A - I n f o s
a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **

News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts

The last 100 posts, according to language
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ The.Supplement
First few lines of all posts of last 24 hours || of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006

Syndication Of A-Infos - including RDF | How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups
{Info on A-Infos}

(it) Aviano: Dal militare al civile, 24/11/06

Date Tue, 21 Nov 2006 10:41:53 +0100 (CET)


24 Novembre 2006 ore 18,00 presso la Biblioteca Civica, Aviano (PD) -
presentazione del libro DAL MILITARE AL CIVILE, la conversione preventiva della
Base USAF di Aviano, a cura di Andrea Licata, KappaVu edizioni.
Interverranno il curatore, dott. Andrea Licata e l'ing. Stefano Del Cont
Bernard.
Il libro nasce dal convegno svoltosi a pordenone nel settembre del 2004, sul
tema della conversione ad usi civili della base di Aviano.
Un approccio nuovo alla questione della base di Aviano, da parte di un
movimento che certo non nasconde la propria contrarietà ad una presenza
militare così imponente, ma che in questa occasione intende formulare proposte
concrete di sviluppo e trasformazione del territorio.

Nel libro segnaliamo in particolare l'intervento del curatore che, sostenuto
dalle esperienze del Bonn International Centre of Conversion, espone una
interessante ed attualissima proposta di riuso delle aree e degli edifici che
costituiscono la base militare.

Di grande interesse per Aviano anche l'intervento di Stefano Del Cont Bernard
sul poligono militare di Cao Malnisio.

RECENSIONE

Comitato Unitario Contro Aviano 2000
DAL MILITARE AL CIVILE
per la conversione della base USAF di Aviano
a cura di Andrea Licata
KappaVu edizioni, Udine

Molto spesso i movimenti "contro" sono accusati, talvolta a ragione, di essere
capaci solo di protestare senza formulare proposte alternative a ciò che si
vuole contrastare.

In realtà sappiamo bene che dietro ad ogni critica razionalmente fondata si
cela il progetto di un "possibile" diverso.

Cerca invece di evitare critiche strumentali il volume che qui presentiamo,
frutto di un lungo percorso di analisi e di lotta del Comitato Unitario Contro
Aviano 2000, eterogeneo soggetto che ha raccolto, fin dal 1996, svariati
gruppi, associazioni, cittadini della provincia di Pordenone, che ha portato
alla formulazione di una proposta di "conversione preventiva" della base di
Aviano. Prima ancora che se ne decida la chiusura dovrebbe nascere il progetto
di riuso delle aree e degli immobili, in modo tale che la comunità locale possa
razionalmente confrontare i vantaggi e gli svantaggi del permanere della
struttura militare rispetto ad una alternativa civile e pacifica.

Il volume raccoglie gli interventi del Convegno "La conversione possibile"
svolto nel settembre del 2005 a Pordenone.

Tema centrale, oggetto del saggio del curatore Andrea Licata, è appunto il
concetto di "conversione preventiva".

Come comportarsi di fronte a una base militare in attività ? Dal testo emerge
che si può fare molto per contrastare una base, chiuderla e convertirla ad usi
civili. Se il recupero dei siti militari dismessi è già stato portato a termine
con successo in molti luoghi nel mondo, ancora più incoraggianti sono le
prospettive di una conversione dal basso, ecologica e sociale, ovviamente ad
usi esclusivamente civili. La possibilità in maniera concreta di contribuire al
disarmo ed alla decrescita, di risparmiare tempo e risorse utili, di prevenire
il contraccolpo economico, così come le eventuali speculazioni, una nuova
militarizzazione o un riuso dannoso per l'ambiente ..

Sono alcune delle molte implicazioni positive della conversione preventiva
(contro il militarismo della guerra preventiva) attraverso esempi ed
indicazioni di semplice ed immediata attuazione. Il realismo dei movimenti
liberi contro le imposizioni degli estremismi dei guerrafondai.

Il libro contiene un'analisi dettagliata della situazione di Aviano, ma si
presta a comparazioni ed altre situazioni simili, dato che le basi USA nel
mondo si assomigliano e causano problemi simili.

La proposta è che Aviano diventi un centro internazionale di riferimento per le
energie rinnovabili con interessanti benefici occupazionali, ma non mancano
altri possibili riusi di spazi ed immobili.

Da segnalare altri importanti ed inediti contributi:
- sull'impatto ambientale della base nucleare e sui rapporti con la
legislazione di tutela
- sulla questione dei poligoni di tiro nella zona di Pordenone, (si tratta di
uno dei pochissimi articoli reperibili in Italia su questo argomento, che
formula anche ipotesi sul quantitativo di piombo deposto al suolo e fornisce un
quadro generale degli effetti sulla salute di questo pericoloso metallo)
- sul rapporto fra le infrastrutture militari e la pianificazione territoriale,
la partecipazione dei cittadini e la normativa urbanistica regionale e le
competenze degli Enti Locali. Ed anche sulle opportunità che una conversione
potrebbe dare allo sviluppo della zona: pensiamo alla localizzazione di parte
delle infrastrutture vicine al Centro di riferimento oncologico, che potrebbe
fruirne agevolmente, o anche alla continua richiesta di nuove aree industriali.
- sui progetti del Pentagono a livello globale e dei movimenti per la pace di
fronte alle basi militari.

Si segnala un' intervista inedita ad un noto studioso americano esperto di basi
militari USA, Chalmers Johnson.

Il libro, che vuole essere un punto di partenza di un percorso innovativo,
risulta essere il primo testo in Italia sul tema della conversione delle basi
militari.


Da: "Lino Roveredo" <alterlinus -A- libero.it>

_______________________________________________
A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
http://ainfos.ca/cgi-bin/mailman/listinfo/a-infos-it
http://ainfos.ca/it


A-Infos Information Center