Ivekovic ha spiegato alcune dinamiche
comunitarie e nazionaliste che hanno portato nelle situazioni più diverse alla
separazione tra India e Pakistan, alle guerre in Yugoslavia, alla creazione di
divisioni interne nelle società attuali, attraverso il meccanismo di
separazioni multiple che sono allo stesso tempo di tipo culturale, politico ed
economico.

Ivekovic si è soffermata su un'analisi della divisione della società francese
tra immigrati di diverse generazioni e francesi non immigrati o figli di
immigrati, e sull'analisi della divisione tra uomini e donne nelle comunità
degli immigrati francesi.

Il centro del discorso di Ivekovic è stato una riflessione sulla
balcanizzazione progressiva della società francese sfociata nella rivolta delle
banlieues del 2005. Ivekovic ha sottolineato che questa è stata una rivolta di
giovani maschi delle periferie scoppiata come ultimo segnale di una lunga eco
alla marcia delle ragazze musulmane svoltasi per tutta la Francia nel 2003,
durante la quale queste ragazze e queste donne chiedevano una maggiore libertà
ed emancipazione rispetto alle dinamiche comunitarie e patriarcali.

Ivekovic ha notato come una riflessione politica post-coloniale e femminista
sia necessaria per comprendere fenomeni di questo tipo che non sono stati
capiti dalla politica francese, ma anzi sono stati da essa esasperati con
decisioni autoritarie di diverso tipo tra cui la famosa legge sul velo che ha
portato a ribellione comunitaria e a restrizione degli spazi per le giovani
donne che intendevano prendere la parola sul proprio destino. L'intervento di
Rada Ivekovic, particolarmente ricco di notizie e di spunti di riflessioni, ha
sollecitato molte domande dal pubblico che hanno portato Ivekovic ha rispondere
su problematiche molto complesse come quella delle responsabilità dell'Europa
in relazione a dinamiche nazionaliste interne ai paesi europei e a dinamiche di
scompenso geo-politico ai suoi confini: paesi Ex-Sovietici, Medio Oriente,
Penisola Balcanica. L'incontro è durato oltre tre ore che sono state molto
seguite da un pubblico partecipe e soddisfatto del grande spessore filosofico e
politico dell'intervento di Rada Ivekovic.

M.A.
FdCA Sezione "Nestor Makhno" di Fano/Pesaro

http://www.fdca.it


Da: Federazione dei Comunisti Anarchici <fdca -A- fdca.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center